Comunicato stampa: 3.000 risposte ai questionari distribuiti dalle Consulte per definire come investire 350.000 euro nei quartieri

Con lo scorso bilancio sono stati stanziati dal Consiglio comunale 350.000 euro per le Consulte di Quartiere, ognuna delle quali può decidere autonomamente come investirli sul proprio territorio.
Per definire le priorità ogni Consulta nei primi giorni di febbraio ha condiviso un questionario aperto alla compilazione di cittadine e cittadini nel quale ogni persona poteva indicare una attività o un intervento da realizzare nel proprio quartiere, indicando un’area di riferimento corrispondente a:
arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
– attività culturali ed artistiche
– attività sociali e di supporto all’inclusione
– scuola, educazione e formazione
– sport e tempo libero
– sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
– verde pubblico

Sono state raccolte quasi 3.000 risposte dai cittadini, tra questionari online e cartacei. Ora ogni Consulta, partendo da questi dati, elaborerà proposte da sottoporre agli assessori competenti perché apportino le opportune variazioni di bilancio utili ad impegnare le spese definite.

Dichiara Francesca Benciolini, assessora ad decentramento: “In 20 giorni sono arrivate moltissime proposte e sono molto soddisfatta. Ora le Consulte stanno discutendo per individuare gli interventi da finanziare. Con 35.000 euro ovviamente non potranno realizzarli tutti e andrà fatta una scelta, ma quei dati sono strategici per continuare il lavoro delle Consulte di raccordo tra territorio e Amministrazione. Nel complesso è significativo come più del 20% siano richieste che riguardano l’ambito della partecipazione e dello sviluppo di comunità. Molte richieste infatti sono state inserite in questo contesto, interpretandone il significato in diversi modi: qualcuno ha inserito qui iniziative culturali ed eventi sportivi, oppure la necessità di spazi pubblici attrezzati. Possiamo affermare che dopo un anno di Covid le persone hanno voglia di stare insieme, di condividere. Subito dopo ci sono gli interventi riguardanti l’arredo urbano, la rigenerazione e il verde pubblico. Giostre, ciclabili, parchi, fioriere, nuovi alberi, illuminazione, marciapiedi ma anche proposte come il ciclocross, piscine e addirittura nuovi ponti. Ma anche attività educative, progetti per l’inclusione, attività sportive, insomma, una mole di dati importanti, utili per il lavoro quotidiano di tutti perché risponda sempre di più anche alle piccole e grandi esigenze dei quartieri“.

Dichiara Marta Nalin, assessora alla partecipazione: “Con questo questionario abbiamo individuato un modo per dialogare direttamente con i cittadini e le cittadine, per cercare di comprendere le loro esigenze e orientare di conseguenza la nostra azione. La partecipazione è stata enorme. Sono arrivate proposte anche dalle scuole, dalle associazioni, i singoli ma anche i gruppi di ragazzi che magari si sono coordinati per chiedere a gran voce un campo da basket. Strutturare questo lavoro per farlo diventare la base della redazione di un vero bilancio partecipato è un obiettivo che ci poniamo per i prossimi anni. Questo primo passo ha portato risultati incredibili. Siamo partiti dalle piccole cose, abbiamo recepito una risposta forte e questo mi fa essere certa che la città risponderebbe al meglio anche ad un lavoro più approfondito con a oggetto i grandi temi della città. Ringrazio tutti quelli che hanno collaborato per promuoverlo, partendo dalle consulte di quartiere, ma anche chi ha speso qualche minuto per indicare le proprie preferenze“.

Di seguito i dati riferiti ai soli questionari online consulta per consulta, con una dichiarazione da parte di tutti i presidenti.

