FATTORIA DIDATTICA, IL MODELLO VENETO E’ VINCENTE. LA VENEZIANA TIZIANA FAVARETTO OSPITE DI COLDIRETTI UMBRIA.

FATTORIA DIDATTICA, IL MODELLO VENETO E’ VINCENTE. LA VENEZIANA TIZIANA FAVARETTO OSPITE DI COLDIRETTI UMBRIA.

Mestre, 26 Marzo 2021 Ieri pomeriggio Tiziana Favaretto, vice responsabile di donne Impresa Venezia, ha partecipato ad un incontro organizzato via webinar  da donne impresa Umbria con la partecipazione di circa un centinaio di imprenditrici agricole. Tiziana che siede al tavolo di coordinamento delle fattorie didattiche della Regione per conto di Coldiretti Veneto, ha potuto così illustrare alle colleghe umbre, non solo la sua preziosa esperienza iniziata diciotto anni fa, ma anche come la Regione abbia saputo cogliere in questo ambito agricolo, un importante servizio didattico che l’azienda può fornire a grandi e piccini, a famiglie e scuole. “ Sono stata tra le prime aziende nel 2003, ad entrare nel gruppo di lavoro, promosso e coordinato dalla Regione e nel quale sono presenti le Associazioni professionali agricole e agrituristiche- ha raccontato Tiziana Favaretto-  abbiamo da subito elaborato la “Carta della qualità delle fattorie didattiche”, che definiva i requisiti e gli impegni per l’accreditamento delle fattorie operanti nel territorio della Regione Veneto.

Tutte e solo le aziende che presentavano i requisiti previsti dalla Carta della qualità, e ne sottoscrivevano i relativi impegni, venivano iscritte all‘”Elenco regionale delle fattorie didattiche” e potevano usufruire del LOGO “Fattorie didattiche della Regione Veneto” appositamente elaborato e approvato dalla Regione.” Sono stati questi criteri definiti e precisi e il coordinamento attivo, dinamico e presente a guidarci in questi anni e a farci crescere da sessanta aziende agricole alle attuali trecentocinquanta.

“ Per me – ha specificato Tiziana – non c’è nulla di più gratificante che aprire le porte della mia azienda e raccontare i segreti della vita in campagna, che per noi agricoltori fanno parte della routine quotidiana, mentre per un bambino di città rappresentano un mondo nuovo da scoprire e amare.” Ogni operatore ha modo di esprimere al meglio le proprie potenzialità facendo emergere storie, tradizioni, sapori, colori che raccontano l’azienda e il territorio circostante facendo conoscere il ricco patrimonio di biodiversità di cui le nostre campagne possono godere. Il life motive della fattoria didattica è basato sull’ “imparare facendo” ha specificato Tiziana Favaretto, per cui ogni fattoria si sbizzarrisce con laboratori specifici affinchè i ragazzi sperimentino con mano, in cosa consista il lavoro del contadino. “E’ un’esperienza vincente che aiuta i ragazzi ad apprezzare i prodotti agricoli, imparando la stagionalità e a mangiare con più gusto” ha puntualizzato Tiziana. Il servizio di Fattoria Didattica rientra a pieno nelle proposte Coldiretti rivolte alla scuola volte ad avvicinare grandi e piccini al mondo agricolo, come accade con il progetto “Il detective della spesa” con la speranza di trasmettere quale importante lavoro si cela dietro al grande patrimonio enogastronomico locale e italiano che tutto il mondo ci invidia.

Durante il webinar di ieri in cui erano presenti anche la coordinatrice nazionale Silvia Bosco e la responsabile nazionale di Donne Impresa Floriana Fanizza, Tiziana Favaretto non ha nascosto la preoccupazione per il periodo di emergenza sanitaria, in cui le attività didattiche e anche agrituristiche sono bloccate. “ Le nostre aziende spesso situate in zone isolate in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse i luoghi più sicuri perché è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche, sperando anche di poter riaprire al più presto anche le nostre fattorie didattiche, magari con delle formule che vadano incontro, in questa fase, alle famiglie in difficoltà” ha concluso Tiziana onorata di essere stata invitata al coordinamento di Donne Impresa Umbria per testimoniare l’esito di un’esperienza vincente.

(Coldiretti Padova)

Please follow and like us: