Cronaca

Squadra motociclisti

Sono arrivate, da un paio di settimane, le ultime 6 moto Honda NC 750 in dotazione al Reparto Motociclisti della Polizia Locale. Il Reparto ha…


Squadra motociclisti

Polizia Locale Padova

Sono arrivate, da un paio di settimane, le ultime 6 moto Honda NC 750 in dotazione al Reparto Motociclisti della Polizia Locale. Il Reparto ha quasi 20 moto in dotazione, per 27 agenti e 2 ufficiali, coordinati dal Comm. Massimo Bettella. Si tratta di un Reparto di elevata professionalita’ della Polizia Locale, in grado di districarsi in ogni situazione e che, grazie ai mezzi in dotazione, e’ spesso chiamato a raggiungere per primo i luoghi di intervento. Il personale del Reparto ha partecipato nel giro di 10 mesi a due corsi di formazione per la guida sicura in Citta’. Nel vasto parcheggio dello stadio Euganeo tutti e 30 gli appartenenti al Reparto sono stati impegnati, sotto la guida di istruttori esperti, in prove di agilita’ e di guida con la moto per riuscire a raggiungere, veloci e sicuri, il luogo dell’intervento.

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)



Senza patente ed assicurazione tenta di dileguarsi; fermato

Polizia Locale Padova

In data 28 maggio 2014, verso le ore 10.30, due agenti motociclisti della Polizia Locale, durante un posto di controllo in via Ariosto istituito per la verifica di un esposto, notavano sopraggiungere dal lato di via Gattamelata una Hyundai Atos. Uno dei due agenti insospettito dalle manovre effettuate dall’auto in avvicinamento (alla vista della pattuglia il mezzo accostava a bordo strada e quindi invertiva la marcia per allontanarsi nella direzione opposta) si metteva all’inseguimento dell’autovettura, che nel frattempo stava cercando di dileguarsi per le viette del quartiere. Grazie alla profonda conoscenza della zona, la pattuglia riusciva a mantenere il contatto visivo con il veicolo e dopo aver percorso le vie Gattamelata, Toniolo, Forcellini e De Lellis, riusciva a fermarlo in via Monaco Padovano. Alla guida vi era un cittadino italiano, residente in Citta’, di circa

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Aree incolte

Nei quotidiani controlli nel contrasto al degrado, una significativa criticita’ e’ rappresentata dalle aree incolte cioe’ quei luoghi che vengono tenuti in uno stato di…




Droga dal sud america, 7 arresti e 3 chili di coca sequestrati

image

Padova, 24 mag. (Adnkronos) Si conclusa una complessa indagine che ha consentito di smantellare una organizzazione dedita al traffico di stupefacenti che aveva aperto un nuovo canale di approvvigionamento di stupefacenti direttamente dal Sud America al Veneto. I carabinieri hanno arrestato 7 persone e sequestrano oltre 3 kg di cocaina purissima, con un principio attivo superiore al 97%. I dettagli dell’operazione verranno illustrati oggi, alle ore 11,30, nel corso di una conferenza stampa che si terr presso il Comando Provinciale Carabinieri di Padova.

(Adnkronos)


Droga dal sud america, 7 arresti e 3 chili di coca sequestrati (2)

image

Con l’esecuzione delle misure di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Padova, sulla scorta delle risultanze prodotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo e sposate dal pm Orietta Canova, titolare dell’indagine, si conclude l’operazione ‘Fair Trade’ con la quale stato stroncato sul nascere il tentativo di aprire un nuovo canale attraverso cui far giungere cocaina sulla piazza di Padova direttamente dal Sudamerica.

L’indagine parte nel settembre 2012, quando la polizia doganale spagnola intercetta un plico in transito, proveniente dal Costa Rica e diretto a Padova, dal contenuto sospetto. Un rapido controllo d la conferma che si tratta di cocaina, per un peso di 100 grammi. Piuttosto che procedere a un sequestro che rimarrebbe a carico di ignoti, le strutture di cooperazione internazionale convengono per una c.d. consegna controllata. Sul campo le operazioni vengono condotte dai carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Padova che affida lo svolgimento di tutte le attivit al proprio Nucleo Investigativo.

Il plico originariamente destinato a un nigeriano senza fissa dimora, che aveva eletto domicilio presso la mensa popolare di Padova, non viene per ritirato e il luogo di consegna viene spostato presso il Centro Meccanografico Postale di Padova nella zona industriale. Un mese dopo a ritirarlo si presenta il nigeriano, che viene fermato. Da l gli sviluppi che permettono di capire che la consegna dello stupefacente, con un principio attivo del 97%, era stata pianificata da un sodalizio internazionale con base in Costa Rica e Spagna.

(Adnkronos)



Sequestro di prodotti alimentari

Polizia Locale Padova

Continuano i servizi della PM di contrasto alle irregolarita’ nell’ambito del commercio. In data 21 maggio u.s. e’ stato effettuato un controllo amministrativo presso un esercizio di vicinato del settore alimentare/non alimentare gestito da un cittadino moldavo in piazzale Cuoco. Tale attivita’ e’ specializzata nella vendita di prodotti tipici del paese di provenienza del gestore, pertanto il controllo e’ stato particolarmente accurato nella verifica della regolarita’ dell’etichettatura, che deve essere tradotta nella lingua italiana e deve riportare i dati relativi al soggetto importatore nella Comunita’ europea; e’ stato cosi accertato che n. 419 prodotti alimentari risultavano privi delle indicazioni in lingua italiana (per la maggior parte gelati e dolciumi). Si e’ proceduto pertanto all’applicazione

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Sequestro di prodotti alimentari

Continuano i servizi della PM di contrasto alle irregolarita’ nell’ambito del commercio. In data 21 maggio u.s. e’ stato effettuato un controllo amministrativo presso un…


Rintracciato pirata della strada

Nella serata del 16 ottobre scorso due giovani fratelli residenti in citta’ a bordo dell’auto di proprieta’ della loro madre, all’intersezione semaforizzata posta tra le…


Rintracciato pirata della strada

Polizia Locale Padova

Nella serata del 16 ottobre scorso due giovani fratelli residenti in citta’ a bordo dell’auto di proprieta’ della loro madre, all’intersezione semaforizzata posta tra le vie Cavalletto e Cadorna, sono rimasti coinvolti in un incidente stradale con un autocarro. L’impatto e’ molto forte, il furgone benche’ danneggiato si e’ allontanato velocemente dalla zona in direzione Prato della Valle. Nell’area non mancano i testimoni che forniscono elementi che peraltro non portano all’individuazione certa del pirata. Da allora sono passati molti mesi ma il commissario Miriam Pegoraro della Squadra Infortunistica della PL ha continuato con caparbieta’ le indagini per dare un volto e un nome al pirata della strada. Si sono confrontati decine di tabulati forniti dalla Motorizzazione Civile e

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Stazione – servizio congiunto polstato e municipale

Polizia Locale Padova

Nel pomeriggio di giovedi 22 maggio si e’ svolto un servizio straordinario di controllo del territorio in zona Stazione ad opera della PL e della Questura – Commissariato Stanga. Il personale presente in forza, anche con unito’ cinofila, ha controllato per diverse ore l’area estendendo il raggio di azione anche alla piazza De Gasperi e piazzetta Gasparotto.
Sono stati identificate numerose persone e controllato se a loro carico pendevano provvedimenti di polizia o della magistratura; inoltre e’ stata verificata l’applicazione dell’ordinanza sindacale che vieta, tra l’altro, il consumo all’aperto di bevande alcoliche. Alcune persone extracomunitarie sono state accompagnate in Questura per accertamenti. Le operazioni si sono concluse verso le 20.

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)



Universita’: rettore padova, su test medicina confronto immediato con ministro

image

Padova, 22 mag. (Adnkronos) “Risulta impresa assai ardua, per non dire impossibile, dare un giudizio su quanto annunciato dal Ministro dell’Istruzione, della Ricerca e dell’Universit Stefania Giannini in merito alla sospensione del test d’ingresso ai corsi di laurea in Medicina e Veterinaria, senza disporre di una proposta precisa. La mia posizione, in linea con quella espressa all’interno della giunta Crui (Conferenze dei Rettori delle Universit Italiane) ed esplicitata in una lettera mandata dal presidente della Crui Stefano Paleari al Ministro stesso, di richiedere un confronto immediato con il Ministro per poter discutere i contenuti e le modalit di tale scelta”. Lo sottolinea il rettore dell’Universita’ di Padova, Giuseppe Zaccaria.

“Mi permetto quindi di segnalare quantomeno due esigenze: il test d’ingresso cos com’ non certo ottimale: va comunque sicuramente ripensato, migliorato ma in collaborazione con gli Atenei, rendendolo in grado di valutare effettivamente, e con pi precisione, curricula e capacit dei candidati – sottolinea – Allo stesso tempo non si possono sottovalutare le complesse implicazioni, di merito e logistiche, che l’eventuale scelta comporterebbe: gli Atenei pi importanti ed attrattivi, fra i quali in testa c’ proprio il nostro di Padova, sarebbero chiamati a sopportare un carico di studenti impensabile sia a livello organizzativo, sia come qualit della didattica”.

(Adnkronos)



Ponte di brenta – ennesimo accampamento abusivo sgomberato

Polizia Locale Padova

Ancora un intervento della Squadra Emergenze Sociali della Polizia Locale di Padova presso l’area golenale del fiume Brenta a Ponte di Brenta. E’ stato infatti individuato un accampamento di tende e ricoveri di fortuna che “accoglieva” 7 persone di nazionalita’ rumena tra cui una ragazza minorenne accompagnata al padre. Sgomberata l’area, e’ stato fatto intervenire il personale di Aps Ambiente per provvedere alla pulizia del sito. sgombero Ponte brenta2I cittadini rumeni sono stati condotti presso il Gabinetto di Fotosegnalamento di via Liberi al fine di giungere alla loro certa identificazione e, al termine delle operazioni, sono stati deferiti all’Autorita’ Giudiziaria per il reato di “Invasione di terreni” e quindi rilasciati. La ragazza minorenne e’ stata, su disposizione del P.M. del Tribunale dei Minori, affidata nuovamente al padre. Queste persone, prive di tutto, sono solite chiedere l’elemosina agli incroci o presso i luoghi di culto o presso le strutture sanitarie di Padova. L’operazione di cui sopra e’ l’ennesima posta in essere dall’inizio dell’anno dalla Polizia Municipale a contrasto degli insediamenti abusivi, del degrado e dei gravi inconvenienti igienico-sanitari che da cio’ derivano.

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)