Carrozzine: come scegliere al meglio il primo mezzo di trasporto del neonato

La carrozzina è uno degli accessori di cui i futuri genitori devono premunirsi quando sono in attesa di un bambino, poiché riveste un ruolo determinante. Infatti, rappresenta il primo mezzo di trasporto della vita del neonato ed un luogo sicuro in cui riposare e cominciare ad aprirsi al mondo. Protetto dalla capote, ben accolto dai rivestimenti morbidi e rassicurato dal volto della mamma, il bebè comincia a sperimentare gli stimoli esterni, ma senza subirne gli effetti negativi.

Del resto, le carrozzine per bambini sono progettate per evitare il contatto diretto con lo smog, con gli agenti atmosferici e con il rumore urbano. Il piccolo può stare sdraiato o semi-sdraiato, a seconda dell’età e dello sviluppo fisico. Inoltre, i mesi trascorsi nella carrozzina sono fondamentali, poiché preparano il bimbo all’esperienza del passeggino. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo importante accessorio per l’infanzia? E cosa bisogna considerare per sceglierlo al meglio? Scopriamolo insieme.

Vantaggi e svantaggi delle carrozzine

Le carrozzine per neonati sono estremamente stabili e robuste. Infatti, consentono di uscire di casa, assicurando al bambino sicurezza e comfort. Il piccolo, del resto, può rimanere comodamente sdraiato ed essere protetto da possibili urti accidentali, ma anche da sporco, smog, pioggia, sole eccessivo e così via. Tuttavia, bisogna dire che questi importanti strumenti per l’infanzia presentano anche degli svantaggi, che devono essere tenuti in considerazione prima dell’acquisto.

Il primo è sicuramente il costo elevato e superiore a quello della maggior parte dei passeggini disponibili in commercio. Inoltre, le carrozzine hanno un utilizzo limitato, per tanto è bene valutare la possibilità di acquistare una soluzione duo o trio, a meno che non sia possibile riutilizzare il prodotto acquistato per un altro bambino in arrivo. Tuttavia, bisogna dire che i vantaggi sono nettamente superiori e fanno capire quanto questo mezzo di trasporto per neonati sia fondamentale.

Dettagli da considerate in fase di scelta e che possono fare la differenza

Quando ci si appresta a scegliere una carrozzina per bambini è fondamentale tenere conto di alcuni aspetti importanti. Determinanti sono, sicuramente, la solidità della struttura, la qualità dei rivestimenti e la facilità di utilizzo. Inoltre, è necessario che la carrozzina sia dotata di capote, di parasole, di sedile reclinabile e di tasche portaoggetti, in cui riporre tutto il necessario per il piccolo e ciò che può tornare utile ai genitori. Il rivestimento deve essere impermeabile, ma anche traspirante.

É meglio ricercare soluzioni che permettano di rimuovere le coperture e di lavarle in lavatrice, così da garantire sempre il massimo dell’igiene. Per quanto riguarda, invece, il materassino interno è importante che sia consistente, in modo che il bebè non vi sprofondi eccessivamente. Inoltre, deve essere dotato di fori antisoffocamento, che consentono al bimbo di respirare senza problemi anche quando riposa a pancia in giù. Fondamentale è che non siano presenti elementi sporgenti che possano in qualche modo graffiare o ferire il bambino.

Tutti i sistemi di sicurezza devono essere accuratamente controllati, esattamente come i freni, che devono essere perfettamente funzionanti. Infine, è necessario valutare con attenzione il sistema di chiusura. La cosa migliore da fare è scegliere una carrozzina facilmente richiudibile. Per quanto tempo è bene utilizzare questo strumento per l’infanzia? Non esiste un termine preciso, tuttavia, di norma, si tende a passare al passeggino quando il bambino raggiunge i 6 mesi di vita.

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Carrozzine: come scegliere al meglio il primo mezzo di trasporto del neonato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


uno + cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.