“Ponte sullo scolo di Lozzo” a Vighizzolo d’Este: approvato il progetto definitivo

schiesaro

Approvato il progetto definitivo per il rifacimento del “Ponte sullo scolo di Lozzo a Vighizzolo d’Este.
Un’opera di 2 milioni di euro che prevede il rifacimento dell’impalcato con una nuova struttura a campata unica da 37metri di luce, con caratteristiche antisismiche e il rinforzo delle strutture di appoggio esistenti.
“Abbiamo valutato di intervenire con il rifacimento completo del ponte e il rinforzo delle strutture di appoggio esistenti – ha detto Marco Schiesaro, consigliere provinciale delegato alla Viabilità – il progetto prevede una nuova piattaforma stradale di larghezza complessiva di 15,10 metri, con corsie da 3,50m e banchine da 1,25m, dotata di barriere stradali laterali e servita da due marciapiedi ciclopedonali da 1,50m per ogni senso di marcia sui due lati a monte e a valle.
La nuova struttura a campata unica, senza la presenza di pile di sostegno nell’alveo del fiume, contribuirà al miglioramento della regimazione idraulica del fiume perché sarà realizzata a una quota più elevata di 74 cm rispetto all’esistente e l’eliminazione delle pile in alveo eviteranno le turbolenze del flusso d’acqua, migliorando lo scorrimento del fiume in caso di piena. La Provincia di Padova monitora costantemente lo stato di conservazione dei manufatti lungo i 1.100 chilometri di rete viaria. Proprio a seguito di questo controllo è emerso che sul ponte attuale si sono riscontrate carenze strutturali, l’impalcato non rispondeva ai requisiti previsti dalle norme del Codice della Strada in termini di larghezza della carreggiata e di dotazione di barriere di sicurezza stradali, né alle norme antisismiche”.
La struttura in acciaio sarà costituita da due travi laterali in acciaio “Corten” di colore marrone scuro per una facile mimetizzazione nel contesto paesaggistico rurale. Le tubazioni di sottoservizi saranno inserite in cavidotti tecnici sotto al nuovo impalcato e quindi completamente nascoste dal punto di vista paesaggistico.
“Ci siamo attivati tempestivamente – ha concluso Marco Schiesaro- sia con la progettazione che con le autorizzazioni necessarie da parte dei vari Enti preposti. La Provincia di Padova progetta interventi sulla viabilità al fine di garantire la sicurezza della circolazione stradale in particolare intervenendo sulle infrastrutture come i ponti che presentano segni di degrado. La realizzazione del nuovo ponte sarà la soluzione ideale per il traffico leggero e quello pesante”.
E’ prevista la demolizione completa della struttura esistente, unitamente alle due pile in alveo e il rinforzo delle spalle in cemento armato esistenti. 
Per la realizzazione dell’opera è previsto l’importo di due milioni di euro di cui 1.520.000 per lavori e 480.000 per somme a disposizione che trova copertura nel bilancio di previsione 2022-2024.
I lavori inizieranno indicativamente a giugno 2023 e termineranno nell’arco di un anno.

06/12/2022

(Provincia di Padova)