“Ragazze nel pallone”, la grande festa del calcio in rosa

Una grande festa. Ragazze nel Pallone, che ha celebrato la sua quinta edizione negli impianti del Valsugana Rugby in via Querini a Padova, è stata soprattutto una tre giorni di divertimento: 600 ragazze divise in 52 squadre hanno dato vita a quello che è ormai il più grande torneo di calcio femminile d'Italia.

Un torneo che ha visto soprattutto tanto sport, ma anche musica, divertimento a 360 gradi, qualche momento di riflessione sullo sport visto dal punto di vista delle donne e solidarietà, con dei progetti di raccolta fondi che hanno favorito Terremotati per l'Emilia, Padavo Rugby Onlus, Gruppo Polis ed Emergency.

«C'è stato un deciso aumento nella partecipazione – commenta Elisabetta Torresin, presidente dell'associazione Ragazze nel Pallone – L'organizzazione attenta ad ogni particolare ha creato un clima ideale , di grande festa.

Questo è un luogo in cui ci si diverte e si sta bene. Continuiamo inoltre a dare spazio a tanti sport poco conosciuti. L'anno prossimo proseguiremo su questa strada e cercheremo di avere almeno 60 squadre nel torneo di calcio».

Tra gli sport e i giochi che si sono potuti provare a Ragazze nel Pallone anche il “Quidditch Babbano”, la versione “non magica” dello sport di Harry Potter.

Una appassionate sfida tra le Ragazze nel Pallone e la rappresentativa italiana ha visto la vittoria per 80-70 degli azzurri, ma soprattutto ha regalato a tutti, spettatori (almeno 300) e soprattutto giocatori una serata di grandissimo divertimento. Tanto che proprio grazie a questa iniziativa potrebbe nascere a Padova una formazione di Quidditch.

Per riflettere invece sui pregiudizio e gli stereotipi attorno al calcio femminile Silvia Sanna, autrice di “Una Bomber” (Coracò), ha presentato il suo libro, romanzo che racconta senza peli sulla lingua il mondo del calcio rosa in Italia, patria del calcio che “non è uno sport per signorine”.

Per quanto riguarda invece il torneo, il tabellone “top” ha visto la vittoria in finale le “Mixer”, squadra di Ravenna. Alle premiazioni della quinta edizione di Ragazze nel Pallone sono interventi l'assessore allo sport del comune di Padova, Umberto Zampieri, il presidente provinciale Csen, Marco Cecolin, e il presidente del Valsugana Rugby Fabio Beraldin.
Gli altri premi. Tabellone flop: Otes (Padova). Miglior giocatrice: Nenè Bissoli (Panche stanche, Verona).

Capocannoniere: Sara Capovilla (Transalpine, Venezia). Miss: Angela Robusti (Bomberine, Padova). Miglior portiere: Adriana Dos Santos (Le mine Vaganti Remake, Belluno).

foto Arianutte

Please follow and like us:

Be the first to comment on "“Ragazze nel pallone”, la grande festa del calcio in rosa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


tre + 17 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.