Viticoltura, autorizzazioni bando nazionale 2019 non ancora utilizzate, attenzione alle sanzioni dopo il 31 luglio

Viticoltura, autorizzazioni bando nazionale 2019 non ancora utilizzate, attenzione alle sanzioni dopo il 31 luglio

Alle aziende vitivinicole interessate ricordiamo la scadenza del 31 luglio relativa alle autorizzazioni di nuovo impianto rilasciate con il Bando Nazionale 2019, non ancora utilizzate (parzialmente o nel totale) . In caso di mancato utilizzo di tali autorizzazioni di nuovo impianto entro la loro data di scadenza, fissata al 31/07/2022, l’art. 69 del Testo Unico del Vino (L. 238/2016 del 12 dicembre 2016) prevede le seguenti sanzioni amministrative:

a) tre anni di esclusione dalle misure di sostegno previste dall’organizzazione comune del mercato (OCM) vitivinicola e 1.500 euro per ettaro, se la superficie impiantata è inferiore o eguale al 20 per cento del totale della superficie concessa con l’autorizzazione;

b) due anni di esclusione dalle misure di sostegno previste dall’OCM vitivinicola e 1.000 euro per ettaro, se la superficie impiantata è superiore al 20 per cento ma inferiore o eguale al 60 per cento del totale della superficie concessa con l’autorizzazione;

c) un anno di esclusione dalle misure ​di sostegno previste dall’OCM vitivinicola e 500 euro per ettaro, se la superficie impiantata èsuperiore al 60 per cento ma comunque inferiore al totale della superficie concessa con l’autorizzazione.

Ricordiamo infine che, in caso di non utilizzo dell’autorizzazione per una superficie inferiore all’ettaro, non è possibile procedere alla riduzione proporzionale della sanzione da applicare.

(Coldiretti Padova)