News nazionali

Arsenale trovato nascosto tra l’erba nel reggiano

Reggio Emilia, 26 set. (AdnKronos) – Fucili, doppiette, munizioni: un arsenale di armi, nascosto in sacchi della spazzatura tra l’erba alta di un canale di irrigazione nelle campagne di Bibbiano (Reggio Emilia), e’ stato scoperto dai carabinieri, che stanno ora

effettuando indagini sul caso.

Dai primi accertamenti, le armi sarebbero state rubate in abitazioni tra le province di Verona e Modena. L’ipotesi e’ che le armi erano state ‘stoccate’ in attesa di essere piazzate sul mercato ‘nero – della compravendita di armi.


(Adnkronos)


Anziano ucciso a Ferrara: fermato confessa e fa trovare il corpo in un casolare

Ferrara, 26 set. (AdnKronos) – Un 19enne sloveno e’ stato fermato la notte scorsa dalla Squadra Mobile di Ferrara perche’ considerato responsabile di rapina e dell’omicidio del pensionato di 73 scomparso 18 giorni fa a Ferrara. Il 19enne era sul

su treno Bologna-Venezia quando e’ stato bloccato. Durante la notte ha confessato il delitto e ha indicato il luogo dove era stato abbandonato il corpo dell’anziano.

Il corpo, legato e imbavagliato, e’ stato trovato in un casolare abbandonato non lontano dalla casa circondariale di Ferrara. Oltre allo sloveno alcuni giorni fa era stato fermato con le stesse accuse un romeno ventenne. Gli investigatori della Squadra mobile stanno cercando gli altri componenti della banda.

La banda si era introdotta in casa dell’anziano sorprendendolo mentre rientrava in casa. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, l’uomo e’ stato picchiato e rapinato, poi legato e fatto salire sull’auto della banda. La vicenda presenta degli aspetti ancora da chiarire: gli investigatori stanno cercando di ricostruire il motivo per cui l’anziano sia stato portato via e ucciso.


(Adnkronos)


Roma, blitz contro ambulanti abusivi a Trastevere: multe per 84mila euro

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Maxi intervento degli agenti della Polizia di Roma Capitale nel cuore di Trastevere contro i commercianti abusivi. Sono state elevate multe per 84mila euro.

I controlli, iniziati alle 22.00 di ieri, sono continuati fino

alle 2.00 di stamattina. Personale del gruppo Trevi, diretto da Angelo Moretti, sezione commercio abusivo, ha effettuato verifiche in via Della Lungaretta e strade limitrofe, nella zona di Santa Maria in Trastevere.

E’ stata sequestrata merce, come sciarpe, cappelli, bigiotteria e abbigliamento, nei confronti di venditori sia italiani che bengalesi. Sono stati sanzionati anche commercianti di composizioni artigianali, che vendevano senza licenza. Le operazioni sono avvenute in collaborazione con i carabinieri della stazione Trastevere.


(Adnkronos)


Incidenti, auto si ribalta ad Ardea: morto il conducente

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Un uomo di 69 anni e’ morto dopo essersi ribaltato con l’auto, una Fiat Punto, ad Ardea. Sul posto i vigili del fuoco e il 118, che ha soccorso l’uomo e lo ha trasportato

in codice rosso all’ospedale Sant’Anna di Pomezia. L’uomo e’ morto poco dopo l’arrivo in pronto soccorso.


(Adnkronos)


Zingaretti, con il sistema dei ‘Cammini del Lazio’ valorizziamo il nostro immenso patrimonio

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Da una parte un ”lavoro infrastrutturale, dove ce ne e’ bisogno, e dall’altra un lavoro di valorizzazione e promozione turistica”. In occasione del Giubileo, la Regione Lazio presenta il sistema dei ‘Cammini del Lazio’. Protagonisti

gli itinerari da percorrere a piedi per raggiungere Roma e la Porta Santa: la via Francigena, del nord e del sud, il cammino di Benedetto e quello di Francesco.

”Abbiamo scelto di metterci al servizio di questo immenso evento culturale e spirituale annunciato da Papa Francesco. Ci e’ balzata subito agli occhi la potenzialita’ e la forza dell’idea del pellegrinaggio che non e’ solo la meta ma e’ anche nel cammino, nell’incontro con l’altro. Il pellegrinaggio non e’ solo mettersi in macchina sull’autostrada da Milano a Roma e arrivare”, ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

”Il cammino che inizia oggi e’ un cammino di raccolta di tantissime iniziative – ha sottolineato il Governatore – gia’ presenti su territorio grazie a sindaci e associazioni. La sfida dei cammini del Lazio ha come obiettivo quello di dare a questo patrimonio che abbiamo sul nostro territorio piu’ forza, visibilita’ e coordinamento e iniziare anche una fase di investimenti perche’ crediamo che al di la’ del Giubileo avere sul territorio una rete di mete abbia una forza evidente di per se”’.

”Finora non c’era mai stato un punto di riferimento che rendesse questa ricchezza di iniziative un sistema – ha detto ancora Zingaretti – Stiamo investendo e investiremo perche’ la fruibilita’ di questi luoghi sia piu’ agevole e conosciuta. In realta’ non stiamo creando nulla ma nasce un sistema di cammini che avra’ come cuore quello di avviare politiche di valorizzazione che faranno del bene a chi i pellegrinaggi li fara’ ma anche alla nostra comunita’, piu’ ricca per la maggiore conoscenza di questo nostro immenso patrimonio”.

Si tratta di ”un’occasione straordinaria per credenti e non credenti”, ha detto Don Giovanni Biallo, responsabile Progetto Cammini dell’Opera romana pellegrinaggi. ”Come abbiamo potuto constatare nel percorso di Santiago di Compostela, che curiamo come Opera romana pellegrinaggi, camminare e’ un modo per ritrovare pienamente se stessi. I cammini, anche quelli che stiamo preparando all’interno del centro di Roma, sono l’occasione di preparare il cuore per il passaggio della porta santa”.

Da Paolo Ruffini, attuale direttore di Tv 2000, e’ arrivato un ”mea culpa”. ”Mi chiedo come sia stato possibile che i ‘cammini’ siano cosi’ poco conosciuti e raccontati anche dalla televisione. Roma oggi e’ diventata per il turismo un hamburger da mangiare in un fast food. Turisti stanno poche ore e vanno via. Recuperare il senso del tempo, del cammino, di un percorso e’ una cosa su cui la televisione potrebbe dare una mano, su questo mi sento di impegnare Tv2000 con programmi gia’ esistenti e altri nuovi. Il programma di Licia Colo’, ad esempio, raccontera’ i cammini e anche da quello Spesso il Lazio e’ dimenticato, si viene nella capitale e non ci si accorge di quanto quello che c’e’ intorno renda Roma piu’ bella”.

Sul rischio del ”pellegrino mordi e fuggi” ha insistito anche Carlo Felice Casula, storico e ordinario di storia contemporanea Universita’ Roma Tre, che dopo aver sottolineato come quasi tutte le cittadine del Lazio siano ”coinvolte in questi percorsi”, si e’ augurato che possano ”diventare percorsi stabili”, di cui godere ”oltre il Giubileo”.


(Adnkronos)


Giubileo, ‘Pane dell’accoglienza’ sara’ offerto ai pellegrini: presentato ad Expo

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Prodotto con farine macinate a km ‘O’ e contraddistinto da una croce francescana: e’ il ‘Pane dell’Accoglienza’, che sara’ offerto dai forni romani ai turisti in pellegrinaggio per il Giubileo. Il progetto, promosso dall’Associazione Panificatori

di Roma aderente a Cna, e’ stato presentato oggi al Padiglione Italia all’Expo, nello spazio espositivo dedicato alla presentazione di progetti, eventi e eccellenze gastronomiche del Lazio.

Il progetto prevede la creazione di una rete di forni, disponibile a partire da dicembre sul sito della Cna di Roma (www.cnapmi.org), dove sara’ possibile comprare una pagnotta di pane dell’accoglienza da lasciare in un cesto, a disposizione dei turisti in pellegrinaggio a Roma per il Giubileo.

