Tutti a casa!

Ai tempi odierni non si usa piu il termine "propaganda", bensi termini molto più soft e politically correct quali: diffusione, divulgazione, reclame, promozione, campagna, propagazione, risonanza, lancio, campagna pubblicitaria

Bene: allora siamo in piena "campagna pubblicitaria" con vari slogan e "reclame". Con il beneplacito allineamento dei media: stampa, tv, giornalisti, tutti ben coperti, fissi ed allineati (prima regola di addestramento militare). Nonostante tutto questo "battage pubblicitario" se riflettiamo un attimo ci accorgiamo che in effetti il nuovo governo italico non ha fatto assolutamente NULLA…
(cifr.: "hanno cambiato tutto per non cambiare nulla" da Il Gattopardo).
Lo SPREAD non è sceso grazie a chissà quali manovre; è sceso perchè doveva scendere per "tirare il fiato". Ci fosse stato un sig. Pincopalla qualsiasi al posto di Monti sarebbe andata lo stesso cosi
Cosi come ora risalirà, andando innanzitutto a 4.00/4.10 e poi ad altri obiettivi superiori (che i miei lettori conoscono da tempo).
Fino a quando non si taglieranno le fronde di spese inutili, si venderanno a prezzi di mercato (e non "a buon mercato") assett immobiliari di proprietà statale che sono solo pozzi di spesa senza fondo, sino a quando non si taglieranno le pensioni d'oro a chi non ha fatto nulla in vita sua, fino a quando continueranno (contro il ns volere) a riconoscere buonuscite milionarie (in euro) a degli inetti che hanno disastrato la ns economia, non andremo da nessuna parte. Anzi: andremo disastrosamente peggio. E questa è ECONOMIA, NON politica.

E' stato calcolato che il costo della corruzione e delle tangenti tra la politica e l'apparato statale centrale ammonta a circa 60 miliardi di euro all'anno…, ma poi le finanziarie sanguisuga le deve sopportare il normale cittadino.
E che dire dei contratti derivati (swap su valute e tassi d'interesse) stipulati dallo Stato italiano con le maggiori Banche d'Affari internazionali che hanno già prodotto, nemmeno un mese fa) una prima perdita di circa 4 miliardi di euro per chiusura anticipata (il rischio era quello di vedere incrementata la perdita con il passare del tempo)…?; e che dire di altri contratti similari ancora in essere che stanno producendo per lo Stato italiano ulteriori perdite (ad oggi) calcolabili in oltre 20 miliardi di euro?; chi pagherà questi nuovi buchi di bilancio..?; ma tutti tacciono, compreso il prof. Monti su questi argomenti e la stampa si guarda bene da porre domande su tali questioni. Potrete quindi anche capire perchè, nonostante i vari Ministri affermino ce ne sia la possibilità ma non l'obbligo, l'iva a settembre aumenterà sicuramente fino al 23% portando la tassazione italiana ai più alti livelli mondiali.
Smettiamola per cortesia, con questa ipocrisia imperante. La misura è colma ed il rispetto per i cittadini è ridotto ai minimi termini.
Il feudalesimo era morto, chi accidenti l'ha risuscitato?. 
 
Daniela Turri
 
Please follow and like us:
Pin Share

Be the first to comment on "Tutti a casa!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


20 − 13 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.