Governo Draghi, Salvini: “No pregiudizi ma voto resta via maestra”

Il leader della Lega: “Al premier incaricato chiederemo taglio tasse, piano vaccini e riforma giustizia”

“Come centrodestra compatto, ribadiamo che la strada maestra sono le elezioni. Con il voto si potrebbe dare al Paese stabilità, un governo stabile”. Lo dice Matteo Salvini, al termine del vertice del centrodestra alla Camera. Il leader della Lega. “C’è soddisfazione che dopo settimane di perdite di tempo non ci sono più Conte, Casalino, Renzi, Azzolina, questo – spiega – è già un servizio reso all’Italia”.
“La via maestra – ribadisce il leader della Lega – sono le elezioni entro la primavera. Ovviamente – ha aggiunge Salvini – siamo realisti, sappiamo che il Paese ha bisogno di risposte immediate. C’è Draghi che ci incontrerà, andremo a capire, proporre e valutare”, sottolinea. “Noi – chiarisce – non abbiamo pregiudizi, gli italiani hanno fame di salute”.
“Le priorità che porremo a Draghi – indica, riferendosi alle consultazioni – sono il taglio delle tasse e burocrazia, il piano vaccinale, la riforma della giustizia”.
E alla domanda se il centrodestra andrà in unica delegazione alle consultazioni con Draghi, Salvini replica che “l’obiettivo è questo, siamo sempre stati compatti e lavoro per questo”. E annuncia che ci sarà “nelle prossime ore” un nuovo vertice tra alleati.

(Adnkronos)

Please follow and like us: