Afroamericano ucciso da polizia a Memphis, diffuso il video: esplode protesta


Le immagini del pestaggio di Tyre Nichols scuotono gli Usa. Disordini e manifestazioni in molte città. ”Voglio solo tornare a casa”, le ultime parole del 29enne
Washington, 28 gen. Disordini e proteste in molte città degli Stati Uniti dopo la diffusione del video del pestaggio di Tyre Nichols, il giovane afroamericano morto all’inizio di gennaio dopo essere stato picchiato al momento dell’arresto da 5 agenti della polizia di Memphis.
Nella città del Tennessee numerosi manifestanti hanno bloccato entrambe le corsie del ponte I-55, un’importante autostrada che attraversa il fiume Mississippi e porta verso l’Arkansas. “Smetteranno di uccidere persone nella nostra città”, hanno urlato nei megafoni i manifestanti, nessuno dei quali è stato arrestato dalle forze dell’ordine. ”Smetteranno di uccidere i nostri fratelli e sorelle in questa città. Quando verranno, resteremo fermi, canteremo ancora il nome di Tire Nichols. Resisteremo al dipartimento di polizia responsabile”, ha dichiarato un manifestante.
A Washington decine di manifestanti si sono radunati a Lafayette Park, vicino a Black Lives Matter Plaza, e in K Street mentre a New York tre manifestanti sono stati arrestati a Times Square, uno dei quali è stato visto saltare sul cofano di un veicolo della polizia e rompere il parabrezza. I manifestanti si sono riuniti anche ad Atlanta e Boston, dove hanno marciato lungo Tremont Street, creando problemi al traffico cittadino. Manifestazioni di protesta anche a Sacramento, San Francisco, Asheville, Filadelfia, Providence, Dallas, Chicago, Detroit e Portland.
Il video di quattro minuti diffuso nelle scorse ore mostra Nichols in difficoltà dopo essere stato fermato dagli agenti, tanto che ha telefonato alla madre più volte. ”Voglio solo tornare a casa. Dannazione, non ho fatto niente”, dice il 29enne agli agenti che, come riporta il filmato, lo colpiscono con calci e pugni. Lui morirà per un’emorragia interna tre giorni dopo in ospedale. Il filmato mostra anche come l’uomo non abbia reagito ai poliziotti, ma abbia solo cercato di scappare, salvo poi essere inseguito e preso dagli agenti.
SOSPESI DUE DEPUTATI – Due deputati che lavorano per l’ufficio dello sceriffo della contea di Shelby sono stati rimossi dopo la diffusione del filmato. Come ha spiegato lo sceriffo della contea di Shelby, Floyd Bonner Jr, ”due deputati sono apparsi sulla scena” del pestaggio e questo desta ”preoccupazione”. “Ho avviato un’indagine interna sulla condotta di questi deputati per determinare cosa è successo e se sono state violate le politiche”, ha detto. “Entrambi questi deputati sono stati sollevati dall’incarico in attesa dell’esito dell’istruttoria”, ha aggiunto.
In precedenza i media locali hanno riferito che due vigili del fuoco di Memphis erano stati sollevati dai loro incarichi. L’indagine del dipartimento sul suo ruolo nell’incidente dovrebbe concludersi la prossima settimana, secondo una nota pubblicata online.

(Adnkronos)