COVID: COLDIRETTI, ITALIA NELLA LISTA ARANCIONE DEL REGNO UNITO. IL VENETO PERDE OLTRE DUE MILIONI DI TURISTI INGLESI

COVID: COLDIRETTI, ITALIA NELLA LISTA ARANCIONE DEL REGNO UNITO. IL VENETO PERDE OLTRE DUE MILIONI DI TURISTI INGLESI

COVID: COLDIRETTI, ITALIA NELLA LISTA ARANCIONE DEL REGNO UNITO

IL VENETO PERDE OLTRE DUE MILIONI DI TURISTI INGLESI

 

19 maggio 2021 – L’Italia finisce nella lista arancione della Gran Bretagna. Si evince – spiega Coldiretti – dalle dichiarazioni del premier Boris Johnson ai Comuni relative alle nuove norme sui viaggi dal Regno Unito che mantengono la raccomandazione di non viaggiare nei 170 Paesi e territori inseriti nelle cosiddetta lista arancione fra cui l’Italia e tutta l’Ue tranne il Portogallo. Prima della pandemia erano oltre 2 milioni i cittadini inglesi in viaggio in Italia e che mettono tra le mete preferite anche le città storiche come Venezia, Verona e Padova da visitare durante i mesi di luglio, agosto e settembre. Apprezzate anche le località rurali e la campagna per la qualità dell’alimentazione. Al cibo gli inglesi destinano una quota elevata della spesa durante la vacanza. Gli effetti rischiano di farsi sentire – precisa la Coldiretti – anche dal venir meno della leva positiva del turismo sulle esportazioni nazionali con i turisti che al ritorno in patria cercano sugli scaffali i prodotti gustati durante il viaggio. La Gran Bretagna si classifica al quarto posto tra i partner commerciali del Belpaese per cibo e bevande dopo Germania, Francia e Stati Uniti. Dopo il vino, con il prosecco in testa, al secondo posto tra i prodotti agroalimentari italiani più venduti in Gran Bretagna ci sono – conclude la Coldiretti – i derivati del pomodoro, ma rilevante è anche il ruolo della pasta, dei formaggi, salumi e dell’olio d’oliva e il flusso di Grana Padano e Parmigiano Reggiano.

(Coldiretti Padova)