Arte: palazzo reale a venezia, riaprono le sale di ‘sissi’

image

Roma, 22 giu. Un eccezionale restauro restituisce al pubblico nove stanze degli Appartamenti Imperiali d’Austria, quelle che ospitarono la Principessa Sissi, arricchendo ulteriormente il percorso di visita del Museo Correre del sistema museale di Piazza San Marco. Chi non ricorda la famosa scena del film dedicato a Sissi, interpretato da Romy Schneider, in cui Elisabetta di Wittelsbach, Principessa di Baviera, e Francesco Giuseppe d’Austria (Franzi) – giovani e bellissimi imperatori – fanno il loro ingresso in Piazza San Marco, accolti da una folla per nulla compiacente?

Quello ricordato dall’edulcorata filmografia degli anni ’50 fu il primo soggiorno di Sissi a Venezia, passata sotto il dominio asburgico con la caduta di Napoleone nel 1816. Oggi il mito di Sissi viene rievocato nella citta’ lagunare con l’inaugurazione, il 10 luglio prossimo, delle sale a lei riservate negli Appartamenti Imperiali d’Austria del Palazzo Reale di Venezia, dopo un impegnativo restauro che ha recuperato la magnificenza di affreschi, stucchi e marmorini, di camini, porte e infissi, di pavimenti e arredi di nove straordinari ambienti.

Un restauro, quello degli Appartamenti Reali di proprieta’ demaniale, promosso e sostenuto dal Comite’ Franais pour la Sauvegarde de Venise attraverso diversi mecenati, che avviene sotto l’egida della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto ed e’ attuato con l’attivita’ di coordinamento e con un intervento finanziario, per alcune importanti opere integrative, dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, che gestira’ le sale inserendole stabilmente nel percorso di visita del Museo Correr.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Arte: palazzo reale a venezia, riaprono le sale di ‘sissi’"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


tredici + 6 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.