Samp-Juve 1-3, autogol e doppio Morata: Allegri sale ancora


Szczesny para un rigore, i bianconeri consolidano il quarto posto
La Juventus vince 3-1 sul campo della Sampdoria nel match valido per la 29esima giornata della Serie A. I bianconeri salgono a 56 punti, consolidando il quarto posto: la formazione di Allegri è a +9 su Atalanta (2 partite in meno) e Roma (1 partita in meno). I torinesi si portano momentaneamente a -1 dal terzo posto occupato dal Napoli e a -4 dal primato del Milan.
La Juve conquista il bottino pieno con una prestazione concreta e solida. Nel primo tempo, gli ospiti controllano la situazione senza creare granché e sfondano grazie all’autogol di Yoshida. Cuadrado scappa a destra e crossa, il difensore prova ad anticipare Kean e infila nella propria porta: 0-1 al 23′. La Samp fatica a imbastire una reazione e viene punita al 34′. Kean gestisce benissimo una ripartenza e si prepara a calciare: l’attaccante subisce fallo, rigore. Morata dal dischetto non sbaglia: 0-2. La Juve abbassa il ritmo nella ripresa e la Sampdoria rimane agganciata alla partita, che regala un finale ad alta tensione.
I blucerchiati si procurano un calcio di rigore grazie al fallo di mano di Rabiot. Candreva calcia dagli 11 metri, Szczesny è perfetto e respinge a mano aperta. Il portiere polacco deve arrendersi all’84’. Punizione di Sabiri, la deviazione di Morata in barriera trasforma il tiro in una conclusione imparabile: 1-2. La Juve non trema e rimette subito le cose a posto. Locatelli pennella un cross da destra, Morata è puntuale all’appuntamento con il colpo di testa sul secondo palo: 1-3, la Juve sale ancora.

(Adnkronos)