In Europa è sempre più internet-mania tra informazione, svago e divertimento

Con la pandemia sono state stravolte tutte le abitudini, come forse non avveniva dai tempi del secondo dopoguerra. In particolare per tutti i cittadini europei, che hanno esponenzialmente aumentato il loro utilizzo di internet. Nella sola Italia quattro su cinque utilizzano quotidianamente internet per i più vari scopi: intrattenimento, video e musica, gioco online, informazione e acquisti.

A conferma di un avvenuto cambio di scenario sono arrivati i risultati di uno studio condotto da Eurostat, che ha cercato di capire come si è intrattenuto il tempo, in un campione di cittadini europei tra i 16 e i 74 anni. Molti dati sono stati una semplice conferma di tendenze già avviatesi prima della pandemia.  Ad ogni modo, dalla ricerca si evince che nel 2020 in Europa ben il 75% dei cittadini ha utilizzato servizi online per leggere notizie, giornali o riviste.

Tra questi il 74% utilizza il web per visualizzare e guardare video, serie tv o servizi in streaming. Leggermente più bassa invece la percentuale di quanti ascoltano musica, circa il 61%. Solo il 34% del campione sfrutta il web per giocare o scaricare giochi. Tra i giochi rientrano anche le slot machine online, colonna portante della filiera dei casinò online. Tutti gli operatori hanno tentato di aumentare il proprio bacino di utenza sfruttando tutti i mezzi a disposizione per aumentare le registrazioni di nuovi profili. Tra questi strumenti marketing i più popolari sono i bonus senza deposito casino, innovative promozioni per la fidelizzazione dei nuovi e vecchi clienti.

Nello specifico della ricerca Eurostat è emerso anche il cambio che, necessariamente, avviene da Paese a Paese per intrattenersi. Ad esempio nella visione di programmi streaming o in TV, sono i Paesi Bassi e Cipro che registrano le percentuali più alte di cittadini dediti a questa attività: si parla del 95% per entrambi i casi. A seguire spiccano Finlandia e Malta, col 93%. Le nazioni in cui la visione di video è stata più bassa sono la Bulgaria (44% dei cittadini) e Romania (37%). Qualche evidente differenza spicca nel modo di sfruttare l’intrattenimento online con giochi. I Paesi Bassi mantengono alte le loro percentuali, seguiti però da Malta e Danimarca. Giochi e scaricamento di giochi non sfondano in Bulgaria e Polonia, dove le percentuali sono più basse del 20% anche in relazione al resto dell’Europa dell’Est. L’Italia invece mantiene la sua media europea, con valori compresi tra il 26 e il 36%.

 

Please follow and like us:
Pin Share

Be the first to comment on "In Europa è sempre più internet-mania tra informazione, svago e divertimento"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


quattro × quattro =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.