Fondazione Roma REgeneration, Banca del Fucino diventa socio sostenitore

ROMA (ITALPRESS) – Banca del Fucino entra come socio sostenitore nella Fondazione Roma REgeneration ETS, l’ente no profit nato per promuovere un progetto di rilancio della Capitale basato su una visione nuova della città e su princìpi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.
La Fondazione è un “Think Tank Lab” che ha lo scopo di sostenere la città di Roma nelle importanti sfide che la attendono nei prossimi anni, favorendo il dialogo con le amministrazioni territoriali e nazionali e contribuendo a costruire una visione per la Capitale del futuro.
Il ruolo della Banca sarà quello di contribuire allo sviluppo del progetto della Fondazione partecipando attivamente al piano di lavoro, a beneficio di tutti gli stakeholders della città.
Banca del Fucino metterà a disposizione di Fondazione Roma REgeneration la sua competenza per facilitare, veicolare e supportare gli investitori nazionali ed internazionali, agevolando la connessione con la Capitale e promuovendo il rilancio di Roma, attraverso il perseguimento dei fini istituzionali e statutari della Fondazione.
Fondazione Roma REgeneration ETS è nata nel 2023 per iniziativa di Dea Capital RE SGR, Investire SGR e Fabrica Immobiliare SGR che da sempre sono presenti sul territorio della città e ne condividono valori, cultura e storia. La Fondazione è un’iniziativa comune nell’interesse di Roma, aperta a tutti i soggetti istituzionali, pubblici e privati che vogliano condividere e contribuire al perseguimento delle finalità statutarie.
Al centro del progetto, i valori e gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo moderno e sostenibile della città, secondo una “vision” focalizzata su un piano organico di crescita strategica della città, proiettato a sostenere la Capitale nelle sfide che l’attendono nei prossimi anni, favorendo le condizioni di investimento.

– foto ufficio stampa Banca del Fucino –
(ITALPRESS).

Be the first to comment on "Fondazione Roma REgeneration, Banca del Fucino diventa socio sostenitore"

Leave a comment