News nazionali

Cuffaro torna libero: "Ora niente politica andro’ in Africa"

Roma, 13 dic. (AdnKronos) – L’ex governatore della Regione Siciliana Salvatore Cuffaro e’ uscito questa mattina dal carcere di Rebibbia, dove ha scontato la condanna a sette anni di reclusione per favoreggiamento a Cosa Nostra emessa dalla Cassazione nel 2011.

Cuffaro e’ ora in viaggio verso la Sicilia insieme con i suoi familiari che lo attendevano all’uscita dell’istituto penitenziario. Lo conferma all’Adnkronos il suo difensore, l’avvocato Marcello Montalbano.

Davanti al carcere Cuffaro si e’ intrattenuto a lungo con i giornalisti e ha caricato l’auto con i suoi effetti personali. “Ha detto che la politica fa parte della sua vita passata – ha annunciato all’Adnkronos il legale – e’ stata una bellissima esperienza che non rinnega ma adesso si dedichera’ alla famiglia e al volontariato”.

“Cuffaro – ha spiegato Montalbano – si rechera’ in Burundi per lavorare nell’ospedale realizzato dalla Regione Sicilia e si occupera’ dei detenuti”, ha aggiunto. Cuffaro, che ha ribadito la sua innocenza, non “mette in discussione la sentenza a suo carico – ha sottolineato l’avvocato – guidato dal rispetto per le istituzioni da uomo delle istituzioni qual e’. E’ stato un detenuto modello”.


(Adnkronos)


Omicidio Garlasco, prima notte in carcere per Stasi

Milano, 13 dic. (AdnKronos) – Prima notte in carcere, insonne, per Alberto Stasi all’indomani della condanna in Cassazione a 16 anni per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, uccisa nella sua villetta di via Pascoli a Garlasco il 13 agosto 2007.

Incredulo, sotto choc, in lacrime, incapace di darsi spiegazioni di fronte a un’innocenza sempre urlata, e’ stato lo stesso Alberto – accompagnato da un avvocato – a costituirsi nel carcere milanese di Bollate dopo l’ultimo verdetto.

Ha stretto tra le mani il provvedimento definitivo, si e’ sottoposto ai primi controlli, poi ha visto chiudersi dietro le se’ le sbarre della cella da condividere con altri due detenuti. Difficile chiudere gli occhi e provare a dormire quando, dopo piu’ di otto anni trascorsi nelle aule di tribunale come imputato, la parola colpevole non e’ piu’ accompagnata da presunto.

Sara’ pure un carcere modello Bollate, ma ha spazi e regole difficili da sopportare per chi non ha mai avuto guai con la giustizia. Oggi i suoi legali non potranno raggiungerlo in carcere, per Stasi saranno ore di silenzio, come in silenzio e in lacrime ieri ha saputo della sua condanna.


(Adnkronos)


Sorrentino sbanca gli Efa con ‘Youth’, miglior film e miglior regista

Cinema

Roma/Berlino, 13 dic. (AdnKronos/Dpa) – Paolo Sorrentino ha ‘sbancato’ gli Efa (European Film Awards) con il suo ‘Youth’. Il film, interpretato da Michael Caine e Harvey Keitel , e’ stato eletto miglior film alla 28a edizione degli Efa tenutasi ieri sera a Berlino.

Sorrentino, che aveva gia’ vinto il premio nel 2013 per ‘La Grande Bellezza’, ha ottenuto ieri anche premio al miglior regista, mentre Michael Caine ha vinto nella categoria di miglior attore e ha ricevuto un premio onorario della European Film Academy.

‘Youth’, presentato in concorso nella scorsa edizione del festival di Cannes senza ottenere pero’ nessun riconoscimento, e’ una riflessione sul passare del tempo e sul significato dell’essere giovani. Oltre a Caine e Keitel, il film vede nel cast anche l’attrice Rachel Weisz.


(Adnkronos)


Natale, Gdf sequestra 400mila articoli tra addobbi e giocattoli pericolosi

Roma, 13 dic. (AdnKronos) – Giro di vite della Guardia di Finanza in vista delle festivita’ natalizie contro il mercato del falso. Ammontano a oltre 400mila, per un valore complessivo di circa 6 milioni di euro, gli articoli pericolosi, tra

giocattoli e addobbi natalizi, sequestrati dai finanzieri del comando provinciale di Roma all’interno di un deposito nella zona orientale di Roma.

Le fiamme gialle del I Gruppo, dopo aver analizzato la documentazione amministrativo-fiscale in possesso di venditori ambulanti e di noti negozi del centro storico della Capitale, sono riuscite a risalire al centro di smistamento della merce, al cui interno sono stati rinvenuti accatastati innumerevoli cartoni contenenti addobbi natalizi e luminarie, piu’ adatti a incendiare che a illuminare gli alberi di Natale in quanto realizzati senza il rispetto delle piu’ elementari norme di sicurezza e privi del marchio di conformita’ Ce e delle prescritte indicazioni in lingua italiana.

Diverse migliaia di giocattoli di prima infanzia taroccati, riproducenti noti personaggi della serie televisive Minions, nonche’ Disney Frozen, Peppa Pig e Masha e Orso erano, invece, accuratamente stoccati nelle enormi scaffalature del magazzino.

I due imprenditori cinesi sono stati denunciati all’autorita’ giudiziaria di Roma per il reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e per violazioni alla normativa vigente in materia di sicurezza dei prodotti. L’operazione si inquadra nel dispositivo di controllo del territorio disposto dal comando provinciale e coordinato dalla Sala Operativa.


(Adnkronos)


Stragi, Milano ricorda Piazza Fontana

Milano, 12 dic. (AdnKronos) – Milano ha ricordato oggi la strage di Piazza
Fontana. Erano le 16 e
37 di quel lontano 12 dicembre del ’69, un venerdi’, quando all’interno della Banca
Nazionale
dell’Agricoltura, un ordigno

contenente 7 chili di tritolo esplose, uccidendo
17 persone (13 sul colpo) e ferendone altre 87. Come ogni anno, anche oggi la citta’ ha voluto ricordare quel tragico giorno ritrovandosi prima in Piazza della Scala da dove, alla guida del sindaco Giuliano
Pisapia, e’ partito un corteo che ha poi raggiunto Piazza Fontana.

In piazza era presente anche il segretario generale della Cgil, Susanna
Camusso, che ha sottolineato l’importanza di questa giornata: “piazza
Fontana -ha detto- rappresenta per tutti noi una pagina, la prima, molto buia del nostro Paese che fu quella del terrorismo
eversivo. Credo sia utile per tutti -ha aggiunto- ricordare e continuare a cercare la verita’ per mantenere viva la democrazia, unico vero antidoto a tutte le forme di violenza e al terrorismo”.

Piazza Fontana, ha detto il sindaco Pisapia “non e’ un rito
stanco ma la memoria di una strage infame e una ferita che il tempo non rimargina. Milano non si stanca di alzare la sua voce contro ogni integralismo e attacco alla convivenza civile. Oggi -ha aggiunto- dobbiamo commemorare per fare memoria e fare futuro. Fin dalla Resistenza Milano ha sempre lottato per la liberta’”.

“La giustizia -ha sottolineato Pisapia- non ha dato le sue risposte ma e’ chiara la matrice eversiva fascista di quegli attentati orribili e odiosi. Al tentativo di diffondere paura e violenza -ha proseguito il sindaco- Milano ha risposto compatta e piena di dolore. Qui vogliamo rinnovare l’impegno a essere all’altezza della nostra citta’ contro ogni eversione e ogni violenza perche’ non ci sono divisioni quando si difendono la liberta’ e la democrazia. Una citta’ che ricorda -ha concluso- ama la pace e chiede giustizia”.

Presenti alla commemorazione anche il Prefetto
Alessandro
Marangoni, il presidente del consiglio comunale, Basilio
Rizzo, il vicesindaco, Francesca
Balzani, l’assessore comunale Pierfrancesco
Majorino e quello regionale Valentina
Aprea oltre a Corrado
Passera.

Un secondo
corteo, formato da alcune centinaia di anarchici, ha poi raggiunto la piazza alle 17 e 30 per deporre fiori sulla lapide che ricorda Giuseppe
Pinelli, l’anarchico precipitato da una finestra della Questura dove era stato interrogato, tre giorni dopo la strage. Nel corteo anche le due figlie di Pinelli, Claudia e Silvia, che in merito all’invito del prefetto Marangoni alla madre, Licia, per un incontro hanno spiegato come la telefonata sia stata “assolutamente inaspettata. Vedremo se questo incontro aprira’ qualcosa -hanno aggiunto- noi ci saremo anche molto volentieri”.  


(Adnkronos)


Bocelli, il boom su Rai1 dopo la standing ovation del Madison Square Garden

Roma, 12 dic. (AdnKronos) – Trionfo di ascolti per l’evento televisivo ‘Andrea Bocelli – Il mio cinema’, condotto da Massimo Giletti su Rai Uno, che ha registrato il 21,96% di share e sfondato il tetto dei 5milioni di spettatori. Emozionante la partecipazione di Sophia Loren e commovente la performance con Rita Ora, in una serata di grande musica e cinema che ha visto sul palco anche Belen Rodriguez, Christian De Sica, Arisa, Lola Ponce, Rocco Papaleo, Gonzalo Higuain, Noa e, in video, Ariana Grande.

Un grande risultato che conferma il successo dell’ultimo progetto discografico, ‘Cinema’, del tenore toscano recentemente entrato direttamente nella top10 della classifica americana della Billboard 200 e sul podio della classifica inglese di musica pop, confermandosi l’artista di classica piu’ venduto di tutti i tempi nel Regno Unito. Uscito lo scorso 23 ottobre su etichetta Sugar, ‘Cinema’ vede la grande produzione di artisti internazionali quali David Foster, Tony Renis e Humberto Gatica.

Il successo internazionale di Bocelli pero’ non si ferma qui: solo pochi giorni fa ha infatti conquistato, sulle note delle piu’ celebri musiche da film, la gremitissima platea del Madison Square Garden di New York, sold out con oltre 19mila spettatori. Come sono gia’ tutte esaurite anche le altre date del ‘Cinema World Tour – .

Per il concerto newyorkese dello scorso 7 dicembre, tanti i nomi di prestigio che si sono avvicendati con Bocelli sul palco, tra cui la giovane e talentuosa soprano russa Aida Garifullina, la celebre voce della lirica statunitense Rene’e Fleming, la violinista americana Caroline Campbell e il flautista italiano Andrea Griminelli. Molti anche i momenti di grande emozione, come l’esibizione di Bocelli con la cantante e attrice Heather Headley che ha conquistato la standing ovation del pubblico, fino all’omaggio del tenore toscano a Frank Sinatra con una versione di ‘New York New York – che ha letteralmente acceso di entusiasmo il Madison Square Garden.

Nelle prossime settimane Andrea Bocelli e’ atteso con il ‘Cinema World Tour – anche a Hollywood e Chicago.


(Adnkronos)


Roma, spaccia col figlio di 7 mesi nel marsupio: denunciato

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Spacciava ‘Subutex’, un farmaco paragonabile al metadone, portando nel marsupio per bimbi il figlio di appena sette mesi. L’uomo e’ stato sorpreso dalla polizia, a Roma, e denunciato per il reato di detenzione ai fini

di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti del commissariato Primavalle hanno sequestrato, ieri pomeriggio, una decina di dosi del potente oppiaceo ad un uomo di 40anni, tossicodipendente, gia’ sottoposto al regime degli arresti domiciliari e con permesso di uscire per esigenze personali. I poliziotti, dopo averlo notato nei pressi della fermata del metro’ San Filippo Neri, lo hanno riconosciuto e fermato per un controllo.

L’uomo, che aveva con se’ il figlioletto, ha esibito i documenti e il permesso del giudice che gli consentiva di allontanarsi dall’abitazione. Il suo atteggiamento e il suo nervosismo hanno insospettito i poliziotti che, con un controllo piu’ approfondito, gli hanno trovato diverse pillole di ‘Subutex – pronte per essere spacciate. L’uomo e’ stato denunciato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


(Adnkronos)


Elio, Morgan, Patty Pravo, Neffa e Zarrillo verso Sanremo 2016

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – In attesa di sapere se il vincitore di ‘X Factor’ GioSada sara’ della partita sanremese, replicando lo schema dell’ingaggio ‘last minute’ gia’ visto lo scorso anno con Lorenzo Fragola, al Teatro Ariston per il Festival 2016 – a quanto apprende l’AdnKronos -arriveranno molto probabilmente altri due nomi che conoscono bene – non da concorrenti bensi’ da giudici – il talent Sky.

Tra i 20 Big in gara si dice infatti che potrebbero esserci Elio, assieme alle sue Storie Tese, ma anche l’ex giudice Morgan con i Bluevertigo.

D’altronde, a poche ore dall’ufficializzazione (Carlo Conti dara’ l’elenco dei cantanti in gara domanica in diretta a ‘L’Arena’ di Massimo Giletti) si infittiscono le indiscrezioni sui papabili: circolano con insistenza anche i nomi di Arisa, che dopo il ruolo di coconduttrice dello scorso anno tornerebbe da cantante sul palco dell’Ariston, di Neffa, di Patty Pravo e di Loredana Berte’ (per entrambe non e’ chiaro se si trattera’ di una presenza in gara o da ospiti), di Michele Zarrillo, del rapper napoletano Clementino (che ha ammesso lui stesso di aver presentato un brano), di Noemi, di Alessio Bernabei (che ha lasciato i Dear Jack per intraprendere la carriera solista) e di Francesca Michielin.

