Comunicato stampa:presentato “Ragazze nel Pallone 2021” l’evento di sport al femminile più grande d’Italia

Torna anche quest’anno “Ragazze nel Pallone”, l’evento di sport al femminile più grande d’Italia giunto alla sua tredicesima edizione, che, per l’occasione, si sdoppia. A causa della pandemia da Coronavirus l’edizione 2021 andrà in scena in forma ridotta con cinque sport in vetrina: calcio a 5 e calcio a 7 al parco Raciti di via Pelosa; touch rugby, ultimate frisbee e beach volley al parco Sant’Ignazio di Montà.

Appuntamento a sabato 10 luglio al parco Raciti, alle ore 8:30, per l’inaugurazione del festival in presenza dell’assessore allo sport del Comune di Padova Diego Bonavina: «Ragazze nel Pallone è un brand conosciuto in tutta Italia – ha detto l’assessore allo sport del Comune di Padova Diego Bonavina – e Padova vuole l’integrazione a tutti i livelli. Parlare ancora oggi di integrare una comunità al femminile vuol dire che siamo ancora in ritardo. Ma vogliamo recuperare il ritardo e abbiamo condiviso di presentare la Carta Etica al Femminile a ruota di quanto ha fatto Bologna. Di strada da fare ce n’è da fare ancora, ma vogliamo garantire lo sport per tutti e per tutte alla stessa maniera. A Padova abbiamo esempi straordinari di sport al femminile, con uno scudetto di pallanuoto perso all’ultimo rigore, con il Valsugana rugby pluridecorata formazione di vertice nella palla ovale, l’approdo del Padova Calcio a cinque per la prima volta in Serie A. L’evento di quest’anno è ridotto rispetto a quanto siamo abituati. Ragazze nel pallone ospiterà anche la visita della Commissione Europea attesa per valutare la candidatura di Padova città europea dello sport nel 2023. Il Parco Brentella è un impianto di eccellenza non solo a Padova, ma nel Veneto e anche in Italia e sarà popolato della festosa comitiva femminile che affollerà gli impianti nella due giorni padovana».

In collaborazione con Cus Padova calcio a 5 femminile e Padova Calcio femminile c5, dalle ore 9:00 prende vita il nuovo progetto di futsal femminile “Be Brave Ragazze” dedicato sia a grandi che piccine. Organizzato assieme a “Be Brave Academy”, oltre a Padova, si fermerà a Roma, Milano, Bitonto, Cagliari e Falconara. Si inizia con la sessione di allenamento per le bambine dai 4 fino alle ragazze di 17 anni e si continua poi, dalle ore 11:00, con il torneo di futsal dedicato alle adulte. Nei campi in erba spazio al calcio a 7 che parte alle ore 10:00. Spazio alla riflessione, dalle ore11:00, con il workshop dedicato alle ragazze atlete e a chi riveste un ruolo di leadership nello sport. L’obiettivo è quello di creare connessioni e fornire spunti di riflessione sul tema della leadership femminile nello sport in Europa e per capire a che punto siamo in Italia. Il workshop dal titolo:“Step Up Equality Sport Camp: voci di atlete e leaders in Europa sulla leadership femminile nello sport” avrà come ospiti: Alice Bruni (project manager S.u.e, Gea Coop Sociale), Luisa Rizzitelli (presidente Assist), Francesca Masserdotti (psicologa), Antonella Bellutti (Assist). L’evento è organizzato con la collaborazione della Cooperativa Sociale.

Nella giornata di sabato, al centro sportivo Sant’Ignazio alle ore 10:00, inizio del torneo di touch rugby, e dalle ore 16:00 quello di beach volley femminile. In serata, alle ore 20:00 spazio alle premiazioni di entrambi gli eventi. Nella giornata di domenica, via alle danze ancora al centro sportivo Sant’Ignazio, dove alle ore 9:00 comincerà il torneo di beach volley per ragazze e per ragazzi dai 13 ai 17 anni, e alle ore 10:00 il torneo di ultimate frisbee femminile in collaborazione con Mud. Le premiazioni di entrambi gli eventi sono previste per le ore 18:00.

Ultimo, ma non per ordine di importanza, “Ragazze nel pallone” quest’anno inizia una partnership con “Womens In Games”, organizzazione che opera sia a livello nazionale e internazionale. WiGJ promuove la tematica dell’inclusione di genere nel settore del videogioco e degli esports e divulga le opportunità lavorative legate alle opere digitali interattive e in particolare del videogioco. Women in Games Italia lavora per incrementare la presenza di donne nel settore del videogioco (compresi mobile, vr ed eSports) in Italia e supporta le professioniste già inserite in esso. L’organizzazione promuove una maggiore visibilità delle professioniste del settore, valorizzando la loro storia personale e professionale e informa le giovani ragazze e studentesse sulle opportunità lavorative offerte dal settore dei videogiochi: «Siamo alla tredicesima edizione di questo evento – spiega Elisabetta Torresin, presidentessa di Asd Ragazze nel Pallone – abbiamo una parte sportiva e una parte valoriale che abbiamo cercato di sviluppare parallelamente. L’edizione sarà per forza di cose ridotta a causa della pandemia da Coronavirus che ancora ci condiziona e, proprio per questo, abbiamo deciso di sdoppiarci fra parco Raciti-Brentella e parco Sant’Ignazio. In tal modo si eviteranno grossi assembramenti e ci si potrà dedicare a tutte le varie fasi dell’evento»

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us:
Pin Share