Dai risparmi agli investimenti: i consigli per gestire al meglio le proprie finanze

Ridurre le spese, diminuire gli sprechi, pianificare le uscite e le entrate, sono tutte azioni che hanno molta importanza quando si tratta di gestire al meglio il proprio denaro.

Spesso, però, è molto difficile tenere tutto a mente e prestare attenzione ai tanti diversi aspetti della vita quotidiana. Oggi vedremo come, con pochi semplici consigli, sia possibile risparmiare e controllare agevolmente le proprie finanze.

Missione risparmio: dal budget alle previsioni di spesa

 Come detto, dunque, gestire al meglio le proprie finanze è più una questione di piccole abitudini che altro. Come prima cosa, infatti, bisogna prendere atto delle proprie possibilità economiche, analizzando nel dettaglio il proprio budget. A questo punto si possono calcolare tutte le spese fisse (affitto, bollette ecc.) così da poter di conseguenza stimare quali margini di spesa si hanno a disposizione.

Il secondo consiglio riguarda proprio quest’ultimo elemento: stabilire dei limiti è fondamentale anche quando si parla di risorse economiche. Bisogna infatti considerare i propri margini di spesa così da poter valutare se si sta andando oltre le proprie possibilità o se, al contrario, si possono dedicare ulteriori risorse ad altro.

Dal risparmio all’investimento: come gestire al meglio le proprie risorse

Una gestione oculata delle finanze personali, però, non termina semplicemente con il risparmio. Dopo quella che potrebbe essere considerata come una prima fase, bisogna anche iniziare a pensare a come amministrare e preservare il proprio denaro.

Spesso, infatti, si pensa che basti immobilizzare i risparmi sul proprio conto corrente per non correre rischi e mantenere immutato il loro valore. Tuttavia bisogna anche considerare il valore dell’inflazione e i costi delle commissioni bancarie se, ad esempio, si lascia il proprio denaro su un conto corrente tradizionale.

Per non incorrere in questo tipo di incombenze, è possibile utilizzare diversi strumenti finanziari tra quelli proposti oggi dagli istituti bancari, figura il Conto Deposito di Santander Consumer Bank. Il funzionamento è molto semplice, si versa una somma di denaro a seconda delle proprie disponibilità e si può scegliere se mantenerla libera sul conto o vincolarla per un periodo prestabilito di tempo. In entrambi i casi durante questo tempo, si maturerà una percentuale di interessi.

I vantaggi di un conto deposito sono la totale sicurezza, dovuta anche alla tutela del FITD, il Fondo di Tutela Interbancario dei Depositi che garantisce le somme versate sino a un tetto massimo di 100mila euro per depositante e per Istituto, e la flessibilità, in quanto nel caso della formula non vincolata, è possibile disporre in qualsiasi momento dei propri risparmi e degli interessi maturati.

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Dai risparmi agli investimenti: i consigli per gestire al meglio le proprie finanze"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


cinque × tre =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.