Ma tutto rimarra’ incerto fino all’ultimo, visto che – a quanto si dice – la riunione decisiva della commissione guidata da carlo Conti che sciogliera’ le ultime riserve si terra’ solo alla vigilia dell’annuncio ufficiale.


(Adnkronos)


"Non rispetta Islam", picchia e tenta di dar fuoco a convivente

Brescia

Milano, 11 dic. – (AdnKronos) – Picchia la convivente e cerca di darle fuoco perche’ non osservava “il credo musulmano”. E’ accaduto a Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia, dove un 32enne marocchino, gia’ conosciuto dalle forze dell’ordine, ha percosso

la convivente, una 28enne russa e cristiana ortodossa, poi le ha cosparso la testa con alcool minacciandola di darle fuoco. Approfittando di un attimo di distrazione dell’uomo, pero’, la giovane e’ riuscita a chiudersi in bagno portando cosi’ il figlio, e a chiamare i carabinieri. Giunti sul posto i militari hanno subito bloccato l’uomo e arrestato. la ragazza e’ stata soccorsa all’ospedale di Esine. L’episodio risale a tre giorni fa ma e’ stato reso noto solo oggi con la convalida dell’arresto.


(Adnkronos)


Alessandra Amoroso, esce il 15 gennaio il nuovo album ‘Vivere a colori’

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – A due anni dal precedente progetto discografico, Alessandra Amoroso tornera’ il 15 gennaio con un nuovo album di inediti, ‘Vivere a colori – .

‘Vivere a colori – e’ stato anticipato dal singolo ‘Stupendo fino a qui – , uscito il 12 novembre; un brano che l’artista ha voluto regalare ai suoi fan, che l’hanno attesa a lungo senza mai farle mancare l’affetto e la partecipazione con cui l’hanno sempre sostenuta durante la sua carriera.

‘Vivere a colori – e’ un progetto che fonde perfettamente le sonorita’ piu’ attuali con la voce inconfondibile e il timbro unico di Alessandra. L’album conterra’ 14 brani, che saranno 14 fotografie che la raccontano nelle sue diverse sfumature. Un album che segna anche nuove collaborazioni con importanti musicisti, autori e produttori. E proprio questa e’ l’idea alla base della cover del disco: nella magnetica foto firmata da Giovanni Gastel, si ritrova una ‘nuova – Alessandra, piu’ adulta ma sempre autentica.

Il 2016 di Alessandra Amoroso sara’ ricco di sorprese, a partire da due date a maggio di anteprima del tour che seguira’ l’uscita del disco: il 27 maggio a al Palalottomatica di Roma e il 30 maggio al Mediolanum Forum di Milano. Da oggi alle ore 17.00 sono aperte le prevendite su Ticketone.it e prevendite abituali.

Una carriera costellata da successi quella di Alessandra, che ha collezionato, dopo la vittoria del talent ‘Amici’ di Maria De Filippi, 16 dischi di platino, milioni di copie vendute, tutti gli album direttamente al numero 1 della classifica e oltre 150 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Ma l’artista ha ottenuto notevoli riscontri anche a livello internazionale: ‘Alessandra Amoroso – , il suo primo disco in spagnolo prodotto da Jose’ Luis Pagan (produttore di star del calibro di Jennifer Lopez e Marc Athony), e’ stato accolto con grande entusiasmo in America Latina. Ne e’ una dimostrazione l’ingresso nella Top 10 radiofonica in Messico del singolo di lancio ‘Me siento sola – .


(Adnkronos)


Roma, da’ fuoco a un’auto parcheggiata e si ustiona: arrestato piromane

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Ha dato fuoco a una macchina parcheggiata e, appiccando il rogo, si e’ procurato ustioni di primo grado al volto e alla mano. E’ accaduto la notte scorsa in via Piansano, nella zona Tomba di

Nerone a Roma. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile e della stazione Tomba di Nerone.

Alcune persone avevano chiamato il 112 segnalando un uomo che, di fronte a un portone, urlava frasi sconnesse e l’incendio di una Fiat Stilo parcheggiata li’ davanti. Quando i carabinieri sono arrivati, l’uomo, vedendoli ha provato a fuggire, ma e’ stato bloccato. Si tratta di un romano di 35 anni, con precedenti per incendio. E’ stato arrestato per incendio doloso e portato in ospedale perche’ si era procurato ustioni di primo grado al volto e alla mano. Medicato, per lui la prognosi e’ di sei giorni.


(Adnkronos)


Maglioni cinesi venduti come made in Italy, oltre 500mila pezzi sequestrati /Video

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Articoli di abbigliamento prodotti in Cina venduti da una nota maison di alta moda per uomo come prodotti made in Italy. E’ stata ribattezzata True Made l’operazione dei finanzieri del Comando Provinciale di Roma, giunta

a conclusione di articolate indagini sotto il coordinamento della procura della Repubblica di Civitavecchia, scattate dai controlli di routine nell’area merci dello scalo aeroportuale di Fiumicino.

I militari si sono insospettiti davanti ad alcune spedizioni di capi di abbigliamento e relativi accessori, provenienti dalla Cina e dirette a una rinomata casa partenopea, che, oltre a essere corredati da un cartellino descrittivo che specificava, in lingua italiana, che il processo di fabbricazione era fedele alla ‘Antica sartoria napoletana’, avevano una piccola etichetta con la dicitura ‘Made in China’ facilmente asportabile.

La presenza dei prezzi di vendita, sia al dettaglio che outlet, ha fatto il resto inducendo le fiamme gialle del Gruppo di Fiumicino a ritenere di trovarsi davanti un colossale traffico di prodotti taroccati, con la variante, questa volta, costituita dalla mistificazione della loro origine, provenienza e qualita’.

Il sequestro non e’ scattato subito consentendo ai militari di seguire le partite di merce fino alla centrale di stoccaggio e ai luoghi di smercio, tutti riconducibili a una nota maison di alta moda per uomo, che, in questo modo, commercializzava maglioni, pullover, camicie, smanicati, cravatte, guanti, foulard, cinture in realta’ prodotti in Cina.

Il quadro investigativo si e’ poi consolidato grazie alle perquisizioni locali eseguite, con la collaborazione dei Comandi Provinciali competenti per territorio, nei punti vendita di Napoli, Ischia (Napoli), Roma, San Cesareo (Roma) e Bologna, nonche’ presso i famosi outlet di Valmontone (Roma) e Marcianise (Caserta), nel centro di distribuzione di Nola (Napoli) e nella sede legale e amministrativa della societa’ riconducibile a un insospettabile napoletano, che dovra’ rispondere dell’introduzione e della vendita di prodotti industriali con segni mendaci. Ammontano, invece, a oltre 522.000 i pezzi sequestrati, tra capi di abbigliamento ed etichette Made in China.


(Adnkronos)


‘Ndrangheta, Dia confisca beni per 1 milione e mezzo a esponente cosca Alvaro

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Il centro operativo Dia di Reggio Calabria ha eseguito il decreto di confisca, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale reggino, accogliendo una proposta del direttore della Dia, nei confronti di Cosimo Alvaro, 51enne

di Sinopoli (Reggio Calabria), attualmente detenuto, ritenuto appartenente alla cosca omonima.

La cosca Alvaro e’ attiva soprattutto nelle zone della provincia reggina di Sinopoli, Sant’Eufemia d’Aspromonte, Cosoleto, San Procopio e localita’ limitrofe, con proiezioni anche nello stesso comune di Reggio Calabria.

I primi precedenti penali di Alvaro, spiega la Dia, risalgono a oltre 20 anni fa, quando venne condannato definitivamente per reati in materia di stupefacenti e sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di polizia.

Nel 2010 e’ stato, invece, arrestato nell’ambito dell’operazione Meta, per aver condizionato il libero esercizio del voto per l’elezione del sindaco di San Procopio (Reggio Calabria), e condannato per tale motivo a oltre diciassette anni di reclusione. Infine con l’operazione Xenopolis e’ stata chiarita, spiega la Dia di Reggio Calabria, “la sua stabile appartenenza alla cosca Alvaro”. Il relativo processo si e’ concluso, nel 2014, con una sentenza di condanna a 9 anni di reclusione per associazione mafiosa, emessa dal Tribunale di Reggio Calabria.

Partendo da tali premesse investigative, la Dia di Reggio Calabria ha svolto accurate indagini patrimoniali sul conto di Alvaro da cui sono emerse inconfutabili prove sul fatto che i beni a lui riconducibili, anche indirettamente, fossero frutto di proventi di attivita’ illecite. Il valore del patrimonio e’ stato stimato complessivamente in circa un milione e mezzo di euro ed e’ costituito da due imprese con sede a Reggio Calabria, una del settore dell’assistenza agli anziani, l’altra, gia’ sottoposta a confisca penale definitiva, e’ un’attivita’ di stabilimento balneare con annessa vendita di bevande.

