Cronaca


Ulteriori controlli attiviteatilde;enbsp; economiche; collaborazione con l’ispettorato del la voro

Polizia Locale Padova

Alcuni giorni fa si e’ svolto un controllo, degli agenti della Polizia Locale, nei confronti del pubblico esercizio denominato Bar 900, gestito da cittadini cinesi, sito in via Guido Reni 35/37. All’interno dei locali sono stati identificati 4 cittadini rumeni e 2 cittadini cinesi che sono risultati regolari come posizione nel territorio italiano; l’unita’ cinofila, impiegata nel servizio, non ha segnalato o individuato, dopo apposita ricognizione, alcuna presenza di persona sospetta o luogo di occultamento di sostante stupefacenti.
Con attenzione al profilo amministrativo si e’ rilevato:

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Zaia, liberta’ per aggressori vigili sembra premio a chi non rispetta legge

image

Venezia, 3 giu. (Adnkronos) ”So bene che i giudici applicano la legge, ma trovo comunque scandaloso che gli aggressori dei vigili urbani che facevano il loro dovere per contrastare il commercio abusivo e altri reati siano gi tornati in libert dopo essere stati processati per direttissima. Cos si premia chi non rispetta la legge e non dimostra alcuna intenzione di rispettarla”. Il presidente del Veneto Luca Zaia esterrefatto per la repentina scarcerazione dei colpevoli dell’aggressione ai vigili di padova sabato scorso in Prato della Valle.

”Il punto che non siamo di fronte ad un caso isolato – aggiunge Zaia – ma quasi ad una sorta di prassi che di fatto non punisce ma si rivela premiante per chi svolge un’attivit illegale. Il risultato un gran lavoro di forze dell’ordine e di magistrati, ma con limitati esiti pratici e una vivibilit sempre peggiore nelle citt dove si insediano persone e nuclei delinquenziali, che possono contare su un pronto ritorno alla loro attivit delittuosa e su una impunit che diventa sostanziale”.

”Riportiamo le nostre citt alla vivibilit – conclude il presidente della Regione – con una attenta opera di prevenzione e con una seria azione di repressione, condanna ed espiazione della pena. Cambiamo le leggi dello Stato: occorre farlo. Perch questa gente, al contrario di quella onesta che tiene anche alla propria onorabilit, non si scompone di un millimetro per un processo o una condanna che raramente finir per scontare. Con il risultato che spadronegger nelle nostre strade, facendo vedere che il reato paga, anzich il contrario. Le istituzioni e i cittadini non possono subire e stare a guardare”.

(Adnkronos)



Ruba in due negozi del centro; fermata donna romena

Polizia Locale Padova

Ruba capiu’ di vestiario in due negozi del centro ma viene fermata da una commessa che la “consegna” agli agenti di Polizia Locale. E’ accaduto il 29 maggio 2014; gli agenti della PL, che quotidianamente svolgono servizio appiedato lungo il Liston, sono stati raggiunti da una commessa del negozio Forpen, ubicato in via Roma, che accompagnava e “consegnava” agli stessi una donna di nazionalita’ romena. La commessa riferiva che la donna aveva poco prima rubato dal negozio una camicia in jeans, senza “passare dalla cassa”. Gli agenti provvedevano a prendere in consegna la donna romena che, una volta arrivata nell’ufficio del Municipio, dichiarava di aver asportato oltre alla camicia dal negozio di via Roma 18, anche un paio di “Espadrillas” dal negozio denominato “Zara” di Piazzetta Cappellato Pedrocchi. La donna romena veniva quindi accompagnata presso il Gabinetto di fotosegnalamento di via Liberi per essere sottoposta ai rilievi dattiloscopici, ai sensi dell’art. 349 C.P.P., e deferita all’Autorita’ Giudiziaria per il reato furto ai sensi dell’art. 624 del Codice Penale.

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)



Contrasto all’accattonaggio molesto; l’attiviteatilde;enbsp; della pl

Polizia Locale Padova

Il contrasto all’accattonaggio molesto rappresenta una delle principali azioni messe in campo dalla Polizia Locale. L’accattonaggio molesto, che non deve confondersi con il bisogno di aiuto che trova risposte nei servizi sociali del Comune, e’ diffuso nelle grandi Citta’ che si trovano a gestire una migrazione periodica, in prevalenza proveniente dall’est Europa, di persone che scelgono l’elemosina, esibita in tutte le sue forme, come stile di vita che e’ alternativo a qualsiasi progetto di integrazione. I nomadi che chiedono l’elemosina sono poi gli stessi che costruiscono gli accampamenti che la Polizia Locale, con sempre maggiore frequenza, e’ costretta periodicamente a sgomberare e questo a causa anche delle pessime condizioni igienico-sanitarie in cui viene ridotta l’area. I Comandi della PL dei capoluoghi del Veneto hanno costituito, da alcuni mesi, un

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Squadra motociclisti

Polizia Locale Padova

Sono arrivate, da un paio di settimane, le ultime 6 moto Honda NC 750 in dotazione al Reparto Motociclisti della Polizia Locale. Il Reparto ha quasi 20 moto in dotazione, per 27 agenti e 2 ufficiali, coordinati dal Comm. Massimo Bettella. Si tratta di un Reparto di elevata professionalita’ della Polizia Locale, in grado di districarsi in ogni situazione e che, grazie ai mezzi in dotazione, e’ spesso chiamato a raggiungere per primo i luoghi di intervento. Il personale del Reparto ha partecipato nel giro di 10 mesi a due corsi di formazione per la guida sicura in Citta’. Nel vasto parcheggio dello stadio Euganeo tutti e 30 gli appartenenti al Reparto sono stati impegnati, sotto la guida di istruttori esperti, in prove di agilita’ e di guida con la moto per riuscire a raggiungere, veloci e sicuri, il luogo dell’intervento.

