OZONO . Largamente superato il limite annuale. Padova fuorilegge da 15 anni

Legambiente PadovaIeri il valore per la protezione della salute umana dall’ozono, che e’ di 120 microgrammi per metro cubo d’aria, e’ stato superato per 39 giorni: il limite massimo annuale previsto per legge e’ di 25 giorni. Dal 2004 la nostra citta’ ha sempre superato il limite annuale/: nel 2018 Padova e’ ancora una volta fuorilegge per l’ozono ed entriamo nel 15esimo anno consecutivo di illegalita’/p>

Ieri il valore per la protezione della salute umana dall’ozono, che è di 120 microgrammi per metro cubo d’aria, è stato superato per 39 giorni: il limite massimo annuale previsto per legge è di 25 giorni. Dal 2004 (cioè da quando l’Arpav fornisce i dati sul limite per la protezione umana), la nostra città ha sempre superato il limite annuale: nel 2018 Padova è ancora una volta fuorilegge per l’ozono ed entriamo nel 15 anno consecutivo di illegalità” Lo dichiara Lucio Passi, responsabile delle politiche antismog di Legambiente Padova.

Passi inoltre fa notare che “quest’anno il limite dei 25 giorni è stato raggiunto molto prima che negli scorsi anni, già il 29 giugno, mentre, ad esempio nel 2017 fu superatto l’8 luglio, nel 2016 il 1 agosto, nel 2015 il 13 luglio e nel 2014 il 21 luglio. E sempre in questi ultimi anni mai, al 20 luglio, si erano raggiunti 39 superamenti. Una situazione in peggioramento. Peraltro Padova, ad oggi, registra il più alto numero di superamenti di tutte le stazione in cui l’Arpav monitora l’ozono in provincia.”

L’ozono, deriva in larga misura dai tubi di scappamento (vedi scheda sotto) e Legambiente ritiene incoraggianti perciò l’avvio di alcune politiche su scala urbana: i passeggeri recuperati dagli autobus grazie al ripristino del diretto piazze ed alle giuste modifiche di alcune linee urbane, mentre auspica che il servizio a chiamata notturno vada in porto. Come ritiene incoraggiante l’assunzione della progetto della Bicipolitana da parte del governo cittadino, ancorò però solo sulla carta. Apprezza inoltre anche l’ampliamento degli orari della ZTL, il cui valore simbolico contro il parcheggio selvaggio è fondamentale.

“Ma serve un vero cambio di passo nella lotta allo smog– continua Passi- anche perché l’ozono, prodotto principalmente dal traffico veicolare, è il contraltare estivo dell’inquinamento da polveri sottili (PM10) dei mesi più freddi. PM10 che a Padova nel 2018 ha già superato i 35 giorni consentiti di sforamenti giornalieri arrivando a quota 38.”

Insomma secondo Legambiente non basta aspettare il nuovo tram. “Vanno messe in cantiere più decise e incisive azioni strutturali per rendere sostenibile la mobilità urbana, che disincentivino seriamente il traffico privato e promuovano modalità collettive di trasporto di persone e merci, a partire dall’esponenziale potenziamento del trasporto pubblico. Fino al punto, se necessario di attivare anche a forme di tariffazione per calmierare l’entrata delle auto a Padova, sostenute da un capillare servizio pubblico, non dimenticando di organizzare il car pooling urbano (auto condivise) e di potenziare car e bike sharing. Anche la continua cementificazione del suolo padovano, contribuisce in maniera rilevante all’acuirsi dei fenomeni di inquinamento atmosferico: servono pertanto più alberi e meno cemento per disintossicare l’aria.” conclude Passi.

CAUSE ED EFETTI OZONO

A livello del suolo la molecola dell’ ozono si forma quando altri inquinanti, principalmente ossidi di azoto e composti organici volatili principalmente prodotti dai motori a scoppio, reagiscono a causa della presenza della luce del sole. Perciò viene definito smog fotochimica e si manifesta nella stagione calda. Le sorgenti di questi inquinanti “precursori” a Padova escono dai tubi di scappamento e per questo è essenziale limitare il traffico.

L’esposizione all’ozono concorre ad aggravare l’asma e altre patologie respiratorie, quali enfisemi e bronchiti. Può provocare l’infiammazione del sottile strato di cellule che riveste le vie respiratorie e se succede frequentemente vi possono essere dei danni a lungo termine, con una riduzione della qualità della vita.

Clicca il nome del file Dimensionesmog inquinamento ozono-2.jpg37.7 KB

{po4] html}

Be the first to comment on "OZONO . Largamente superato il limite annuale. Padova fuorilegge da 15 anni"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


sette − cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.