Con il provvedimento di oggi e’ stata disposta, nei confronti di Alvaro, anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di polizia, per la durata di anni quattro, con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza o di dimora abituale.


(Adnkronos)


Al Museo Nazionale Romano arrivano le antiche principesse di ‘Collatia’

Roma, 10 dic. (AdnKronos) – Tre corredi principeschi, uno maschile e due femminili, di cui e’ stata appena concluso il restauro e lo studio. Sepolture, di cui e’ stato ritrovato anche il carro da guerra, la spada e lo scettro, rinvenute nel sito

archeologico di La Rustica e datate tra l’VIII e il VII secolo a.C. (III e IV periodo della cultura laziale). Reperti che vengono ora esposti nella nuova sala della sezione ‘Protostoria dei popoli latini’ del Museo Nazionale Romano, la sala ‘Principesse e principi dall’antica Collatia’, che e’ stata aperta oggi alle Terme di Diocleziano a Roma.

Sono stati gli scavi condotti dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area archeologica di Roma, a consentire di localizzare con certezza, in corrispondenza della borgata di La Rustica, l’antico centro di Collatia, ricordato dalle fonti e legato alla storia della nascita della repubblica a Roma. L
a scoperta del sepolcreto e dell’abitato arcaici in corrispondenza di La Rustica risale al 1972, quando si stava costruendo il tratto di penetrazione urbana dell’autostrada Roma-L’Aquila.

Tra il 2009 e il 2012 i lavori di archeologia preventiva per l’ampliamento di questo tratto autostradale hanno portato alla luce le tre tombe esposte da oggi, insieme ad altre sepolture ancora in fase di studio e restauro. Alle indagini sul campo come al successivo lavoro in laboratorio sui reperti hanno partecipato studiosi di diverse discipline e specializzazioni.

Questo lavoro interdisciplinare ha consentito di ricostruire il quadro dello stile di vita e dell’organizzazione della comunita’ dell’antica Collatia in epoca protostorica.L’apertura di questa nuova sala della sezione di ‘Protostoria dei popoli latini’, ospitata al primo piano del Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano, arricchisce la collezione permanente che illustra e valorizza lo sviluppo della cultura laziale, compreso tra la fine dell’eta’ del bronzo (XI secolo a.C.) e l’eta’ del ferro fino all’orientalizzante (X-inizio del VI secolo a.C.), con uno dei piu’ importanti ritrovamenti degli ultimi decenni, rimasto inedito fino ad oggi.

“La vicenda di Collatia e’ una vicenda particolare e significativa, perche’ riesce ad inquadrare la nascita e la crescita di Roma nell’ambiente in cui il seme della citta’ ha germinato”, ha spiegato il soprintendente dell’area archeologica di Roma, Francesco Prosperetti, durante la conferenza stampa di presentazione della nuova sala della sezione protostoria dei popoli latini del Museo Nazionale alle Terme di Diocleziano.

“Lo studio sulle comunita’ protostoriche – ha sottolineato Prosperetti – e’ frutto di decenni di ricerche archeologiche, che hanno avuto l’opportunita’ di riconnettere tante informazioni sul momento in cui Roma comincia a nascere e sulla crescita del suo potere sui popoli del Lazio ad essa preesistenti. Di Collatia si sono perse le tracce durante i secoli e si sono susseguite ipotesi di dove fosse questa citta’. Le uniche tracce certe sono quelle lasciate dalle sepolture, riemerse dai lavori dell’A24 – ha aggiunto il Soprintendente”.

“Non sono tombe qualsiasi – ha concluso Prosperetti -perche’ destinate a principesse e principi. I corredi ritrovati sono corredi speciali, unici per la loro importanza, a testimonianza di questa realta’ che si potrebbe definire ‘feudale – , precedente all’egemonia di Roma. Erano luoghi in cui esistevano importanti personaggi che avevano forza e potere su limitate porzioni di territorio, spesso in lite tra loro – ha infine concluso Prosperetti – Per questo motivo troviamo, in due sepolture, veri carri da guerra di cui sono rimaste intatte le parti metalliche”.


(Adnkronos)


Musica: Gemitaiz, il 22 gennaio esce ‘Nonostante tutto’

Roma, 10 dic. (AdnKronos) – Gemitaiz (Davide De Luca, classe ’88) pubblichera’ il prossimo 22 gennaio con Tanta Roba Label e Universal Music Italia, il nuovo lavoro di studio dal titolo ‘Nonostante tutto – .

