Il dance-musical ‘Cats’ al Sistina, prima volta ambientato a Roma


Produzione e regia di Massimo Romeo Piparo per il testo di Thomas Stearns Eliot premio Nobel per la Letteratura, musicato da Andrew Lloyd Webber – “Per i protagonisti stiamo lavorando su star della canzone pop e rock italiana”, anticipa il regista e direttore artistico del Sistina
Roma, 6 giu. Per la prima volta, sarà ambientato a Roma il dance-musical ‘Cats’, su testo dello scrittore Thomas Stearns Eliot premio Nobel per la Letteratura e le musiche di sir Andrew Lloyd Webber: a produrlo e dirigerlo sarà Massimo Romeo Piparo per la PeepArrow Entertainment, in scena dal 7 dicembre al teatro Sistina, di cui è il direttore artistico, prima della tournée a Milano e in altri teatri italiani. Sarà anche l’occasione per celebrare il 40° anniversario dal debutto dell’opera nel 1982 a Broadway dove fece registrare il record mondiale di repliche consecutive, che permette a ‘Cats’ di collocarsi ancora oggi fra i quattro musical più rappresentati nella storia teatrale.
In particolare, questo ‘Cats’ made in Rome sarà ambientato in una ipotetica e futuristica discarica di opere d’arte, di reperti archeologici, con il Colosseo sullo sfondo, tra statue di Marco Aurelio, frammenti di Bocca della Verità, capitelli, colonne e altri reperti. Oltre ovviamente alla musica e alla danza, per uno spettacolo che è considerato come il prototipo del dance-musical, un ruolo forte nella confezione dello show diretto da Piparo avranno l’illusionismo, la magia e gli effettisti speciali, che saranno affidati al gatto-mago Mr. Mistoffelees.
“Sarà l’occasione per ribadire ancora una volta a tutto il mondo la centralità culturale e artistica della Città Eterna, della sua storia e del fascino, che può conferire a storie prettamente anglosassoni come questa dei gatti Jellicle narrati da Eliot – sottolinea Piparo – Lo spettacolo sarà riadattato, ma restando fedelissimo alla partitura musicale e allo spirito voluto dai suoi creatori e con un’aderenza completa al gusto del pubblico italiano. I personaggi-gatti porteranno tutti uno stile e un carattere molto in linea con la nostra abitudine di interagire con questo animale che spesso è anche compagno delle nostre vite”.
Ma chi sarà a dare voce ai principali personaggi, da Grizabella la gatta-glamour che canterà l’intramontabile ‘Memory’ – incisa da 150 artisti diversi, tra cui Celine Dion, Luciano Pavarotti, Barbra Streisand, Placido Domingo, José Carreras, Milva, Ute Lemper, Susan Boyle, Jennifer Hudson – a Rum Tum Tagger il gatto-punk-rock e a Old Deuteronimy il gatto-capo?. “Senz’altro quest’opera – anch’essa interamente cantata, come ‘Jesus Christ Superstar’ ed ‘Evita’ dello stesso Webber – si presta al coinvolgimento di star della canzone pop-rock italiana, con ruoli che ben si addicono ad alcuni volti molto popolari del nostro panorama pop e rock. Ci stiamo lavorando…”, non si sbilancia Massimo Romeo Piparo.
A firmare le coreografie della versione italiana, invece, si sa già che sarà Billy Mitchell, l’attuale coreografo associato delle ultime produzioni di Webber come ‘School of Rock’ a ‘Cinderella’. La direzione musicale, la conduzione della band che suonerà rigorosamente dal vivo tutte le serate nonché la programmazione dei suoni originali di ‘Cats’ saranno affidate a Emanuele Friello; mentre le scene di suggestiva ambientazione archeologica romana saranno di Teresa Caruso e i costumi di Cecilia Betona, che supervisionerà l’intero look della trasformazione da umano a felino del cast di ‘Cats’.
(di Enzo Bonaiuto)

(Adnkronos)