CONSULTA 1 – 124 QUESTIONARI
33 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
22 attività culturali ed artistiche
14 attività sociali e di supporto all’inclusione
11 scuola, educazione e formazione
11 sport e tempo libero
31 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
12 verde pubblico
2 altro

Dichiara la presidente Elena Zamuner: “La Consulta 1 ha ricevuto circa 140 richieste tra cartaceo e online. Tralasciando quelle in cui si chiede un intervento di tipo tecnico (cestini, panchine, illuminazione…), per le rimanenti, e tenuto conto del numero di persone che hanno inviato richieste, abbiamo individuato un elemento costante: la necessità di fruire di spazi pubblici, per lo più verdi, in cui sia possibile realizzare attività di socializzazione a carattere sportivo o culturale. Trovandoci ad un anno dall’inizio della pandemia può essere significativo favorire questo desiderio di incontro, regolato da proposte (visite guidate, attività ginniche, concerti o altri eventi) che siano controllabili sul piano del rispetto delle normative sanitarie, ma che possano anche “ristorare” il vuoto lavorativo di associazioni che da un anno non possono operare in spazi chiusi (palestre, cinema, teatri, sale per incontri…). Le proposte evidenziate sono riconducibili a diversi Assessorati: verde, cultura, sociale, sport e tempo libero.
Verrebbero realizzate in diverse aree del nostro quartiere: parco Treves, Prandina, parco Venturini Natale, ecc.

CONSULTA 2 – 119 QUESTIONARI
23 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
4 attività culturali ed artistiche
12 attività sociali e di supporto all’inclusione
3 scuola, educazione e formazione
24 sport e tempo libero
23 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
26 verde pubblico
4 altro

Dichiara la presidente Etta Andreella: “La richiesta più interessante è “un bancale rialzato per permettere alle persone con disabilità di lavorare nell’orto di via Induno”, ma ci sono moltissime richieste di investimenti di rigenerazione urbana sull’area del Borgomagno, in particolare da parte di associazioni. Molte generiche sul verde pubblico, sull’arredo urbano, lo sport e il tempo libero, senza specifiche“.

CONSULTA 3A – 196 QUESTIONARI
33 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
15 attività culturali ed artistiche
15 attività sociali e di supporto all’inclusione
8 scuola, educazione e formazione
32 sport e tempo libero
29 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
52 verde pubblico
12 altro

Dichiara la presidente Silvia Bresin: “Abbiamo ricevuto tra moduli cartacei e online circa 200 risposte. Diverse richieste di utilizzo spazi all’aperto per attività ludico/sportive anche per diversamente abili e per persone anziane. Viene richiesto espressamente un maggior utilizzo del Parco Europa e del Giardino di Cristallo, così come aule studio, giostrine, bacheche con portabici, alberi. Interessanti alcune idee di servizio agli anziani. Con questo lavoro abbiamo idee e contatti che possono tornarci utili per molti progetti nel quartiere“.

CONSULTA 3B – 204 QUESTIONARI
48 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
17 attività culturali ed artistiche
10 attività sociali e di supporto all’inclusione
13 scuola, educazione e formazione
39 sport e tempo libero
40 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
17 verde pubblico
20 altro

Dichiara Mauro Feltini, presidente: “Abbiamo ricevuto molte richieste per attività teatrali/artistiche all’aperto in quartiere, corsi di ginnastica e attività fisiche per bambini, adulti e anziani nei parchi, protezione della pista ciclabile in via Forcellini nei pressi della Scuola inglese, presentazioni di libri e mostre d’arte nella biblioteca di quartiere, sistemazione dei passaggi ciclopedonali che si riempiono di fango quando piove“.

CONSULTA 4A – 259 QUESTIONARI
40 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
11 attività culturali ed artistiche
15 attività sociali e di supporto all’inclusione
11 scuola, educazione e formazione
28 sport e tempo libero
109 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
31 verde pubblico
14 altro

Dichiara il presidente Celestino Giacon: “Nella nostra consulta abbiamo raccolto 259 questionari online, molte proposte interessanti di cui due lo sono particolarmente: un progetto di street art nei rioni della consulta da realizzare con gli studenti delle scuole e l’acquisto di un defibrillatore per un rione della nostra consulta dove non c’è, tema sollecitato grazie a corsi di primo soccorso realizzati proprio dalla consulta. Qualche richiesta strana: ad esempio una piscina“.

