Tokyo 2020, Di Francisca contro ct fioretto: “Cipressa non all’altezza”

La doppia campionessa olimpica all’Adnkronos: “Il bronzo lascia l’amaro in bocca. Errigo soffre le gare importanti, lo abbiamo visto a Rio e ora anche qui”

“E’ un bronzo che lascia un po’ l’amaro in bocca. E’ inutile negarlo, con la Francia in semifinale potevano e dovevano vincere perché sono molto più forti delle transalpine”. La doppia campionessa olimpica di Londra nel fioretto individuale e a squadre Elisa Di Francisca commenta così all’Adnkronos la medaglia di bronzo nel fioretto femminile a squadre ai Giochi di Tokyo 2020. “Sono state però brave nell’assalto per il bronzo che psicologicamente è difficile da affrontare dopo una semifinale persa in quel modo tirando meglio e vincendo agevolmente -prosegue Di Francisca-. Ora speriamo nei ragazzi visto che è l’ultima possibilità di portare a casa un oro nel fioretto da questi Giochi. Si meriterebbero proprio di vincere, incrociamo le dita”.
Di Francisca lancia poi una serie di durissime stoccate: “Forse l’ultimo assalto in semifinale avrebbe dovuto farlo Alice Volpi. Arianna Errigo è fortissima sia fisicamente che tecnicamente, ma soffre le gare importanti in special modo le Olimpiadi. Lo abbiamo visto ai Giochi di Rio e anche qui a Tokyo”, dice parlando dell’azzurra che nell’ultimo assalto partiva con un vantaggio di 40-37 ed è stata poi rimontata e battuta 45-43. “E’ un peccato perché oggi le altre ragazze hanno tirato bene e invece Arianna che dovrebbe essere la punta della squadra è mancata nel momento decisivo”, aggiunge la due volte campionessa olimpica di Londra 2012 nel fioretto individuale e a squadre.
E ancora: “Andrea Cipressa non è all’altezza per essere il ct del fioretto. Lo dicono i risultati. Serve una personalità più forte. A Londra con Cerioni ct prendemmo tre ori e 5 medaglie. Io non so se Stefano sia disponibile a tornare ma lui sarebbe il più indicato a ricoprire quel ruolo”.

(Adnkronos)

Please follow and like us: