Da Venezia un omaggio alla Parigi di Franck e Debussy

Dal palco dell’Auditorium Lo Squero a sfioro sulla laguna di Venezia, sabato 8 ottobre il Quartetto di Venezia, insieme alla pianista Gloria Campaner, renderanno omaggio alla musica colta strumentale della Parigi di fine ‘800 con un programma dedicato a César Franck e Claude Debussy. Prenotazioni: www.boxol.it/auditoriumlosquero

Con il biglietto del concerto è possibile acquistare un’integrazione per la visita ad uno dei suggestivi luoghi della Fondazione Cini: Complesso Monumentale, Labirinto Borges, Vatican Chapels e Teatro Verde (ricordiamo di consultare sempre il sito Visitcini.com per eventuali limitazioni temporanee alle visite).

Con il concerto di sabato 8 ottobre la musica da camera entra nel cartellone della stagione dei concerti 2022 di Asolo Musica – Veneto Musica. Alle ore 16.30 l’Auditorium Lo Squero sull’isola di San Giorgio ospiterà un omaggio, nel bicentenario della nascita, a César Franck, compositore belga divenuto poi figura di riferimento nella vita musicale della Francia del secondo Ottocento. Un evento che vede sul palco l’affermata pianista veneziana Gloria Campaner e il Quartetto di Venezia, formazione in residenza alla Fondazione Giorgio Cini dal 2017.

Quartetto di Venezia

Allo Squero Gloria Campaner e il Quartetto di Venezia

Il Quartetto di Venezia è un ensemble conosciuto in tutto il mondo per la raffinatezza delle sue esecuzioni ed è considerato da critici ed esperti uno dei migliori del nostro Paese. È composto dai musicisti veneziani, Andrea Vio e Alberto Battiston al violino, Mario Paladin alla viola e Angelo Zanin al violoncello, che per l’occasione si arricchiranno della presenza della pianista, veneziana, Gloria Campaner. Con più di venti vittorie ai concorsi nazionali ed internazionali, Gloria Campaner è un’artista fra le più versatili della sua generazione, una personalità eclettica e curiosa riguardo ogni forma d’arte che coniuga la musica con la danza contemporanea, il teatro, il jazz e la poesia.

In scaletta un programma tutto francese: il Quartetto in sol minore op. 10 e L’Isle joyeuse per pianoforte solo di Claude Debussy, mentre di CésarFranck viene proposto il Quintetto per pianoforte e archi in fa minore, brano di densa e ampia scrittura, annoverato tra i lavori più celebri della produzione cameristica del compositore e organista belga-francese.

Un omaggio alla Parigi di César Franck

Dal palco dello Squero a sfioro sulla laguna di Venezia, i cinque musicisti veneziani renderanno omaggio alla musica colta strumentale della Parigi di fine ‘800, una delle stagioni più produttive e radicali nella musica francese che aprì la strada al Novecento musicale. Il programma del concerto ruota attorno alla Société nationale de musique fondata febbraio del 1871 proprio con lo scopo di diffondere la musica francese contemporanea.

César Franck, di cui quest’anno si festeggia il bicentenario della nascita, è stato uno dei principali animatori e innovatori della Société. Il Quintetto per pianoforte e archi in fa minore del gennaio 1880 (dedicato a Camille Saint-Saëns che siede al pianoforte nella prima esecuzione) è tra i lavori più celebri della sua produzione cameristica. Composto da Franck in un momento di particolare pienezza creativa, è una pagina dalla scrittura viva ed energica, con uno svolgimento elaborato che si spinge con particolare decisione oltre gli schemi della sonata classica e la sua architettura ordinata e compiuta.

Ad aprire la serata saranno due splendide composizioni di Claude Debussy, anche lui coinvolto nel comitato della Societé nel 1893, presentando proprio il suo Quartetto in sol minore op. 10. Un’opera che risente degli influssi franckiani, soprattutto nella forma ciclica, unita però alla forma della variazione, quasi a conciliare il mondo accademico di Franck e quello onirico di Debussy. Sempre alla Societé Nationale de Musique nel febbraio del 1905 viene eseguita per la prima volta L’Isle joyeuse, secondo brano in programma, che Debussy aveva composto un anno prima; ispirato, sembra, da un dipinto di Watteau, da cui la scelta per una versione arcaica della parola “isola”.

La stagione musicale, organizzata da Asolo Musica in collaborazione con Fondazione Cini allo Squero, è realizzata con il contributo di MIC – Ministero della Cultura, Regione Veneto e sostenuta dal Gruppo Pro-Gest, CentroMarca Banca, Zanta Pianoforti, Zoogami e Bellussi Spumanti.

AUDITORIUM lo Squero
Fondazione Giorgio Cini – Isola di San Giorgio Maggiore – Venezia
Stagione concertistica 2022
12 concerti da sabato 4 giugno a sabato 17 dicembre 2022
Tutti i concerti avranno inizio alle 16.30
La vendita dei biglietti è aperta su
https://www.boxol.it/asolomusica/ 
Info Asolo Musica 0423 950150 – 392 4519244
[email protected]
www.asolomusica.com 

(Studio Pierrepi)