Comunicato stampa: al via un’indagine sulla sosta in città

L’obiettivo dello studio, commissionato da Aps Holding Spa, è quello di aggiornare il patrimonio di parcheggi presenti a Padova ed in particolare nelle zone prossime al centro storico e alle aree strategiche come la Stazione, la Fiera e l’Università.
L’indagine si svolgerà nei giorni 6/7/8 ottobre e interesserà 20 zone di parcheggio lungo strada (linee blu e bianche), dove dei rilevatori monitoreranno le aree per 12 ore, al fine di verificare le caratteristiche della sosta, ovvero quanti sono i posti occupati e il tempo di sosta.

Le aree interessate dalle indagini saranno principalmente quelle lungo strada, in quanto per i parcheggi in struttura o a sbarra tali informazioni sono facilmente ricavabili dai biglietti e dagli abbonamenti.

Al parcheggio Prandina verrà anche somministrato un questionario per far emergere potenzialità e funzionamento. Qui l’indagine sarà incentrata sulla domanda attuale al fine di determinare le caratteristiche e la tipologia della sosta (lavoro, acquisti, svago), il tempo di utilizzo (sosta breve e sosta lunga), le origini e destinazioni degli utenti.

Tutte le informazioni sull’indagine saranno reperibili da lunedì anche su Padovanet.
 

Dichiara l’assessore alla mobilità Andrea Ragona: “Abbiamo sempre sostenuto che per mettere in atto una seria politica della sosta serva determinare innanzitutto le esigenze dei cittadini. Questo studio infatti è orientato a fare il punto sulle aree di parcheggio in città e ad analizzare la domanda e l’offerta, per individuare le azioni adatte a riequilibrare e razionalizzare l’utilizzo dei parcheggi, ad esempio quali sono sottoutilizzati e perché.

Inoltre è importante capire come redistribuire le aree di sosta anche a fronte di sviluppi infrastrutturali come la futura linea del tram o il Parco Tito Livio.

È per rispondere a queste domande e avere un quadro più chiaro che Aps Holding Spa ha commissionato questo studio, con il supporto dell’azienda Logit, che verrà realizzato la prossima settimana.
Chi somministrerà il questionario sarà riconoscibile e tutte le informazioni da lunedì saranno reperibili su Padovanet, perché i cittadini possano verificare con facilità l’istituzionalità dell’indagine
“.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us: