Il villaggio sull’educazione ambientale a Roma unisce scuole e parchi

ROMA (ITALPRESS) – Educazione ambientale dedicata alla biodiversità: è il progetto al quale hanno aderito scuole di ogni ordine e grado partecipando all’iniziativa lanciata dal ministero della Transizione ecologica e da quello dell’Istruzione.
Un percorso che trova compimento oggi e domani (3-4 giugno), in occasione dell’inaugurazione del Villaggio diffuso di educazione ambientale, nell’ambito della due giorni organizzata presso la tenuta presidenziale di Castelporziano, per celebrare la giornata mondiale dell’Ambiente del 5 giugno.
Tutto è iniziato il 19 maggio a Palazzo Rospigliosi, nell’ambito dell’evento “Nature in mind” organizzato dai Carabinieri forestali: in quella giornata è stata presentata la Carta per l’educazione alla biodiversità, una carta di impegni poi trasmessa alle scuole italiane e alle aree protette nazionali. E da quel momento è partita l’adesione al progetto.
Tra il 19 maggio e il 3 giugno, gli istituti scolastici del Paese e le aree protette nazionali hanno lavorato per la realizzazione di attività formative sul tema della biodiversità, in modo sinergico tra docenti e operatori di tutela della natura. Contemporaneamente è stata attivata una raccolta di firme per la sottoscrizione degli impegni.
Oggi, presso la Tenuta presidenziale di Castelporziano è inaugurato il Villaggio diffuso di educazione ambientale: gli stand espositivi e i laboratori sono allestiti grazie alla collaborazione con il MiTE, il Ministero dell’Istruzione, i Carabinieri del Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari, i Parchi nazionali, il WWF, Legambiente, Lipu, l’Ispra.
Il villaggio è aperto alle visite di alunni e studenti tra gli 8 e i 14 anni, provenienti da Roma e dalla Regione Lazio; sono previsti anche – in collaborazione con il Servizio per la società civile e la coesione sociale del SGPR – i bambini delle case famiglia del Comune di Roma.
Questa mattina, dalle ore 10 è previsto l’evento istituzionale: alla presenza dei Ministri Cingolani e Bianchi, e del Comandante Arma dei Carabinieri Luzi, una rappresentanza di studenti guidata dal portavoce delle consulte studentesche riconsegnerà la Carta alle Autorità il programma prevede gli interventi dei Ministri, dell’Ispra e poi rappresentanti delle scuole e delle aree protette presenteranno progetti di educazione ambientale realizzati nelle scuole e nei parchi.
Oggi pomeriggio, in collaborazione con l’Accademia nazionale delle Scienze detta dei XL, si prosegue con un evento di divulgazione tecnico scientifica, in occasione anche dei 30 anni dal summit di Rio. In tale sede verranno presentati i Volumi scientifici editi dall’accademia a conclusione dello scorso settennato e la piattaforma “Castelporziano laboratorio aperto”.
-foto agenziafotogramma.it-
(ITALPRESS).