BERTIN: INACCETTABILE L’INCERTEZZA SUI VACCINI

BERTIN (ASCOM CONFCOMMERCIO PADOVA): “NON POSSIAMO PERMETTERCELO: TROPPE LE PERSONE CHE MUOIONO PER IL VIRUS E TROPPE LE AZIENDE CHE CHIUDONO”

Fare presto, perché ogni minuto che passa e che alimenta l’incertezza sull’efficacia e sicurezza dei vaccini non solo provoca la morte di 300 persone e più al giorno causa virus, ma provoca anche la chiusura delle aziende. Quella sui vaccini è un’incertezza che non possiamo permetterci!”
Sottolinea due volte di non avere competenze in materia Patrizio Bertin, presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, per cui si astiene da qualsiasi giudizio in campo medico ma non può non rilevare che servirebbe maggiore presa di responsabilità da parte di tutti.
“A parte il fatto che ancora una volta la scelta della Germania sembra in grado di condizionare l’iniziativa degli altri Paesi della UE – continua Bertin – non si capisce perché, in un momento di così grave emergenza, non si sia ritenuto di dover giungere a conclusioni in tempi rapidissimi visto che ogni minuto che passa non fa altro che alimentare i dubbi e, con i dubbi, le difficoltà”.
“Se un’autopsia può liberarci dal dubbio – conclude il presidente dell’Ascom Confcommercio – se una delibera dell’Ema o dell’Aifa può stabilire, senza ombra di dubbio, che i vaccini sono sicuri, non è logico che si rinvii anche solo di 48 ore. Ognuno si prenda dunque le proprie responsabilità e dica alla popolazione come stanno le cose!”

Padova 16 marzo 2021

(Ascom Padova)

Please follow and like us: