News Veneto










Mostre: ‘verso monet’ trasloca da verona a vicenza

image

Roma, 13 feb. Fino allo scorso 9 febbraio ‘Verso Monet. Storia del paesaggio dal Seicento al Novecento’ stata protagonista della stagione nel suo allestimento alla Gran Guardia di Verona. Per due mesi risultata infatti la mostra pi visitata in Italia, con oltre 200mila presenze in poco pi di cento giorni. Ore, a partire dal 22 febbraio, e sino al 4 maggio, le meraviglie gi esposte a Verona si trasferiscono a Vicenza, nella Basilica Palladiana. Per il nuovo allestimento le prenotazioni gi sfiorano, hanno reso noto gli organizzatori, quota 70mlia

A Vicenza la mostra promossa dal Comune, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona e da Linea d’ombra. Main sponsor UniCredit, mentre Segafredo Zanetti special sponsor. Per cominciare nel segno della gioia questo secondo appuntamento in Basilica Palladiana, dopo il grande riscontro dell’esposizione del 2012 ‘Raffaello verso Picasso’, gli organizzatori hanno pensato, per sabato 22 febbraio, a un’apertura prolungata fino all’una della notte, con chiusura della biglietteria a mezzanotte.

Molti sono i segni che Linea d’ombra e il Comune di Vicenza vogliono riservare ai visitatori in quella giornata: a partire dalle ore 19, e fino alle 24, il biglietto sar ridotto per tutti a 10 euro, mentre verranno ovviamente mantenute le riduzioni per chi ne avesse diritto. Dalle 19.30 a mezzanotte, verranno offerti piatti caldi e bevande a tutte le persone in attesa di entrare in mostra, grazie alla collaborazione del Consorzio ‘Vicenza ‘.

(Adnkronos)









Mostre: a verona chiude con 211.315 visitatori ‘verso monet’

image

Roma, 10 feb. In 211.315 hanno ammirato i capolavori riuniti alla Gran Guardia di Verona nella mostra ‘Verso Monet’, con una media di circa duemila visitatori al giorno. Inaugurata lo scorso 26 ottobre, l’esposizione si chiusa ieri e si sposter ora alla Basilica Palladiana di Vicenza (dal 22 febbraio al 4 maggio), dove gi si contano 68mila prenotazioni.

A visitare la mostra veronese sono stati soprattutto privati, famiglie o microgruppi, provenienti per il 23% dal territorio veronese, la provincia pi rappresentata all’interno del pubblico, seguita a ruota da Bologna, Milano, Modena, Mantova, Brescia e Treviso. Nel corso della mostra sono stati venduti 13mila cataloghi e affittate 42.511 audioguide.

Per festeggiare l’apertura vicentina, il 22 febbraio, il curatore della mostra, Marco Goldin e il sindaco di Vicenza, Achille Variati, hanno deciso di tenere aperta la biglietteria sino a mezzanotte.

(Adnkronos)