Reichlin (Fondazione Ortygia): “Affrontare numeri spaventosi del lavoro femminile”



Roma, 9 dic. “I numeri sulla partecipazione del lavoro femminile e sulla scolarizzazione delle donne sono due facce dell’arretratezza del Sud e dell’Italia. Sono numeri spaventosi. L’Italia ha una debolezza rispetto all’Europa e il Sud ha una debolezza rispetto all’Italia. Una debolezza che è il prodotto di fenomeni strutturali e storici, che vanno letti con lucidità e affrontati con una capacità di iniziativa che sia commisurata all’emergenza”. Lo ha detto Lucrezia Reichlin, presidente della Fondazione Ortygia Business School e professore di Economia alla London Business School, nel corso dell’evento organizzato da Intesa Sanpaolo dal titolo ‘Il ruolo delle donne nello sviluppo del Sud Italia’.
“Un tasso di partecipazione così basso al lavoro nel Sud ha un effetto sul Pil, ma non solo in senso meccanico. C’è anche un effetto moltiplicatore. Le donne che scelgono la scuola e scelgono delle occupazioni – ha spiegato Reichlin – sono donne che sono in grado di trasmettere ai figli certi valori” che indicano come le donne “possano partecipare alla società in vario modo e questo vale come modelli per le figlie femmine ma anche per i maschi”.

(Adnkronos)

Please follow and like us: