Amore e giustizia – 2. Chiesa universale e chiese locali: quale rapporto alla luce di Amoris laetitia?

Il nuovo ruolo assunto dalle chiese locali e dai loro vescovi. Tra possibilità che si aprono e problemi che emergono: è il tema che Roberto Repole svilupperà al convegno inter-facoltà “Amore e giustizia voglio cantare”: la giustizia profezia della chiesa. Il caso del rapporto tra teologia e diritto alla luce dei dibattiti suscitati da Amoris laetitia, organizzato da Facoltà teologica del Triveneto e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia, online, giovedì 11 marzo 2021.

Amoris Laetitia, nella sua novità, – anticipa Repole – mette in gioco in maniera nuova il rapporto tra cosiddetta chiesa universale e chiese locali o “gruppi di chiese”. A partire da una riflessione ecclesiologica che si muova nella prospettiva della chiesa locale quale chiesa che esiste in un luogo, si rifletterà sull’importanza di articolare una normativa universale e una normativa locale.
Sulla scia di quanto proposto da Amoris Laetitia sarà poi indispensabile trattare un’altra questione strettamente connessa alla precedente: il ruolo che in questa materia vengono ad assumere i vescovi e i presbiteri.
Ponendosi nella prospettiva di un dialogo tra ecclesiologia e diritto, si tratterà di verificare la sostenibilità e il realismo di un’interpretazione teologica del ministero così come ci viene consegnato dal Vaticano II; e di domandarsi se non sia urgente superare alcune evidenti parzialità del magistero conciliare su questo tema.

Roberto Repole è direttore della sezione di Torino della Facoltà teologica dell’Italia settentrionale; è docente di teologia sistematica presso la stessa Facoltà e l’Istituto superiore di Scienze religiose della città

La partecipazione al convegno è gratuita, con iscrizione obbligatoria entro il 4 marzo 2021.

Per informazioni e iscrizioni consultare questa pagina

(Facoltà Teologica del Triveneto)

Please follow and like us: