Siccità: la Polizia Provinciale interviene per salvare la fauna ittica

polizia provinciale

La situazione nei corsi d’acqua è drammatica a causa della siccità.
“Il livello d’acqua dei fiumi è ai minimi storici – ha dichiarato Vincenzo Gottardo, reggente della Provincia di Padova – e riceviamo continue segnalazioni da parte di cittadini e associazioni sulla morìa di pesci lungo i canali. La Polizia Provinciale è attiva per organizzare e coordinare azioni di salvataggio della fauna ittica. Questa è intervenuta sullo scolo Alicorno che lambisce le mura dell’Orto Botanico per recuperare il pesce vivo. Grazie anche all’aiuto dei volontari, dotati di ideona attrezzatura, è stato trasferito nel Bacchiglione dove, nonostante il livello sia basso, è al momento il corso d’acqua più elevato. L’intervento è stato coordinato con l’Orto Botanico, l’associazione Amissi del Piovego e il dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Padova.
Il Bacchiglione è talmente basso che non riesce a trasferire l’acqua sul tronco maestro dal ponte dei Cavai lungo via Goito e verso la Specola. Il problema in centro città è ancora più grave perché tanti rivoli non sono sufficientemente alimentati e il livello del Brenta sta scendendo a vista d’occhio, di conseguenza la fauna ittica non sempre riesce a resistere su pochi centimetri d’acqua. La Polizia Provinciale è costantemente operativa, risponde a tutte le segnalazioni e alle richieste cercando di intervenire dove possibile, ma la scarsità d’acqua è davvero eccezionale, a causa anche delle nevicate insufficienti dell’inverno scorso. Speriamo davvero in un cambiamento della situazione metereologica”.

25/06/2022

(Provincia di Padova)