Russia, Putin corteggia gli oligarchi e annuncia misure


“Paesi dell’euro parlano di collasso della nostra economia ma la loro inflazione è più alta”
Mosca, 16 mar. Vladimir Putin corteggia gli oligarchi. In un discorso di fronte all’Unione degli industriali e degli imprenditori, il presidente russo ha garantito il “sostegno del governo in tutti i modi alle imprese responsabili, a coloro che sono pronti a battersi per la loro causa, per il benessere del loro gruppo, delle persone che lavorano per loro, per il benessere di tutti i russi”.
Il Cremlino si impegna quindi ad aiutare le imprese che si concentrano sullo sviluppo sostenibile per gli anni a venire, piuttosto che per risultati a breve termine, devono e avranno supporto, ha aggiunto Putin, come ad anticipare momenti di difficoltà.
Le imprese, ha riassunto Putin, che hanno una “visione strategica per il futuro”. Il presidente russo ha anche parlato del riorientamento graduale in atto per raggiungere i mercati in via di sviluppo, un processo avviato prima ancora “dell’operazione militare speciale”. La Russia, ha affermato, è riuscita a compensare la chiusura dei mercati occidentali in questo modo.
 Putin ha anticipato che la Russia adotterà misure per bloccare la distribuzione di dividendi per l’Occidente in risposta al congelamento dei beni russi. Si tratta di una decisione “dettata dalla necessità di salvaguardare gli interessi della nostra economia e delle nostre imprese”. Il leader del Cremlino ha sottolineato che le autorità russe cercheranno di correggere la misura laddove limita la capacità di amici e partner di proseguire le loro operazioni in Russia. Putin ha quindi detto di sapere per certo che molte compagnie occidentali vogliono tornare sul mercato russo, che molte non volevano lasciare in prima battuta.
Il presidente russo sostiene che la Russia ha molti amici nei Paesi Occidentali. “I Paesi sono fatti dalle popolazioni, dalla gente, e noi abbiamo molti molti amici in questi Paesi, davvero molti”, ha affermato nel suo intervento di fronte all’Unione degli industriali e degli imprenditori russi. Questo atteggiamento favorevole è molto diverso da quello delle cosiddette élite al governo dei Paesi, ha dichiarato, come riporta l’agenzia Tass.
Putin ha incontrato gli oligarchi e l’élite dell’imprenditoria russa per invitarli a investire nelle nuove tecnologie, nelle imprese e negli impianti di produzione in modo da avere la meglio su chi vuole distruggere l’economia di Mosca. E’ la prima volta che il presidente incontra miliardari russi e il mondo dell’impresa da quando ha lanciato l’invasione dell’Ucraina.
Molti oligarchi russi sono stati sottoposti a sanzioni occidentali, ma Putin ha spiegato loro di non aver avuto altra scelta se non quella di procedere con la cosiddetta operazione militare speciale in Ucraina. La Russia, ha proseguito, sta affrontando una “guerra di sanzioni”, ma sta rapidamente riorientando la sua economia verso ”Paesi amici”.
Il leader del Cremlino ha detto anche che i Paesi della zona euro stanno cercando di convincere tutti di un imminente collasso dell’economia russa mentre la loro inflazione è più alta di quella della Russia, ha affermato Putin, citando Mark Twain e la sua celebre frase “le notizie della mia morte sono enormemente esagerate”. La domanda interna in Russia cresce bene e continuerà a farlo in modo sostenibile e stabile, ha aggiunto.

(Adnkronos)