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Squadra motociclisti

Sono arrivate, da un paio di settimane, le ultime 6 moto Honda NC 750 in dotazione al Reparto Motociclisti della Polizia Locale. Il Reparto ha…


Senza patente ed assicurazione tenta di dileguarsi; fermato

Polizia Locale Padova

In data 28 maggio 2014, verso le ore 10.30, due agenti motociclisti della Polizia Locale, durante un posto di controllo in via Ariosto istituito per la verifica di un esposto, notavano sopraggiungere dal lato di via Gattamelata una Hyundai Atos. Uno dei due agenti insospettito dalle manovre effettuate dall’auto in avvicinamento (alla vista della pattuglia il mezzo accostava a bordo strada e quindi invertiva la marcia per allontanarsi nella direzione opposta) si metteva all’inseguimento dell’autovettura, che nel frattempo stava cercando di dileguarsi per le viette del quartiere. Grazie alla profonda conoscenza della zona, la pattuglia riusciva a mantenere il contatto visivo con il veicolo e dopo aver percorso le vie Gattamelata, Toniolo, Forcellini e De Lellis, riusciva a fermarlo in via Monaco Padovano. Alla guida vi era un cittadino italiano, residente in Citta’, di circa

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)



Aree incolte

Nei quotidiani controlli nel contrasto al degrado, una significativa criticita’ e’ rappresentata dalle aree incolte cioe’ quei luoghi che vengono tenuti in uno stato di…




Droga dal sud america, 7 arresti e 3 chili di coca sequestrati (2)

image

Con l’esecuzione delle misure di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Padova, sulla scorta delle risultanze prodotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo e sposate dal pm Orietta Canova, titolare dell’indagine, si conclude l’operazione ‘Fair Trade’ con la quale stato stroncato sul nascere il tentativo di aprire un nuovo canale attraverso cui far giungere cocaina sulla piazza di Padova direttamente dal Sudamerica.

L’indagine parte nel settembre 2012, quando la polizia doganale spagnola intercetta un plico in transito, proveniente dal Costa Rica e diretto a Padova, dal contenuto sospetto. Un rapido controllo d la conferma che si tratta di cocaina, per un peso di 100 grammi. Piuttosto che procedere a un sequestro che rimarrebbe a carico di ignoti, le strutture di cooperazione internazionale convengono per una c.d. consegna controllata. Sul campo le operazioni vengono condotte dai carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Padova che affida lo svolgimento di tutte le attivit al proprio Nucleo Investigativo.

Il plico originariamente destinato a un nigeriano senza fissa dimora, che aveva eletto domicilio presso la mensa popolare di Padova, non viene per ritirato e il luogo di consegna viene spostato presso il Centro Meccanografico Postale di Padova nella zona industriale. Un mese dopo a ritirarlo si presenta il nigeriano, che viene fermato. Da l gli sviluppi che permettono di capire che la consegna dello stupefacente, con un principio attivo del 97%, era stata pianificata da un sodalizio internazionale con base in Costa Rica e Spagna.

(Adnkronos)


Droga dal sud america, 7 arresti e 3 chili di coca sequestrati

image

Padova, 24 mag. (Adnkronos) Si conclusa una complessa indagine che ha consentito di smantellare una organizzazione dedita al traffico di stupefacenti che aveva aperto un nuovo canale di approvvigionamento di stupefacenti direttamente dal Sud America al Veneto. I carabinieri hanno arrestato 7 persone e sequestrano oltre 3 kg di cocaina purissima, con un principio attivo superiore al 97%. I dettagli dell’operazione verranno illustrati oggi, alle ore 11,30, nel corso di una conferenza stampa che si terr presso il Comando Provinciale Carabinieri di Padova.

(Adnkronos)



Sequestro di prodotti alimentari

Polizia Locale Padova

Continuano i servizi della PM di contrasto alle irregolarita’ nell’ambito del commercio. In data 21 maggio u.s. e’ stato effettuato un controllo amministrativo presso un esercizio di vicinato del settore alimentare/non alimentare gestito da un cittadino moldavo in piazzale Cuoco. Tale attivita’ e’ specializzata nella vendita di prodotti tipici del paese di provenienza del gestore, pertanto il controllo e’ stato particolarmente accurato nella verifica della regolarita’ dell’etichettatura, che deve essere tradotta nella lingua italiana e deve riportare i dati relativi al soggetto importatore nella Comunita’ europea; e’ stato cosi accertato che n. 419 prodotti alimentari risultavano privi delle indicazioni in lingua italiana (per la maggior parte gelati e dolciumi). Si e’ proceduto pertanto all’applicazione

(leggi tutta la notizia nel portale della Polizia Locale di Padova)


Sequestro di prodotti alimentari

Continuano i servizi della PM di contrasto alle irregolarita’ nell’ambito del commercio. In data 21 maggio u.s. e’ stato effettuato un controllo amministrativo presso un…


Rintracciato pirata della strada

Nella serata del 16 ottobre scorso due giovani fratelli residenti in citta’ a bordo dell’auto di proprieta’ della loro madre, all’intersezione semaforizzata posta tra le…