Cultura: nuovo ddl per innovare l’offerta in veneto

image

Venezia, 13 apr. ”La qualita’ dell’offerta culturale di un territorio si misura anche dalla qualita’ degli immobili che ospitano i servizi e le attivita’ culturali. Oltre quindi a musei, biblioteche, archivi, teatri, si fa riferimento a tutti quegli immobili che ogni giorno accolgono visitatori, utenti, spettatori, offrendo attivita’ e servizi ma anche contesti di qualita”’.

A metterlo in risalto e’ il vicepresidente e assessore alla cultura del Veneto, Marino Zorzato annunciando che e’ stato approvato dalla giunta regionale nel corso dell’ultima seduta un disegno di legge per aggiornare la normativa regionale sui centri di servizi culturali, risalente ormai al 1985 (L.R. n. 6), che negli anni ha consentito di dare un consistente aiuto soprattutto agli enti locali per opere di ampliamento o di straordinaria manutenzione di immobili che, spesso, sono essi stessi dei beni culturali. Il requisito fondamentale e’ che siano utilizzabili per la diffusione della cultura nel territorio.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Cultura: nuovo ddl per innovare l’offerta in veneto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


20 − 11 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.