Passaggi artistici 11 – TranSiti

In questo periodo di grandi transizioni e cambiamenti per tutti, anche l’undicesima edizione di Passaggi artistici presenta alcune variazioni rispetto alle precedenti.

Con TranSiti esploreremo, questa volta, parte della cinta muraria cinquecentesca di Padova attraverso un percorso d’arte in movimento. Lungo tratti di mura, bastioni e porte, artisti d’ogni genere intratterranno il pubblico con brevi performance. Mentre una voce narrante svelerà al pubblico alcuni aspetti storico-artistici meno noti di questi angoli di città alcune imbarcazioni navigheranno lungo il Piovego e il Tronco Maestro del Bacchiglione trasportando opere d’arte e una coppia di ballerini. Nel segno della continuità con le precedenti edizioni, cinque installazioni d’arte, create appositamente per questa edizione, dialogheranno con le cinque porte rinascimentali.

Bastioni, Mura e Porte della città saranno ancora una volta protagonisti di questa manifestazione che con performance, installazioni, e “promenade d’arte”, ha come obiettivo quello di mettere in comunicazione questi Siti con il territorio e le persone che lo abitano offrendo una possibilità di dialogo tra artisti e città.

La manifestazione, ideata e organizzata dal Teatro Laterale con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e in collaborazione con il Comitato Mura, vede il coinvolgimento e la partecipazione di numerosi artisti e associazioni culturali cittadine.

Sabato 31 ottobre 2020

Ore 15:30 Porta Portello: Presentazione “TranSiti”

Ore 16:00 tre barche si avvieranno da Porta Portello lungo il Piovego ospitando a bordo tre installazioni artistiche. Lungo l’argine, una “promenade d’arte”, accompagnata da musicisti, le seguirà fino al Parco Venturini-Natale. Lungo il percorso il Teatro Laterale leggerà alcuni brani di Calvino tratti da “Le città invisibili“, mentre una voce narrante svelerà qua e là aspetti storico-artistici meno noti di questo angolo di città. Partecipano: Amissi del Piovego, Comitato Mura, Teatro Laterale, Abracalam, Progetto Portello e i musicisti: Guido Rigatti, Roberto Cimmino, Claudio Gamba, Mario Saraceni (violoncelli) Arturo Susesani (violino) Paolo Agostini, Bruna Dainese, Mara Macatrozzo, Marika Mavaracchio, Cinzia Pattaro, Simone Scarpulla, Barbara Negrari (percussioni).

Ore 17:00 Parco Fistomba

Concerto con: Guido Rigatti, Paolo Agostini, Arturo Susesani.

In caso di maltempo la manifestazione si terrà domenica 1 novembre con le stesse modalità.

Sabato 7 novembre 2020

Ore 15:30 Bastione Ghirlanda (Via San Pio X): “promenade d’arte” lungo la passeggiata dei Nobel e il Giardino Alicorno, fino alla piattaforma superiore del torrione Alicorno. Durante il percorso Abracalam presenterà “INTERAQUAS” (La ballata dell’antico fiume). Parole e gesti che attraversano ed esplorano lo spazio ispirandosi ai miti legati a sorgenti e corsi d’acqua con versi, danza, canti, leggende.

Sarà un percorso a più voci, suddiviso in sei stazioni narrative con gli artisti che faranno da guida al pubblico nello spazio e nella storia, attraverso raccordi cantati e narrati. Durante il tragitto una voce narrante proporrà suggestioni storiche.

Sul Tronco comune del Bacchiglione accompagnerà il cammino un gruppo di barche, su una delle quali si esibirà una coppia di ballerini di tango formata da Julio Luis Skulsky e Valeria Santis Aversano. A seguire, per chi vorrà, passeggiata sugli spalti delle Mura, lungo il canale Alicorno e intorno al torrione, fino all’ex Bagno pubblico (già scuola materna Madonna di Lourdes).

Partecipano: Rari Nantes Patavium 1905, Comitato Mura, Abracalam, Teatro Laterale.

In caso di maltempo la manifestazione si terrà domenica 8 novembre con le stesse modalità.

Dal 31 ottobre al 7 novembre a Porta Portello, Porta Santa Croce, Porta San Giovanni, Porta Savonarola Porta Pontecorvo saranno collocate e visitabili le cinque installazioni create appositamente per questa manifestazione.

Direzione artistica Paolo Caporello.

La partecipazione a tutta la manifestazione è gratuita.

Durante l’itinerario sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza contenute nei cartelli informativi posti all’inizio del percorso, a partire dal distanziamento sociale per evitare di creare assembramenti.

È obbligatorio indossare la propria mascherina durante l’intera durata della visita, disinfettare le mani con gli appositi gel situati all’ingresso del percorso e attenersi in generale alle indicazioni date dal personale organizzatore.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: