Comunali, centrosinistra tiene Firenze e Bari e ‘prende’ Perugia e Potenza. Lecce, Rovigo e Vercelli al centrodestra

Il centrosinistra vince in tutti i 6 comuni capoluogo di regione nei ballottaggi delle elezioni comunali 2024, confermando Bari con Vito Leccese e Firenze con Sara Funaro. Al centrodestra strappa Perugia con Vittoria Ferdinandi e Potenza con Vincenzo Telesca, al Movimento 5 Stelle Campobasso con Maria Luisa Forte. Il centrodestra si impone a Lecce, Rovigo e Vercelli.

Secondo i dati del Viminale, l’affluenza definitiva è stata del 47,71% . Un dato che è in calo rispetto al primo turno, quando era al 62,83%.

I dati dei ballottaggi

Sara Funaro, candidata di centrosinistra appoggiata al secondo turno anche dal M5s, è la nuova sindaca di Firenze con il 60,56%. In base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, relativi a tutte le 360 sezioni, il candidato di centrodestra Eike Dieter Schmidt si è fermato al 39,44%. Entrano in consiglio, oltre a Schmidt, anche i candidati sindaci al primo turno Stefania Saccardi (Al centro Saccardi), Cecilia Del Re (Firenze democratica), Gabriellovic Dmitrij Palagi (Sinistra Progetto comune e Firenze ambientalista e solidale) e Lorenzo Masi (M5s).

A Perugia vince il centrosinistra. La candidata del campo larghissimo Vittoria Ferdinandi è la nuova sindaca con il 52,12%. Battuta al ballottaggio la candidata di centrodestra Margherita Scoccia che si è fermata al 47,88%. Ferdinandi è la prima sindaca donna di Perugia.

Conferma del centrosinistra a Bari con Vito Leccese nuovo sindaco. Il candidato, appoggiato al ballottaggio anche da M5S, ha ottenuto il 70,27% delle preferenze contro il 29,73% dei voti ottenuti, invece, dal candidato del centrodestra Fabio Romito.

Marialuisa Forte è la nuova sindaca di Campobasso. In base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo relativi a tutte le 56 sezioni la candidata del campo largo (Partito Democratico, Alleanza Verdi e Sinistra e Movimento Cinque Stelle), ha battuto con il 50,97% delle preferenze al ballottaggio il candidato di centrodestra Aldo De Benedittis che ha ottenuto il 49,03% dei voti.

Ribaltando l’esito del primo turno, Vincenzo Telesca, candidato del centrosinistra, appoggiato da Pd e altre liste civiche, è il nuovo sindaco di Potenza. Quando è stato completato lo scrutinio delle 77 sezioni del comune, ha raggiunto il 64,92%, mentre Francesco Fanelli, candidato del centrodestra, con lui al ballottaggio, si è fermato al 35,08%. Fanelli si è congratulato con Telesca per la netta vittoria al ballottaggio che riporta il centrosinistra alla guida del Comune di Potenza, dopo i cinque anni del sindaco leghista Mario Guarente. Fanelli ha augurato buon lavoro al nuovo primo cittadino.

Laura Nargi, appoggiata da liste civiche, è la nuova sindaca di Avellino con il 51,84%. In base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, quando sono state scrutinate tutte le 72 sezioni, Nargi ha ottenuto il 51,84% mentre il candidato del centrosinistra e del M5s Antonio Gengaro si è fermato 48,16%.

A Caltanissetta il candidato di centrodestra Walter Calogero Tesauro è stato eletto sindaco con il 52,36%, prevalendo sulla candidata civica di area progressista Annalisa Maria Petitto, che si è fermata al 47,64%.

Giandomenico Albertella è il nuovo sindaco di Verbania. Appoggiato da due liste civiche, Verbania Futura e Leali con Verbania, Albertella ha ottenuto al ballottaggio il 51,86% delle preferenze contro il 48,14% del candidato di centrosinistra e del M5s Riccardo Brezza.

Marco Piendibene, candidato del centrosinistra e del M5s, è il nuovo sindaco di Civitavecchia. In base ai dati del Viminale, diffusi sul sito Eligendo, è stato eletto con il 54,48% mentre lo sfidante di centrodestra Massimiliano Grasso si è fermato al 45,52% ed è dunque eletto consigliere di opposizione. Entra in consiglio comunale anche Paolo Poletti, un altro candidato sindaco che al primo turno era appoggiato da Fi e da altre tre liste.

Il centrodestra e i sostenitori festeggiano la vittoria di Adriana Poli Bortone a Lecce. In base ai dati ufficiosi arrivati dalle 102 sezioni ai comitati, il ballottaggio si è deciso per poche centinaia di voti. Poli Bortone è attorniata da numerosi elettori e simpatizzanti che la salutano con applausi e con i cori ‘Adriana, Adriana, Adriana’. L’ex ministra è circondata da tantissima gente.

Il candidato del centrodestra Roberto Scheda è stato eletto sindaco di Vercelli. Al turno di ballottaggio, quando è stato completato lo scrutinio di tutte le 49 sezioni, ha raggiunto il 54,19% dei voti mentre Gabriele Bagnasco, del centrosinistra, si è fermato al 45,81%.

Il candidato del centrodestra e sindaco uscente Maurizio Gambini è stato riconfermato sindaco di Urbino. Al ballottaggio ha vinto con il 53,08%, battendo il candidato del centrosinistra Federico Scaramucci che si è fermato al 46,92%.

Testa a testa a Cremona: quando sono state scrutinate 74 sezioni su 76 in base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, al ballottaggio è avanti il candidato di centrosinistra Leonardo Virgilio al 50,23% sul candidato di centrodestra Alessandro Portesani con il 49,77%.

Alle elezioni comunali per il sindaco di Rovigo, quando sono state scrutinate 34 su 55 sezioni in base ai dati del Viminale pubblicati sul sito Eligendo, al ballottaggio è avanti la candidata del centrodestra, sostenuta anche da Azione, Valeria Cittadin con il 57,27% sul sindaco uscente del M5S Edoardo Gaffeo con il 42,73%.

Leggi anche

(ADNKRONOS)