Inaugurato secondo acceleratore lineare radioterapia Policlinico Chieti

CHIETI (ITALPRESS) – Il secondo acceleratore lineare al servizio della radioterapia del Policlinico SS.Annunziata di Chieti è stato inaugurato, questa mattina, alla presenza del presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, dell’assessore alla Salute, Nicoletta Verí, del direttore generale della ASL Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, e dell’Arcivescovo della Diocesi di Chieti -Vasto Mons. Bruno Forte. Si tratta di un acceleratore lineare che porterà ad otto il numero degli acceleratori lineari (LINACS) che saranno operanti negli ospedali pubblici abruzzesi. L’obiettivo è quello di ridurre le lunghe liste di attesa che finiscono per generare importante mobilità passiva.
L’investimento finanziario per la Radioterapia di Chieti, pari a 2 milioni 700mila euro, deriva dal fondo ministeriale del 2017 attraverso cui è stato possibile acquisire altri due LINACS, uno a Pescara, già operativo ed uno all’Aquila, in fase di installazione. “Si tratta di un intervento frutto del duro lavoro condotto in questi mesi, dalla Giunta regionale e, in particolare, dall’assessorato alla Salute – ha dichiarato il presidente Marsilio – per portare la sanità abruzzese e quella del territorio chietino ai livelli che i cittadini meritano di avere. Non è stato semplice lavorare a questa ricostruzione dei fondi, talvolta dimenticati dentro qualche cassetto ministeriale. Ma l’abbiamo fatto – ha aggiunto – in maniera trasparente, per potenziare, attraverso risorse pubbliche e sulla base di una pianificazione puntuale dei fabbisogni, il reparto di radioterapia dell’ospedale di Chieti. C’è ancora tanto da fare ma, intanto, questi sono soldi ben spesi poiché ci consentono di alleggerire le liste di attesa e al tempo stesso di ridurre quella mobilità passiva che finisce per gravare sul bilancio della nostra sanità”.

L’assessore Verì, dal canto suo, ha sottolineato che “questo ulteriore intervento rappresenta un tassello importante a conclusione di un processo avviato nel giugno 2020 con una specifica delibera nella quale i fondi pubblici a disposizione sono stati finalizzati proprio alla riqualificazione ed all’ammodernamento tecnologico dei servizi di radioterapia oncologica. Questa apparecchiatura di ultima generazione che sarà presto operativa a Chieti – ha proseguito – ci consentirà di abbattere le liste di attesa ma è non ancora sufficiente a soddisfare tutte le esigenze dei pazienti oncologici. C’è, infatti, un ulteriore impegno per l’acquisto di un altro acceleratore lineare. L’obiettivo finale – ha concluso l’assessore – è l’innalzamento, soprattutto in questo ambito, della qualità dell’offerta delle prestazioni sanitarie e questo passa attraverso la reingegnerizzazione dell’intero presidio ospedaliero teatino”.

foto: ufficio stampa Regione Abruzzo

(ITALPRESS).