CONSULTA 4B – 417 QUESTIONARI
81 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
39 attività culturali ed artistiche
59 attività sociali e di supporto all’inclusione
23 scuola, educazione e formazione
67 sport e tempo libero
80 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
52 verde pubblico
16 altro

Dichiara Dario Da Re, il presidente:”Ci sono state richieste decine di attività nei parchi, negli spazi cittadini, attività sportive. Interventi sulla mobilità, in particolare al Bassanello e interventi per migliorare la ciclabilità. Inoltre particolare attenzione è stata posta nelle attività per gli anziani, anche a distanza, ad esempio sull’alfabetizzazione informatica. Musica per animare e il posizionamento di una panchina rossa. Un progetto interessante: un ponte educativo multiculturale“.

CONSULTA 5A – 92 QUESTIONARI
16 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
7 attività culturali ed artistiche
6 attività sociali e di supporto all’inclusione
10 scuola, educazione e formazione
12 sport e tempo libero
18 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
9 verde pubblico
14 altro

Dichiara il presidente Maurizio Marcassa: “Oltre ai progetti sull’ex casa del custode della scuola media di via Rovigo, sulla funzionalità del parco dell’Usignolo, sulla piastra sportiva e sul parco di Voltabrusegana e sulla sistemazione della pista ciclopedonale “passaggio Mandria”, la maggior parte delle richieste hanno riguardato il maggiore utilizzo delle aree verdi, la sicurezza per ciclisti e pedoni in alcune zone a rischio, la viabilità del Bassanello“.

CONSULTA 5B – 162 QUESTIONARI
30 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
4 attività culturali ed artistiche
11 attività sociali e di supporto all’inclusione
57 scuola, educazione e formazione
24 sport e tempo libero
21 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
6 verde pubblico
9 altro

Dichiara la presidente Mila Masciadri: “Abbiamo ricevuto tra le proposte: risistemazione di una piastra da basket del quartiere (con progetto partecipato dei cittadini/associazioni per la sua gestione), book crossing/bookforest nei parchi/giardini di quartiere, attività rionali sulla storia del quartiere e realizzazione di un cortometraggio sui luoghi storici (con particolare attenzione al bunker che si trova nel rione Palestro), realizzazione di postazioni nei giardini delle scuole primarie per permettere lezioni all’aperto, pontili di attracco in via Isonzo ed ancora rastrelliere per bici, percorsi tematici nei parchi, trattamento antizanzare“.

CONSULTA 6A – 103 QUESTIONARI
28 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
5 attività culturali ed artistiche
9 attività sociali e di supporto all’inclusione
6 scuola, educazione e formazione
17 sport e tempo libero
13 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
21 verde pubblico
4 altro

Dichiara il presidente Luciano Sardena: “Le segnalazioni che più possono interessare sono la realizzazione di un campo di basket con annesse altre strutture che possano essere usufruite dal ragazzi come parkour e attività culturali, teatro, mostre d’arte e concerti, oltre a un laboratorio teatrale. Vengono ripetutamente richieste anche aree cani“.

CONSULTA 6B – 327 QUESTIONARI
73 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
0 attività culturali ed artistiche
42 attività sociali e di supporto all’inclusione
12 scuola, educazione e formazione
31 sport e tempo libero
47 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
107 verde pubblico
15 altro

Dichiara il presidente Alessandro Bastianello: “Colpisce in particolare la richiesta di attività all’aperto, anche itineranti, in quartiere. Ricorrente la domanda di “verde””.

TOTALE COMPLESSIVO DELLE CONSULTE
350 arredo urbano e piccoli interventi di rigenerazione urbana
117 attività culturali ed artistiche
188 attività sociali e di supporto all’inclusione
1 51 scuola, educazione e formazione
275 sport e tempo libero
401 sviluppo di comunità, partecipazione e attività di aggregazione
323 verde pubblico
110 altro

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)