‘Un regalo simbolico della citta’, sul modello del caffe’ sospeso’ di Napoli, a testimonianza di come i forni siano radicati sul territorio – ha detto Claudio Capezzuoli, responsabile Cna Alimentare Roma – Perche’ il mestiere del panificatore, pur trasformatosi per seguire l’evoluzione dei tempi, resta un punto di riferimento nei quartieri, proprio come la piazza, la parrocchia e la barberia – .


(Adnkronos)


Scopa, guanti e raschietto: dopo Gassman anche Nancy Brilli in strada per pulire Roma

L’iniziativa

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Armata di scopa, guanti e raschietto l’attrice Nancy Brilli e’ scesa in strada questa mattina per pulire la citta’ seguendo l’esempio del suo collega Alessandro Gassman. Insieme a lei commercianti e residenti, che hanno lanciato “Merulava”,

la prima edizione di un’iniziativa che si ripetera’ ogni mese. “Non ci saranno politici di nessun tipo perche’ siamo stanchi degli annunci – aveva detto Nancy Brilli – e’ la gente che ci vive che vuole stare in un posto pulito”.

L’idea e’ nata da Ascopromesta, l’associazione commercianti e professionisti di via Merulana e via dello Statuto, che per coinvolgere i residenti ha stampato locandine e le ha attaccate nei portoni e sulle vetrine dei negozi. Quartier generale delle riunioni e’ stato il ristorante “Da Nino”.

“Siamo nati quando il sindaco Ignazio Marino, pedonalizzando via dei Fori imperiali, ha cambiato la viabilita’ della zona e ci ha precipitati nel caos – racconta Virgilio Cecchino, vicepresidente dell’associazione – ma noi vogliamo essere propositivi. Abbiamo presentato all’assessore Pucci un progetto ‘Merulana boulevard’, che prevede interventi di decoro urbano e pulizia. E adesso cominciamo a pulire. Siamo riusciti a coinvolgere anche l’Ama”. Le strade interessate dalla pulizia sono Largo Brancaccio, Via Merulana e piazza Vittorio. A fornire i kit per la pulizia e’ stata l’Ama.

In particolare Ama ha fornito ai partecipanti dell’iniziativa un apposito kit per la pulizia: sacchi neri, guanti, ramazze, pale, rastrelli, oltre a mezzi a vasca che provvederanno al trasporto e al recupero/riciclo di tutti i rifiuti raccolti.


(Adnkronos)


Giubileo, nasce il sistema dei Cammini del Lazio

Roma, 26 set. (AdnKronos) – La Regione Lazio presenta il suo piano per l’Anno Santo, invitando i pellegrini a raccogliere il senso piu’ profondo del Giubileo: perfezionate, migliorate e messe a sistema, per la prima volta, la Via Francigena e

i Cammini di Benedetto e Francesco.

‘La vita e’ un pellegrinaggio e l’essere umano e’ viator, un pellegrino che percorre una strada fino alla meta agognata – ha detto Papa Francesco – Anche per raggiungere la Porta Santa a Roma e in ogni altro luogo, ognuno dovra’ compiere, secondo le proprie forze, un pellegrinaggio. Esso sara’ un segno del fatto che anche la misericordia e’ una meta da raggiungere e che richiede impegno e sacrificio. Il pellegrinaggio, quindi, sia stimolo alla conversione: attraversando la Porta Santa ci lasceremo abbracciare dalla misericordia di Dio e ci impegneremo ad essere misericordiosi con gli altri come il Padre lo e’ con noi – .

Da Papa Francesco attraverso Misericordiae Vultus, la bolla emanata per indire ufficialmente il Giubileo Straordinario della Misericordia, arriva l’invito a vivere l’Anno Santo seguendo l’antica tradizione del Cammino per raggiungere la Porta Santa.

La Regione Lazio raccoglie questo invito, ripristinando nella loro completa fruibilita’ antichi percorsi che fanno parte di itinerari religiosi e di pellegrinaggio provenienti dall’Oriente e dall’Occidente Europeo come la via Francigena e i Cammini di Benedetto e Francesco, gran parte dei quali si sviluppano proprio all’interno del territorio laziale per una estensione complessiva di circa 1000 Km.(955 km tot.), con difficolta’ variabili e tratti adeguati anche per i meno esperti, e ancora altitudini medie tra i 400 ed i 600 mt., toccando vette fino a 1850 mt. nel reatino, a Sella di Vall’ Organo, lungo il Cammino di Francesco.

‘I cammini laziali sono percorsi a misura d’uomo, aree di strada che attraversano il patrimonio artistico, storico, culturale e paesaggistico della regione. Il nostro primo obiettivo e’ di rendere questi percorsi interamente fruibili a chiunque voglia intraprendere il proprio Cammino e vivere la propria esperienza verso la Porta Santa – spiega Nicola Zingaretti presidente della Regione Lazio – In secondo luogo vogliamo indicare ai pellegrini la rete di Vie antiche di cui e’ ricco il Lazio. Tutto questo ha nell’accoglienza il comune principio ispiratore: il Giubileo e’ alle porte e abbiamo predisposto un piano di iniziative che possa promuovere il pellegrinaggio nel suo significato piu’ profondo espresso da Papa Francesco nella Misericordiae Vultus – .

In occasione dell’anno giubilare, la Regione Lazio ha scelto di puntare sui quattro cammini considerati piu’ rappresentativi dal punto di vista del contesto internazionale, soprattutto per l’importanza cruciale che rivestono come percorsi di spiritualita’ come La Via Francigena nel nord del Lazio, da Roma a Proceno, ai confini con la Toscana; la Via Francigena nel sud del Lazio, da Roma a Minturno e a Cassino, ai confini con la Campania e il Molise; il Cammino di Benedetto, che attraversa il Lazio da Norcia a Montecassino; il Cammino di Francesco, alla scoperta dei luoghi francescani, dall’Umbria a Roma attraverso la Valle Santa reatina.

Su questa rete di cammini, e per il Giubileo, la Regione si sta impegnando con un piano complessivo e con azioni di promozione, attraverso pubblicazioni e cartografie dedicate. Oltre alle cartografie, (il volume dedicato alla via francigena comprende mappe dettagliate per il camminatore con tracce Gps) il viaggiatore potra’ trovare indicazioni utili per organizzare il viaggio e informazioni sulle tappe e sulle mete da raggiungere.

Attorno al sistema dei cammini si sviluppano inoltre progetti di riqualificazione del territorio e delle sue eccellenze che vedono un’importante partecipazione della Regione Lazio, non ultimo lo sviluppo del settore agroalimentare di qualita’ e a km. 0. In particolare il marchio La bisaccia del Pellegrino, che riconosce e offre una serie di prodotti tipici dei territori attraversati (anche in linea con il paniere EXPO) e mette insieme cibo, cammino e accoglienza nella rete della promozione turistica.

Una ulteriore opportunita’ di promozione turistica e valorizzazione culturale sul tema, potra’ essere la definizione di itinerari tematici sui Cammini, quali la via delle abbazie, le rete delle Porte Sante, la individuazione di percorsi legati alla penitenza, alle storie di santi e alle tradizioni religiose del pellegrinaggio.

La Regione ha predisposto anche una serie di strumenti innovativi centralizzando la comunicazione sul sito visitlazio.com e sui canali social sempre di Visit Lazio: Facebook, Twitter, Instagram, Google+, You Tube, Pinterest, a cui si aggiungera’ una nuova App.


(Adnkronos)


Roma, scoperta dalla polizia una centrale per il riciclaggio di auto: un arresto

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Tre autovetture rubate, sette motori smontati e pronti per essere riciclati, 50 pneumatici, tappezzerie complete, marmitte, parti di carrozzeria sono state sequestrate ieri pomeriggio al termine di una complessa indagine sul riciclaggio di auto rubate.

Vari elementi, acquisiti nel corso dei servizi di osservazione e controllo effettuati, hanno fatto ritenere agli investigatori del commissariato Prenestino, diretto da Mauro Baroni, che nella zona di Rocca Cencia fosse attiva una base di riciclaggio di veicoli di provenienza furtiva.

Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un appostamento effettuato nei pressi di un garage privato, hanno notato un uomo, loro vecchia conoscenza, armeggiare intorno a due autovetture parcheggiate sulla rampa di accesso. Poco dopo, hanno udito chiaramente il rumore metallico di un frullino che stava con ogni probabilita’ ‘tagliando’ la carrozzeria di un veicolo. Gli agenti hanno quindi fatto irruzione all’interno, sorprendendo D.G., 57enne romano, che stava asportando la targhetta identificativa di una Fiat Panda, cannibalizzata e smontata in piu’ parti.

Dalla targa applicata, il veicolo non e’ risultato da ricercare per furto, ma da un’attenta analisi di alcuni numeri di telaio ancora presenti, l’auto e’ risultata in realta’ essere stata recentemente rubata. Anche le altre due autovetture che si trovavano sulla rampa del garage, un’altra Panda ed una Fiat 500, sono risultate provento di furto. All’interno del garage sono state inoltre rinvenute numerose altre parti di veicoli, tra cui sette motori smontati, sulla cui provenienza sono in corso accertamenti.

Sequestrate inoltre targhe di auto rubate, parti di libretti di circolazione, contrassegni assicurativi nonche’ numerosi strumenti per ‘cannibalizzare’ i veicoli come trapani, frullini e cesoie. Il gestore dell’autodemolizione abusiva, al termine degli accertamenti, e’ stato arrestato. Dovra’ rispondere di riciclaggio e ricettazione di veicoli.


(Adnkronos)


Oltre 50 furti in abitazione, sgominata banda che operava nel nord Italia

Milano, 26 set. (AdnKronos) – Sgominata banda che operava nel nord
Italia, specializzata in furti in abitazioni e ricettazione L’operazione, eseguita dai carabinieri di Verbania, ha portato a undici
arresti, tra Lombardia e Piemonte, e al sequestro di

gioielli e oro, per un valore di circa un
milione di euro, frutto di 52 furti in abitazioni.

Degli undici arrestati, nove (otto cittadini italiani e un egiziano) devono rispondere di ricettazione e due (cittadini albanesi) di furto. Le indagini sono partite nel 2014 dopo l’arresto di 9 albanesi colti in flagranza di reato. La base operativa della banda era un negozio ‘comproro’ di viale
Monza a Milano. Gli arrestati devono rispondere del reato di furto e ricettazione.


(Adnkronos)


Roma, chiede di spostare auto in doppia fila: autista bus aggredito dal branco

Roma, 25 set. (AdnKronos) – Aggredito per aver chiesto di spostare un’auto parcheggiata in doppia fila che impediva il passaggio dell’autobus. Vittima un autista di Roma-Tpl, aggredito ieri a Roma. A denunciarlo il capogruppo capitolino di Fdi-An Fabrizio Ghera. “Come

Fdi-An segnaliamo che ieri pomeriggio intorno alle ore 18.00 un autista di Roma-Tpl, impegnato nell’ultima corsa del turno sulla linea 447, mentre era all’altezza di piazza della Rustica ha trovato una macchina in doppia fila che non ha permesso il passaggio del bus – Da quanto ci risulta il proprietario dell’autovettura, dopo aver spostato il mezzo, con un pugno ha spaccato il vetro del bus colpendo l’autista che, terrorizzato, ha chiamato la centrale operativa, subito dopo l’ambulanza e le forze dell’ordine”.

“Si e’ trattato di una vera e propria aggressione mentre era in servizio e peraltro alcune persone vicine all’aggressore si sono scagliate con violenza contro l’indifeso autista, colpendolo con calci e pugni mentre saliva sull’ambulanza – prosegue – Come Fdi-An esprimiamo piena solidarieta’ all’autista aggredito della Roma-Tpl. La sinistra non perde occasione per dare solidarieta’ a rom e immigrati e spiace che il sindaco di Roma e l’assessore alla Mobilita’, stavolta che si tratta di un lavoratore e italiano, non abbiano speso nemmeno una parola di conforto e vicinanza all’autista”.


(Adnkronos)


Niente stop nonostante le polemiche, domani a Roma il convegno con Hezbollah

Roma, 25 set. (AdnKronos) – Si terra’ domani a Roma, nonostante le non poche polemiche di questi giorni, il convegno “Mediterraneo Solidale”, un “grande evento interculturale e interreligioso”, come lo hanno definito i promotori, che vedra’ la presenza di Rima

Fakhri e Ammar Al Moussawi, rispettivamente membro del consiglio politico di Hezbollah e responsabile relazioni internazionali dello stesso movimento libanese, ma anche dei rappresentanti di quattro ambasciate, di diversi esponenti siriani e libanesi e di figure religiose e del mondo del volontariato.

A organizzare l’evento, ospitato dall’Hotel dei Congressi, all’Eur, dalle 14 alle 21 di domani, sono la onlus Solidarite’ Identite’s e la testata online Il Primato Nazionale, che in un primo momento erano riuscite a ottenere il patrocinio gratuito della Regione Lazio. L’ente si e’ poi sfilato, ‘avendo avuto notizia – ha precisato – della partecipazione all’evento di soggetti riconducibili ad organizzazioni citate nella risoluzione del Parlamento Europeo n. P6_TA(2005)0076 – . In pratica, Hezbollah. “Organizzazione regolarmente citata negli incartamenti fatti avere alla Regione”, hanno precisato i promotori, secondo cui per l’Ue “Hezbollah non e’ una organizzazione terroristica”, e “lo stesso Al Moussawi, deputato del Parlamento libanese, e’ venuto in Italia nel 2013 senza che si sollevassero polemiche di sorta”.

Secondo Giovanni Feola, responsabile di Solid, del Mediterraneo si parla oggi “solo in quanto tomba di rifugiati e brodo di coltura del terrorismo, per noi, invece, deve tornare a essere un faro di civilta’. Per questo e’ necessario dialogare con tutte le parti in causa e questo e’ lo scopo del nostro evento – . Al convegno interverra’ anche l’ex parlamentare del Pdl Souad Sbai, che richiama l’attenzione sul tema donne e Islam, a cui e’ specificatamente destinata una sessione del convegno. Ed e’ proprio una donna a guidare la delegazione ospite arrivata oggi in Italia: si tratta di Rima Fakhri, riuscita dopo anni di militanza nell’ambizioso obiettivo di entrare nell’ufficio politico di Hezbollah.


(Adnkronos)


Venezia, ubriaco dopo lite con fidanzata minaccia di gettarsi dal tetto

Chioggia, 25 set. (AdnKronos) – Ubriaco, si e’ presentato all’appartamento dove la fidanzata, con la quale aveva litigato, lavora come badante e ha bussato con insistenza alla porta per farsi aprire. Poi, di fronte al rifiuto di lei, e’ salito

sul tetto del palazzo e ha provato a buttarsi di sotto. E’ ieri sera accaduto a Fosso’, in provincia di Venezia, e sul posto sono intervenuti i carabinieri della tenenza di Dolo e della stazione di Vigonovo.

A richiedere l’intervento dei militari e’ stata proprio la ragazza, una rumena di 27 anni, spaventata per il comportamento del giovane. Arrivati sul posto, carabinieri hanno trovato il ragazzo sul tetto mentre urlava e minacciava di gettarsi nel vuoto se i militari si fossero avvicinati. Non solo: il giovane, che inveiva contro i carabinieri, ha lanciato delle tegole contro la loro auto. Ci sono volute alcune ore, grazie all’intervento di un ‘negoziatore’ del comando provinciale dei carabinieri di Venezia, per convincere l’uomo a scendere dal tetto. E’ stato ricoverato al pronto soccorso dell’ospedale di Dolo e denunciato in stato di liberta’ per il danneggiamento del mezzo militare e per gli insulti ai carabinieri.


(Adnkronos)


Pordenone, svolta nel giallo dei fidanzati uccisi: indagato un amico militare di lui

I due freddati mentre erano in auto

Pordenone, 25 set. (AdnKronos) – Svolta nel giallo di Pordenone. C’e’ un indagato per l’omicidio dei fidanzati Teresa Costanza e Trifone Ragone, uccisi il 17 marzo scorso a colpi di pistola alla testa mentre

erano in auto in un parcheggio vicino al palazzetto dello Sport.

A sei mesi dal duplice omicidio una persona e’ stata iscritta nel registro degli indagati. Si tratta di “un amico di Trifone, un collega militare”, fa sapere all’Adnkronos Serena Gasperini, legale della famiglia del giovane.

“Il movente dovra’ essere accertato, si ipotizza un alterco”, continua Gasperini sottolineando che sicuramente decisivo e’ stato il ritrovamento del caricatore, compatibile con l’arma del delitto, in un laghetto: “Il rinvenimento dell’arma nel laghetto e’ stato sicuramente un elemento fondamentale, probabilmente l’elemento di congiunzione tra le indagini iniziali e l’iscrizione di una persona nel registro degli indagati”. “L’informazione ricevuta – sottolinea l’avvocato – e’ stata corretta tanto e’ vero che sono andati a colpo sicuro nel laghetto. Immaginiamo che a breve saranno svolti accertamenti irripetibili”.


(Adnkronos)


Pordenone, svolta nel giallo dei fidanzati uccisi: c’e’ un indagato

I due freddati mentre erano in auto

Pordenone, 25 set. (AdnKronos) – Svolta nel giallo di Pordenone. C’e’ un indagato per l’omicidio dei fidanzati Teresa Costanza e Trifone Ragone, uccisi il 17 marzo scorso a colpi di pistola alla testa mentre

erano in auto in un parcheggio vicino al palazzetto dello Sport.

A sei mesi dal duplice omicidio una persona e’ stata iscritta nel registro degli indagati ma sulla svolta nelle indagini la procura mantiene il piu’ stretto riserbo. A coordinarle e’ il procuratore Marco Martani.


(Adnkronos)


Roma, ruba motorino ma proprietario lo insegue in taxi: denunciato

Roma, 25 set. (AdnKronos) – Ha rubato un motorino, qualche giorno fa nel quartiere Parioli a Roma, ed e’ fuggito dopo una colluttazione con il proprietario. L’uomo e’ stato individuato e denunciato dagli agenti del commissariato Vescovio, diretto da Fabrizio

Sullo.

Le indagini sono iniziate quando, un libero professionista, dopo aver subito il furto delle chiavi del proprio motorino, dove, tra l’altro custodiva gli effetti personali e un tablet, ha dato l’allarme al 113. Proprio grazie al dispositivo di localizzazione satellitare del tablet, la vittima non si e’ persa d’animo e, salendo su di un taxi, e’ riuscita a seguire il ladro: tra i due e’ nata una colluttazione, ma la sirena della volante arrivata nel frattempo sul posto ha messo in fuga il ladro, che ha abbandonato refurtiva e arnesi per lo scasso.

Gli agenti, grazie alle impronte digitali lasciate sul motociclo, sono riusciti ad identificare il responsabile, gia’ noto per altri fatti simili. A Torre Angela, nell’appartamento dell’uomo, un 50enne romano, i poliziotti hanno trovato numerosi arnesi per lo scasso e molte chiavi, risultate poi appartenere ai moto rubate di recente nella Capitale. Al termine degli accertamenti, l’uomo e’ stato denunciato per furto aggravato.


(Adnkronos)


M2, dopo tentato suicidio circolazione ripresa

Milano, 25 set. (AdnKronos) – La circolazione della linea M2 e’ ripresa regolarmente dopo
che questa mattina era
stata
interrotta tra le stazioni di Porta
Genova e Garibaldi a causa di un tentato
suicidio nella

stazione di Lanza. La persona e’ stata soccorsa dagli uomini del 118 e tutte le operazioni si sono svolte in meno di un’ora.


(Adnkronos)



Campania, tangenti in cambio di appalti per i pasti nelle scuole: 11 arresti

Napoli, 25 set. (AdnKronos) – Un giro di frodi per ottenere erogazioni pubbliche e’ stato scoperto dai carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli che stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli a carico di 11 persone.

Si tratta di individui ritenuti a vario titolo responsabili di associazione per delinquere e di turbata liberta’ degli incanti, corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio, frode in pubbliche forniture e falsita’ ideologica commessa da pubblico ufficiale, estorsione e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Nel corso di indagini coordinate dalla procura di Napoli i militari dell’Arma hanno scoperto l’esistenza di una associazione criminale guidata da un imprenditore attivo nella refezione scolastica.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, grazie all’intervento di amministratori e dirigenti pubblici e con la complicita’ di altre persone, il gruppo otteneva l’aggiudicazione di appalti per la fornitura di pasti in scuole delle province di Napoli, Avellino e Salerno, determinando l’esclusione dalle gare delle ditte concorrenti, anche con la promessa di posti di lavoro per parenti e amici. Sono in corso perquisizioni.


(Adnkronos)


Milano, al via il Festival dell’Acqua con Lella Costa, Philippe Daverio e Luca Mercalli

Milano, 24 set.(AdnKronos) – L’acqua. Disponibilita’, tutela, distribuzione e corretto utilizzo della piu’ vitale delle risorse. Dal 5 al 9 ottobre al Castello Sforzesco al via il “Festival dell’acqua
“, cinque giorni di confronto dal titolo “Nutrire il pianeta, dissetare

il mondo”.

“Vogliamo metterla sul piano della festa – ha detto Mauro D’Ascenzi, vice presidente di Utilitalia – della cultura, dell’incontro di popolo per dibattere, discutere e sottoporre problemi all’attenzione delle istituzioni e delle persone, ma i problemi dell’acqua sono molto grandi”. La terza edizione del Festival affronta dibattiti “dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande – continua D’Ascenzi – in mezzo c’e’ la realta’ quotidiana”.

La situazione di Milano, spiegano gli organizzatori, e’ positiva. “A Milano abbiamo una grande tradizione e civilta’ dell’acqua. C’e’ abbondanza di risorsa e una tradizione di sana gestione con ottime aziende”.

Oltre cinquanta appuntamenti e duecento relatori per parlare di sostenibilita’̀, nutrizione ed equilibrio mondiale dell’oro blu e della condizione nazionale del sistema idrico integrato, dalle tariffe ai consumatori agli investimenti. Il Festival dell’acqua si affianca all’impegno di Expo, con le 32 case dell’acqua
di Expo destinate, al termine dell’Esposizione, ad essere ricollocate in citta’ e provincia.

Sabato 3 ottobre l’attrice Lella Costa sara’ la protagonista di un melologo, su testo di Michele Serra, e della prima esecuzione assoluta del “Concerto Straordinario sull’acqua” di Antonìn Dvorak – Vodnik, poema sinfonico op. 107 del compositore Fabio Vacchi.

Lunedì 5 ottobre l’incontro “Acqua per lo sviluppo del pianeta, la governance globale” dara’ l’avvio ufficiale del Festival, con la Lectio Magistralis dell’ambasciatore Sergio Romano, dedicata al “Mediterraneo, da culla a Tomba della civilta’”. Sara’ anche la giornata dedicata al tema dell’acqua nello spazio, con un appuntamento dedicato alla ricerca dell’oro blu nel sistema solare, con la partecipazione dell’astrofisico Leopoldo Benacchio.

Philippe Daverio sara’̀ uno dei i protagonisti di martedì 6 ottobre, con un work-show sul ruolo dell’acqua nello sviluppo di Milano. Nello stesso giorno in programma anche “Il poema del Quarto Elemento”, ispirato ai versi di Jorge Luis Borges e realizzato dallo Studio Festi MyMoon.

Le risorse idriche, le scelte politiche e gli investimenti saranno al centro dei dibattiti in programma mercoledi’̀ 7 ottobre, su cui si confronteranno il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, il presidente dell’Autorita’̀ per l’Energia Guido Bortoni, il vice ministro dell’economia, Enrico Morando e i vertici di Confindustria, Unicredit, BEI e Cassa Depositi e Prestiti. Nel pomeriggio seguiranno gli interventi del metereologo Luca Mercalli, dei giornalisti Gian Antonio Stella, Erasmo D’Angelis e del ricercatore CNR e divulgatore Mario Tozzi.

Il rapporto di Leonardo Da Vinci con l’acqua e la citta’ di Milano saranno al centro della giornata di giovedi’ 8 ottobre con il filosofo Giulio Giorello. Il Festival si concludera’ venerdi’ con “acqua ed energia, un legame inscindibile”.

Beppe Severgnini raccogliera’ il testimone simbolico per la staffetta che vedra’̀ la tenda dell’AcquaVillage diventare nelle settimane successive la sede di BookCity Milano.


(Adnkronos)