Governo Draghi, le domande di Toninelli



Roma, 5 feb. Una serie di domande sul governo Draghi. Se le pone il senatore M5S Danilo Toninelli. “Mi domando: ma un governo Draghi con i ministri Brunetta, Calenda, Boschi (e/o simili) e un tecnico all’Economia potrà attuare riforme essenziali come l’acqua pubblica, la banca pubblica, il conflitto di interessi, le preferenze, la riforma della Rai e della giustizia, la regolamentazione del lobbying e l’editoria pura? O anche solo parte di esse? Mi domando ancora: un governo siffatto completerà la cacciata dei Benetton dalle autostrade e impegnerà al meglio per tutti noi italiani i soldi del Recovery? Voi ci credete per davvero? Ci credete per davvero che mantenere un paio di ministeri in forza al MoVimento ci garantisca questo? Io ovviamente no”, scrive.
“Ma va bene, ci sto! Andiamo a vedere cosa ci propone il Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi. Ma andiamo con la valigia piena di proposte imprescindibili per noi. E con la richiesta che ci vengano garantiti i modi e i tempi di attuazione. E, poi, qualunque cosa accada, decidiamo tutti assieme. Con il voto degli iscritti”, aggiunge.
“Chi mi conosce lo sa: amo il MoVimento come si ama la propria famiglia. Nel difenderne gli straordinari valori di onestà, lealtà e coerenza ho avuto tanto, più di quanto chiedessi dalla vita, ma ho anche subito tanto e continuo a subire. Ma me ne frego degli attacchi dei GraNellini di sabbia del giornalismo. Mi interessa solo il MoVimento e continuerò a battermi per lui, finché sarà MoVimento. Quindi FORZA! Non molliamo!”, l’appello dell’ex ministro dei Trasporti.

(Adnkronos)

Please follow and like us: