Quirinale 2022, Conte: “Casellati? No ad atti di forza”


“Invitiamo il centrodestra a fare un esame di coscienza”
Roma, 28 gen. “Noi non partecipiamo a questi atti di forza, a queste conte sulle spalle delle cariche istituzionali. E’ la ragione per cui abbiamo deciso di astenerci: siamo qui presenti ma preferiamo non partecipare a questa forzatura istituzionale”. Sono le parole del leader M5S Giuseppe Conte, a proposito della candidatura al Colle della Presidente del Senato Casellati, da parte del centrodestra. Per il fronte progressista “non è possibile candidare la seconda carica dello Stato senza previamente discutere, confrontarsi e condividere una tale candidatura. E’ un cortocircuito istituzionale”, sottolinea.
“Invitiamo il centrodestra a fare un esame di coscienza, perché dopo varie riunioni mi sembra che le loro divisioni interne siano ben chiare”, aggiunge.
Ci sarà un incontro con Matteo Salvini? “Noi non ci sottraiamo ad alcun confronto, ma è chiaro che se prima della votazione, quando ormai siamo lì intenti a valutare come procedere e a valutare quali eventuali candidature proporre, riceviamo un avviso di convocazione, questo non esiste”, afferma Conte.
“Ho letto che ieri sono sparito per qualche ora dai radar… Ero a fare telefonate con i leader, ad avere scambi riservati il che non significa che siano poco trasparenti. Non ho incontrato candidati, né fatto inciuci o caminetti, che non mi appartengono. Ho messo a disposizione le mie modestissime capacità di mediazione e pazienza per cercare di trovare una soluzione”, dice ancora.

(Adnkronos)