Piu’ che in ogni altro caso per Gemitaiz sono i numeri sempre in ascesa a parlare e la positiva risposta che ogni sua produzione registra non appena viene resa disponibile (in ordine di tempo basti citare il mixtape ‘Quello che vi consiglio’ Vol.

6 disponibile gratuitamente e con piu’ di 300.000 download in pochi giorni). Con un album al primo posto in classifica Fimi-GfK (‘Kepler’ con Madman – maggio 2014), un conseguente disco d’oro per le vendite, un’intensa e prolifica serie di concerti in tutta Italia, il nuovo atteso lavoro di studio sara’ nei prossimi giorni anticipato dall’inedito ‘Scusa – .

Gemitaiz, la scorsa estate ha pubblicato il brano crossover ‘Bene – affiancandosi al duo di produttori Frenetik & Orange ed ha reso disponibile un video diretto da Fabrizio Conte che, ad oggi, conta piu’ di 3 milioni di visualizzazioni.


(Adnkronos)


Pensionato suicida, procura Civitavecchia apre fascicolo

Roma, 10 dic. (AdnKronos) – Sul suicidio di Luigino D’Angelo la procura della Repubblica di Civitavecchia ha aperto un fascicolo di indagine contro ignoti ipotizzando il reato di istigazione al suicidio. Ad aprire il fascicolo e’ stato il pm Alessandra

D’Amore che ha gia’ disposto una serie di accertamenti.

Al fascicolo e’ stato allegata, insieme con l’esposto del Codacons, anche la lettera che D’Angelo ha scritto alla moglie prima di suicidarsi lanciando le sue accuse verso la banca.


(Adnkronos)


Con Twitter sul set di ‘In guerra per amore’ di Pif

Roma, 10 dic. (AdnKronos) – Con Twitter sul set di “In guerra per amore” di Pif. Per la prima volta in Italia, domani, l’ultima giornata di riprese di un set cinematografico verra’ raccontata in tempo reale e in modo innovativo su Twitter, dal profilo ufficiale di Pif.

Foto e video, collegamenti Periscope, Vine e interviste esclusive permetteranno ai follower di respirare, attraverso Twitter, l’atmosfera unica del set dell’ultimo film di Pif “In guerra per amore” prodotto da Wildside con Rai Cinema e nelle sale il prossimo autunno distribuito da 01 Distribution.

Per fruire in diretta il racconto e avere un punto di vista esclusivo, bastera’ seguire @pif_iltestimone su Twitter.


(Adnkronos)


Morricone nominato ai Golden Globes per le musiche di Tarantino

Roma, 10 dic. (AdnKronos/Cinematografo.it) – (AdnKronos/Cinematografo.it) – Ennio Morricone e’ stato candidato ai Golden Globes 2016 (10 gennaio cerimonia al Beverly Hilton Hotel) per la colonna sonora di ‘The Hateful Eight’ di Quentin Tarantino. ‘Youth’ di Paolo Sorrentino ottiene invece dalla stampa straniera a Hollywood la nomination per la migliore attrice non protagonista (Jane Fonda) e quella alla miglior canzone (‘Simple Song No.

3″). Per il resto di italiano non c’e’ nulla: manca l’appuntamento con la cinquina degli stranieri ‘Non essere cattivo’ di Caligari (che ci rappresenta per gli Oscar), dove troviamo invece il belga ‘Dio esiste e vive a Bruxelles’ di Jaco Van Dormael, il cileno ‘El Club’ di Pablo Larrai’n, il francese ‘Mustang’ di Deniz Gamze Erg?ven, l’ungherese ‘Son of Saul’ di L?szl? Nemes e, a sorpresa, il finlandese The Fencer di Klaus Haro.

Per il resto, che cosa ci dicono le nomination di questi 73esimi Golden Globes? Che Quentin Tarantino e’ il vero sconfitto, snobbato lui tra i registi e il suo ‘The Hateful Eight’ tra i film. Si deve accontentare della nomination alla sceneggiatura. All’appello manca anche Steven Spielberg e il suo ‘Ponte delle spie’, rappresentato solo dalla candidatura di Mark Rylance tra gli attori non protagonisti. Tra gli altri candidati forti c’e’ molto equilibrio e parecchia incertezza sulla vittoria finale: ‘Carol’, ‘Mad Max: Fury Road’, ‘The Revenant’, ‘Room’ e ‘Spotlight’ (tra i drammatici) con ‘The Big Short’, ‘Joy’, ‘The Martian’ (insieme a ‘Spye Trainwreck’ in lizza tra le commedie) sono i titoli piu’ accreditati anche per gli Oscar 2016.


(Adnkronos)


Nomination per Morricone ai Golden Globes per le musiche di Tarantino

Roma, 10 dic. (AdnKronos/Cinematografo.it) – Ennio Morricone e’ stato candidato ai Golden Globes 2016 (10 gennaio cerimonia al Beverly Hilton Hotel) per la colonna sonora di ‘The Hateful Eight’ di Quentin Tarantino. ‘Youth’ di Paolo Sorrentino ottiene invece dalla stampa straniera a Hollywood la nomination per la migliore attrice non protagonista (Jane Fonda) e quella alla miglior canzone (‘Simple Song No.

3″). Per il resto di italiano non c’e’ nulla: manca l’appuntamento con la cinquina degli stranieri ‘Non essere cattivo’ di Caligari (che ci rappresenta per gli Oscar), dove troviamo invece il belga ‘Dio esiste e vive a Bruxelles’ di Jaco Van Dormael, il cileno ‘El Club’ di Pablo Larrai’n, il francese ‘Mustang’ di Deniz Gamze Erg?ven, l’ungherese ‘Son of Saul’ di L?szl? Nemes e, a sorpresa, il finlandese The Fencer di Klaus Haro.

Per il resto, che cosa ci dicono le nomination di questi 73esimi Golden Globes? Che Quentin Tarantino e’ il vero sconfitto, snobbato lui tra i registi e il suo ‘The Hateful Eight’ tra i film. Si deve accontentare della nomination alla sceneggiatura. All’appello manca anche Steven Spielberg e il suo ‘Ponte delle spie’, rappresentato solo dalla candidatura di Mark Rylance tra gli attori non protagonisti. Tra gli altri candidati forti c’e’ molto equilibrio e parecchia incertezza sulla vittoria finale: ‘Carol’, ‘Mad Max: Fury Road’, ‘The Revenant’, ‘Room’ e ‘Spotlight’ (tra i drammatici) con ‘The Big Short’, ‘Joy’, ‘The Martian’ (insieme a ‘Spye Trainwreck’ in lizza tra le commedie) sono i titoli piu’ accreditati anche per gli Oscar 2016.


(Adnkronos)


Arriva il ‘Dizionario della canzone 2016’ di Dario Salvatori/Foto

Roma, 10 dic. (AdnKronos) – Un archivio con l’abc della musica, sempre a portata di mano. E’ il ‘Dizionario della canzone di Dario Salvatori 2016’, presentato all’Hard Rock Cafe di Via Veneto a Roma: quindicimila titoli con autori, interpreti, storia e aneddoti. Ad illustrare il volume l’autore e alcuni volti noti dello showbiz come Marino Bartoletti, Enrica Bonaccorti, Claudio Lippi, Amii Stewart e Rudy Zerbi.

(GUARDA LA FOTOGALLERY)

Novita’ di quest’anno e’, in particolare, la scelta di dare attenzione agli autori dei testi delle canzoni, molto spesso sottovalutati e dimenticati. Per questo non sono mancate performance di lettura dei testi di alcune fra le canzoni piu’ famose con un progetto a cura dell’attore Vincenzo Failla.

All’evento hanno preso parte tra gli altri Giancarlo Magalli, Pinuccio Pirazzoli, Giulia Luzi, Elisa Isoardi con il suo barboncino Zenit, Leopoldo Mastelloni, Andrea Lo Vecchio e Antonella Pepe, ex cantante dei Fun Fun. Al termine della presentazione gli ospiti hanno posato con la t-shirt di Imagine per sostenere la campagna mondiale ‘Imagine There Is No Hunger’ di Hard Rock International e Yoko Hono volta a sensibilizzare il pubblico e i fan sui temi della nutrizione nel mondo.

La campagna ‘Imagine’ consente di raccogliere fondi per ‘Why Hunger’ organizzazione che opera dal 1975 per combattere la fame e la malnutrizione che ogni anno uccide piu’ bambini e persone di quante ne uccidano malattie come l’aids la malaria o la tubercolosi.

L’iniziativa, ispirata all’iconica canzone di John Lennon, e’ nata nel 2008 e ad oggi ha gia’ raccolto 6,8 milioni di dollari e garantito 9,8 milioni di pasti in 31 paesi del mondo.

In tutti gli Hard Rock Cafe in Italia e all’estero, per tutto il mese di dicembre e’ possibile ricevere informazioni, approfondimenti e contribuire alla causa: a fronte di una donazione minima di 2 euro saranno disponibili i coloratissimi braccialetti Hard Rock a edizione limitata. Previste anche alcune tee speciali, sempre in limited edition: il 15% ricavato sara’ devoluto a ‘Why Hunger’.


(Adnkronos)