PADOVA: IMMATRICOLAZIONI A LUGLIO IN FLESSIONE RISPETTO ALLO STESSO MESE DEL 2020

PADOVA: IMMATRICOLAZIONI AUTO NEL MESE DI LUGLIO IN FLESSIONE RISPETTO ALLO STESSO MESE DELL’ANNO SCORSO (-20,26%) MA IN CRESCITA NEI PRIMI 7 MESI DEL 2021 (+35,98%). CRESCE L’ELETTRICO

E’ sempre in chiaroscuro la lettura dei dati sulle immatricolazioni delle auto in questi mesi segnati dalla pandemia.
“I raffronti restano difficili – commenta Massimo Ghiraldo, presidente dei concessionari auto dell’Ascom Confcommercio di Padova – perché l’alternanza di aperture e chiusure impedisce, di fatto, di comprendere appieno come si stia muovendo il mercato dell’auto”.
Di una cosa però i concessionari sono contenti: “La decisione parlamentare, in sede di conversione in legge del DL Sostegni bis – continua Ghiraldo – di stanziare nuovi fondi statali per accelerare il rinnovo del parco circolante italiano attraverso l’acquisto di autovetture (con emissioni 0-60 e 61-135 g/km di CO2) e veicoli commerciali nuovi meno inquinanti è senz’altro positiva. Qualche dubbio, per contro, sulla proposta “Fit for 55”, presentata dalla Commissione europea le scorse settimane, tesa a raggiungere gli obiettivi di neutralità climatica al 2050”.
Ma veniamo ai dati di luglio che vedono la provincia di Padova attestata a 2004 vetture immatricolate che portano il complessivo dei primi sette mesi dell’anno a quota 14.924. Il trend comunque sembra piuttosto omogeneo tanto da racchiudere in poco più di 2 punti percentuali il differenziale tra le immatricolazioni in Veneto (-18,01% rispetto a luglio 2020) e quelle in provincia di Padova (-20,26%) col dato nazionale che si attesta a metà strada: – 19,4%.
Diverso il ragionamento se si guarda al confronto di gennaio-luglio 2021 col pari periodo dell’anno scorso. In questo caso Padova registra un +35,98%, in linea anche col dato regionale fissato al 36,94%.
 “La speranza – evidenzia il presidente dei concessionari dell’Ascom Confcommercio di Padova – è che gli incentivi sul nuovo, le cui prenotazioni per la categoria fino a nove posti sono partite all’inizio di agosto, consentano al mercato di tirare un po’ il fiato”.
Veniamo così alle alimentazioni. Le auto elettriche e plug-in continuano a crescere grazie alla spinta determinante degli ecobonus, con una quota di mercato che per i veicoli totalmente elettrici giunge al 3,5% e per quelli plug-in (ovvero quelli “con la spina”) al 4,2%. In particolare, le auto ibride prese nel loro complesso risultano le più vendute nel mese con una quota che si aggira intorno al 35% del mercato. Va da sé che le auto a benzina e diesel arretrino rispettivamente a circa il 27% e al 22% mentre le autovetture a GPL registrano il 6% di quota da inizio anno e quelle a metano il 2%.
Infine uno sguardo alle immatricolazioni di luglio nel padovano viste dal punto di vista dei marchi di maggiore appeal. Fiat, con 214 immatricolazioni copre il 13,39% del totale mentre Volkswagen con 166 rappresenta il 10,39%. A seguire Toyota (94 pari al 5,88%); Renault (93 pari al 5,82%); Jeep (79 ovvero il 4,94%); Kia (77 e 4,82%) e infine Peugeot (74 pari al 4,63%).

PADOVA, 12 AGOSTO 2021

(Ascom Padova)

Please follow and like us:
Pin Share