Gal Patavino, nuovi bandi per oltre un milione di euro

Il GAL Patavino pubblica nuovi bandi che riservano oltre 1 milione di euro per sostenere il territorio nella promozione dei prodotti agricoli e alimentari di qualità e nel turismo rurale. C’è tempo fino al 22 marzo per presentare le domande. I contributi sono stati riservati al GAL Patavino dal Programma di Sviluppo Rurale di Regione Veneto per le annualità 2021-2022, per rafforzare il territorio in termini di competitività delle imprese e di attrattività per visitatori e turisti.

A questo collegamento i bandi e maggiori dettagli

Di seguito le principali informazioni

Il Programma di Sviluppo Locale del GAL prosegue quindi con la pubblicazione dei bandi, a partire dal mese di Gennaio. “Le associazioni di categoria e gli enti hanno lavorato con il GAL per condividere quali settori dovevano essere rafforzati e i contributi disponibili sono il risultato di questo percorso” sottolinea il Presidente del GAL Federico Miotto “ci sono opportunità per chi intende investire nella propria azienda, promuovere le produzioni di qualità e per gli enti che si aggregheranno con una visione di sistema. Premiamo la sostenibilità ambientale e l’innovazione, la cooperazione tra gli enti e la qualità certificata”.

Vediamo nel dettaglio quali sono i bandi pubblicati. Per promuovere e diffondere la qualità dei prodotti locali, il GAL riserva un bando ad hoc, e i beneficiari potranno ottenere un contributo al 70%. Il sostegno è riservato ai Consorzi di Tutela dei prodotti di qualità caratteristici del territorio, per valorizzare le produzioni certificate che differenziano l’area del GAL. Le microimprese e le piccole imprese nei settori di commercio, artigianato, ristorazione e accoglienza possono invece sfruttare l’opportunità di contributi al 40% per investimenti sugli immobili e al 35% per l’acquisto di attrezzature. Il bando promuove il miglioramento delle imprese esistenti ma anche l’avvio di nuove imprese (anche le persone fisiche possono infatti richiedere il contributo, purché attivino l’impresa grazie al progetto finanziato). In linea con gli obiettivi di sviluppo del territorio, anche gli enti locali potranno investire nel turismo lento e nel recupero di immobili storici per attività gratuite alla popolazione.

Vi sono quindi due bandi riservati agli enti pubblici, con un’ottica di sistema soprattutto per il bando dedicato alle infrastrutture. Investire in percorsi cicloturistici significa partecipare alla più ampia visione regionale promossa dalla Rete Escursionistica Veneta e il GAL promuove la valorizzazione del territorio nel più ampio ambito regionale. Nel caso del recupero del patrimonio storico, saranno premiati i progetti che accolgono già attività culturali gratuite per la popolazione.

C’è tempo fino al 22 marzo 2022 per fare domanda di contributo. I bandi sono disponibili sul sito web www.galpatavino.it ma possono essere richiesti anche all’indirizzo mail [email protected] Gli uffici del GAL, inoltre, sono a disposizione per tutte le informazioni.

(Coldiretti Padova)