IN SOFFERENZA IL MERCATO AUTO A PADOVA E PROVINCIA

MERCATO DELL’AUTO SEMPRE IN SOFFERENZA: A MAGGIO, IN PROVINCIA DI PADOVA, IMMATRICOLATE 1.990 VETTURE.
GHIRALDO (CONCESSIONARI ASCOM CONFCOMMERCIO): “SERVONO MISURE ADEGUATE PER SOSTENERE IL SETTORE”.
IL PROBLEMA DELLE MANCATE CONSEGNE DOVUTE ALLA CRISI DELLE FORNITURE DI SEMICONDUTTORI

L’aumento delle immatricolazioni nel mese di maggio 2021 c’è, ma è un aumento rispetto ad un maggio 2020 fortemente condizionato dalla pandemia.
Per cui il dato relativo alle 1.990 auto immatricolate in provincia di Padova rispetto alle 1.664 di un anno fa, va preso con le pinze.
“I numeri – commenta Massimo Ghiraldo, presidente dei concessionari auto dell’Ascom Confcommercio di Padova – evidenziano le forti difficoltà del mercato a risollevarsi dalla crisi e annullano il pur timido tentativo di ripresa dei mesi scorsi, sostenuto dagli incentivi”. 
Incentivi esauriti troppo presto per innescare un effetto volano sul mercato. 
“Ciò di cui avremmo bisogno – continua Ghiraldo – è di adeguate misure volte a sostenere il settore, favorendo il rinnovo di un parco circolante decisamente vetusto. Gli incentivi, infatti, rappresentano un investimento per l’erario grazie all’incremento di gettito di IVA e IPT derivante dalla vendita delle nuove vetture”.
C’è poi un altro aspetto che contribuisce ad aggravare le condizioni del settore ed è la crisi della fornitura dei semiconduttori che sta generando un ritardo nella consegna delle vetture nuove.
“Purtroppo il limite attualmente previsto entro il quale concludere una prenotazione con ecobonus è fissato a 180 giorni. Se non vogliamo vanificare l’efficacia della misura il limite va ampliato a 300 giorni”.
Tornando ai dati ma rimanendo ben ancorati alle valutazioni fin qui espresse, va detto che da gennaio a maggio le auto immatricolate sono state 11.203 con un incremento del 62,88% rispetto alle 6.878 del pari periodo del 2020 quando, soprattutto a febbraio, marzo e aprile le immatricolazioni avevano rasentato quasi quota zero.
Venendo invece alle preferenze rispetto ai marchi, vanno segnalate le buone performance di Citroen (102 immatricolazioni nel mese di maggio pari al +12,09% con un incremento del 78,51% nei primi cinque mesi dell’anno); Fiat (209 pari al +11,17% e al 66,47% nei cinque mesi); Peugeot (147 pari al +42,72% nel mese e +77,51% da gennaio a maggio); Toyota (135, ovvero il 60,71% in più a maggio ed il 100% dall’inizio dell’anno) ed infine Volkswagen (177 (+22,92% nell’ultimo mese e +38,83% fino a fine maggio).

Padova 18 giugno 2021

(Ascom Padova)

Please follow and like us: