Comunicato stampa: la Polizia Locale ferma un furgone sospetto e sequestra arnesi da scasso

Nella notte del 9 giugno, verso le ore 03:00, durante il servizio dinamico di controllo del territorio, una pattuglia della Polizia Locale nota in via Venezia, all’altezza del negozio “Chicco”, un vecchio furgone che, privo della fanaleria posteriore, era condotto a velocità molto lenta e incerta.

Mentre gli agenti si avvicinano per effettuare un controllo più approfondito, il conducente del furgone aumenta la velocità ed imbocca una laterale, nel tentativo di rendersi irreperibile.

Raggiunto in breve e fermato il veicolo, il conducente, cittadino padovano di 57 anni, si sottopone al controllo, evidenziando fin da subito un atteggiamento nervoso. Dalla verifica dei documenti di guida e circolazione, è emerso che l’autocarro era privo di assicurazione RC obbligatoria. Non solo, alla vista degli operatori non è sfuggita la presenza all’interno del veicolo di un grosso manico in legno dietro il sedile del conducente e di un coltello a serramanico sul cruscotto, vicino al posto di guida.

Inevitabile la perquisizione personale e del veicolo che ha consentito di reperire oltre al coltello a serramanico, un’ascia, una mazza da baseball, una trancia, un “piede di porco” e alcuni grossi tubi di metallo.

Il conducente non è stato in grado di fornire nessuna motivazione plausibile che giustificasse la detenzione dei materiali e degli oggetti ritrovati; tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro, mentre il conducente è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per il reato previsto dall’art. 4 Legge 110/75 e art. 707 del Codice Penale.

L’assessore alla sicurezza e Polizia Locale Diego Bonavina dichiara: “La vigilanza degli uomini e delle donne della Polizia Locale è sempre presente lungo le strade della nostra città e non ha sosta, nemmeno in orario notturno; l’attività di prevenzione costituita dai controlli di polizia stradale, messi in campo dai nostri operatori secondo criteri di rotazione tra le diverse località, mira ad incrementare il livello di sicurezza del territorio, a beneficio di tutti, residenti e non. L’intervento della scorsa notte lo dimostra: è tutt’altro che normale circolare con determinati oggetti a bordo di un veicolo”.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: