Comunicato stampa: 100.000 euro per migliorare la qualità dell’aria. Nuovo bando per i contributi alla trasformazione dell’alimentazione dei veicoli da benzina o gasolio a gpl / metano

Arriva anche quest’anno il bando per favorire la trasformazione dell’alimentazione dei veicoli da benzina/gasolio a GPL/metano.
Il bando rientra tra le iniziative volte al miglioramento della qualità dell’aria, che sottolineano un impegno per la tutela ambientale e per la salute dei cittadini. L’utilizzo dei carburanti a più basso impatto ambientale aiuta infatti nella riduzione delle emissioni inquinanti, oltre ad essere un’azione che favorisce la mobilità sostenibile.

Gli Accordi di programma per miglioramento della qualità dell’aria del Bacino padano prevedono già dal 2018 le limitazioni al traffico dei veicoli Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 0 e prossimamente verranno estesi ad altre categorie.

Viste le numerose richieste di cittadini interessati alla trasformazione del proprio veicolo per poter circolare, a maggior ragione in questo momento di emergenza sanitaria che, oltre a causare ristrettezze economiche, spinge a prediligere l’utilizzo del mezzo privato, la Giunta ha deciso di stanziare 100.000 euro per supportare la cittadinanza con un contributo economico.

Si potrà richiedere un contributo di:
650 euro per la trasformazione da benzina a benzina/GPL;
750 euro per la trasformazione da benzina a benzina/metano;
900 euro per la trasformazione da benzina a gasolio/GPL;
1.000 euro per la trasformazione da benzina a gasolio/metano;
Potranno fare richiesta le persone residenti nel Comune di Padova e le persone fisiche o giuridiche aventi sede legale operativa nel Comune di Padova, proprietarie di veicoli.
L’ammissione al contributo avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda, fino ad esaurimento della disponibilità finanziaria.

Dichiara Chiara Gallani, assessora all’ambiente: “Abbiamo molto insistito per riconfermare anche quest’anno questo importante contributo. Non solo perché è un’azione concreta volta alla tutela dell’ambiente e dell’aria, ma perché in epoca di crisi sanitaria ed economica dobbiamo essere presenti e attenti verso i cittadini, a maggior ragione se chiediamo loro di adeguarsi alle limitazioni previste dall’accordo padano, che portiamo avanti con determinazione.
Con ottobre 2020 doveva scattare anche il blocco degli Euro 4, sappiamo è stato posticipato ma questa è un’occasione anche per tutti i proprietari di questo tipo di veicoli, che si troveranno soggetti a nuove limitazioni nei prossimi mesi.
Anche questa è un’azione a favore della mobilità sostenibile, perché non sempre si può rinunciare all’auto e servirsi di una bicicletta o del trasporto pubblico. Farlo inquinando meno è un passo importante. Il bando ha sempre riscosso molto successo, sono convinta che anche quest’anno le domande saranno molte, e mi auguro che, piano piano, tutti i cittadini scelgano sempre il modo più sostenibile per muoversi. Ne va della nostra aria
“.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: