Tamburi (Enel Italia): “Serve una svolta di concretezza”



Roma, 4 nov. “Quello che noi facciamo e possiamo fare non può che inserirsi nelle politiche economiche, sociali e ambientali dei governi e dell’Europa”. Così Carlo Tamburi, amministratore delegato Enel Italia, durante la ‘Sessione plenaria internazionale: Governi e imprese green nel nuovo contesto globale’ degli Stati Generali della Green Economy all’interno di Ecomondo digital.
“Vorrei fare una riflessione – prosegue – cioè che ‘tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare’. Questa la preoccupazione che noi abbiamo: se non c’è una svolta di messa a terra, di scarico, di pragmatismo, di concretezza, gli obiettivi sono bellissimi e condivisibili, ma tutto questo deve essere indotto dai governi e dalle policies. Se non c’è un meccanismo virtuoso, operativo, concreto per scaricare a terra le idee, ho paura che si resti a lettera morta. Il mio primo richiamo è: benissimo ma cambiamo passo”.
“La sostenibilità fa bene alle imprese – conclude – E questa green economy può essere anche una grande opportunità industriale per la filiera italiana perché ci sono alcune produzioni nuove che possono essere portate nel nostro Paese”.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Tamburi (Enel Italia): “Serve una svolta di concretezza”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


dodici + 7 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.