LA PROTESTA SUL FOTOVOLTAICO A TERRA DI COLDIRETTI VENETO APPRODA IN PARLAMENTO. INTERROGAZIONE DEL DEPUTATO FRANCO MANZATO SULLA TUTELA DEI TERRENI AGRICOLI

LA PROTESTA SUL FOTOVOLTAICO A TERRA DI COLDIRETTI VENETO APPRODA IN PARLAMENTO. INTERROGAZIONE DEL DEPUTATO FRANCO MANZATO SULLA TUTELA DEI TERRENI AGRICOLI

LA PROTESTA SUL FOTOVOLTAICO A TERRA DI COLDIRETTI VENETO APPRODA IN PARLAMENTO

Interrogazione parlamentare del Deputato Franco Manzato sulla tutela dei terreni agricoli

9 aprile 2021 – La protesta di Coldiretti Veneto sul fotovoltaico a terra approda in Parlamento. L’onorevole Franco Manzato ha depositato un’interrogazione ai Ministri competenti dell’Ambiente e delle Politiche Agricole in merito alla situazione che sta interessando la Regione del Veneto. “Quali interventi – chiede l’onorevole Manzato – il Governo intende mettere in atto, attraverso le indicazioni specifiche delle regioni, affinchè sia rallentato l’utilizzo dei terreni in zone classificate agricole dai vigenti piani urbanistici per l’installazione di pannelli solari collocati su suolo, in quanto è necessario effettuare una valutazione di tutti i valori e interessi coinvolti dai vari progetti, come la salvaguardia del terreno e della sua qualità, la tutela dell’ambiente e del paesaggio, favorendo la destinazione e la valorizzazione dell’attività agricola”. L’iniziativa giudicata importante da Coldiretti Veneto sposta l’attenzione sulle maglie larghe della normativa vigente nazionale che ha costretto la politica regionale ad intervenire con una proposta di legge ad hoc attualmente depositata in Consiglio del Veneto. Il pdl 41 infatti che individua  le aree dismesse e marginali idonee all’installazione limitata di moduli solari e boccia i mega parchi come quello di Loreo in provincia di Rovigo che stanno occupando fertili terreni agricoli. I tempi purtroppo corrono – spiega Coldiretti Veneto – e non coincidono con il completamento dell’iter amministrativo che deve seguire i passaggi e le discussioni di diverse commissioni.  L’unica carta da giocare – dice Coldiretti Veneto – è una moratoria fino all’approvazione della legge. A Rovigo ci sono già sei istruttorie per impianti di fotovoltaico a terra. Un vero e proprio saccheggio di superficie agricola – commenta Coldiretti Veneto – il Polesine diventato confine di conquista da società internazionali che più che all’energia pulita pensano alle speculazioni agro energetiche. Questa situazione non riguarda solo la campagna rodigina, ma l’intero territorio regionale che rischia di essere oggetto di investimenti estranei alle finalità legate all’agricoltura .

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: