Pianificazione territoriale: dialogo tra la Provincia di Padova e la Regione del Veneto

canella corazzari

Un confronto per il coordinamento, la collaborazione e la riorganizzazione della pianificazione territoriale e urbanistica. E’ stato il tema dell’incontro che si è svolto in Regione del Veneto tra l’assessore Cristiano Corazzari e il vicepresidente della Provincia di Padova con delega all’Urbanistica Daniele Canella. 
“Abbiamo analizzato progetti e percorsi condivisi per la pianificazione territoriale – ha detto Daniele Canella –   ad iniziare dall’attività coordinata dalla Provincia di Padova, soprattutto nei piccoli Comuni che sono ancora sprovvisti di PAT Piano di Assetto del Territorio. Il vecchio PRG, ormai non più attuale, deve essere rivisto e la Provincia sta portando avanti un’attività di coordinamento con gli Ordini professionali al fine di sostenere i Comuni, ragionando per aree omogenee per generare economie di scala, per portare a termine questi adempimenti e dotarsi finalmente di strumenti urbanistici moderni e all’avanguardia. La problematica è comune in tutto il Veneto, anche nelle altre Province, perciò la Regione si è detta disponibile a valutare le più idonee forme di sostegno”.
Il Vicepresidente Canella ha poi chiesto all’Assessore Corazzari la disponibilità della Regione ad intervenire per due ambiziose attività di pianificazione intercomunale. E’ infatti obiettivo della Provincia di Padova elaborare il nuovo PATI (Piano Assetto Territorio Intercomunale) tematico dei Colli Euganei, assieme al Parco Regionale. Al termine della tornata elettorale, che coinvolge quattro comuni dell’area Colli, sarà avviato il confronto con le amministrazioni comunali per definire il protocollo d’intesa da sottoscrivere congiuntamente. Le tematiche da affrontare riguardano la pianificazione di iniziative relative alla ricettività turistica sostenibile, vera scommessa per la promozione territoriale dei Colli anche alla luce della candidatura al riconoscimento di “riserva della biosfera – MAB Unesco”, e alle conseguenti azioni di mitigazione ambientale dovute alla forte antropizzazione dell’area (più di 60mila persone abitano e lavorano all’interno dell’area del Parco Colli) e di resilienza del territorio ai cambiamenti climatici.    
L’idea della Provincia inoltre è quella di elaborare una pianificazione sperimentale in uno dei PATI già consolidati, per implementare le tematiche energetiche e di sostenibilità ambientale, soprattutto alla luce delle trasformazioni sancite dal PNRR.  Un esperimento per valutare sul campo eventuali “best-practice” e strumenti innovativi da estendere poi su tutti i territori della Provincia.
“A livello urbanistico – ha concluso Daniele Canella – i temi sono davvero strategici e molto ampi. Ogni zona del territorio ha le proprie peculiarità e necessità. La pianificazione territoriale è un ambito imprescindibile per lo sviluppo del territorio, per la riqualificazione delle zone turistiche, per la valorizzazione del patrimonio artistico, storico e ambientale. In questa particolare situazione economica, la Provincia di Padova vede nella collaborazione con tutte le Istituzioni e i soggetti attivi sul territorio la strada maestra per affrontare i problemi più urgenti e per programmare il rilancio del nostro sistema economico. Con l’Assessore Corazzari c’è stata piena sintonia sugli obiettivi esposti e ci ha assicurato massima collaborazione per l’attuazione delle strategie illustrate”.

23/05/2022

(Provincia di Padova)