Beirut, un cratere profondo 43 metri


Si dimette il ministro dell’Informazione: “Chiedo perdono a tutti i libanesi le cui aspirazioni non siamo stati in grado di soddisfare”. Un agente morto, oltre 700 feriti nelle proteste scoppiati ieri
Beirut, 9 ago. (Adnkronos/Europa Press/Dpa) – E’ di un agente di polizia morto e 728 feriti il bilancio degli scontri in quella che è stata soprannominata la giornata della rabbia, che ha visto la popolazione scendere in strada per contestare le autorità e denunciare la corruzione della classe politica dopo la devastante esplosione che ha provocato un cratere profondo 43 metri, ha reso noto oggi la stampa locale citando fonti delle forze di sicurezza.
Intanto il ministro dell’Informazione libanese, Manal Abdel Samad ha annunciato oggi le proprie dimissioni,. “Chiedo perdono a tutti i libanesi le cui aspirazioni non siamo stati in grado di soddisfare…il cambiamento è fuori portata … e poiché la realtà non è paragonabile all’ambizione e dopo l’orrore del disastro di Beirut, presento le mie dimissioni dal governo”, ha detto in una dichiarazione televisiva.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Beirut, un cratere profondo 43 metri"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


quattro × cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.