Abano Terme: tornerà a risplendere il Kursaal

kursaal abano

Nuova vita per il Kursaal di Abano Terme. La società Quick Light Food con sede ad Abano Terme si è aggiudicata la concessione dello storico complesso immobiliare sito in viale delle Terme per i prossimi 30 anni.     
E’ stata l’unica offerta pervenuta alla Provincia di Padova a seguito del bando, scaduto l’8 agosto scorso, 
Il progetto prevede la valorizzazione dell’immobile con interventi di recupero, restauro, ristrutturazione, per lo svolgimento di attività economiche, con particolare riferimento all’offerta culturale e alla promozione del territorio.        “E’ un risultato storico – ha detto Vincenzo Gottardo, vicepresidente vicario della Provincia di Padova – e sono particolarmente soddisfatto perché da parte nostra c’è stato tutto l’impegno e la forte volontà di far tornare questo luogo aperto e utilizzabile come merita e come vogliono i cittadini e gli imprenditori termali. Alla luce dei fatti credo che la Provincia di Padova sia l’unico Ente che ha operato in questi anni per salvare dal degrado questa struttura ridando dignità e una progettualità che sarà nuova linfa per tutta la zona. L’obiettivo è quello di valorizzare il prestigioso immobile, situato nel cuore del centro termale, facendolo tornare a luogo privilegiato d’incontro e ritrovo per chi frequenta Abano e le Terme. 
E’ un obiettivo raggiunto grazie al lavoro realizzato con le associazioni di categoria, con gli stakeholders e con il Comune di Abano, un grande risultato che torna a rendere competitivo il Kursaal in modo particolare con la sala convegni che potrà diventare un punto di riferimento, punto attrattivo per l’economia e per la convegnistica locale. 
Potrà essere ragionata un’agenda di lavori condivisa con la città di Padova, che grazie a tutte le sue peculiarità, potrà rappresentare il traino per tutto il territorio. 
Auspico che Quick Light Food possa giungere quanto prima alla realizzazione degli interventi di recupero, restauro e ristrutturazione di un immobile che riveste nel bacino termale un particolare ruolo di prestigio e aggregazione sociale”.    
Le condizioni prevedono il canone gratuito per i primi cinque anni, dal sesto al decimo anno il concessionario ha presentato un’offerta pari al 20% del canone annuo stimato in 70mila euro e dall’undicesimo al ventesimo del 50%. Per tutta la durata residua il canone sarà pari a 70mila euro annui.     
“Siamo molto contenti d’aver trovato una soluzione per il Kursaal – ha detto Federico Barbierato, sindaco di Abano e consigliere provinciale – una zona molto importante per il nostro Comune. Ringrazio Vincenzo Gottardo che in questi mesi si è speso in modo significativo per raggiungere questo obiettivo e credo che questo sia un passaggio importante per lo sviluppo turistico della nostra città e per la rigenerazione di parte del centro storico che da molti anni era in sofferenza”. 
 L’impegno da parte di Quick Light Food è quello di creare un punto qualificato di incontro e ritrovo nel cuore della città, diversificando nell’arco temporale le attività e le proposte di animazione, svago e intrattenimento. 
Si inizierà con la sistemazione e l’arredamento degli spazi esterni per la degustazione di aperitivi e lunch all’aperto. Saranno in funzione bar, gelateria, pizzeria al trancio, focacceria, rosticceria, friggitoria. E’ prevista l’apertura di una pasticceria con prodotti tipici italiani in modo da dare una panoramica ai turisti stranieri presenti nelle terme e nel contempo fidelizzare i cittadini locali con specialità da tutte le regioni italiane. Le zeppole di San Giuseppe, frittelle venete, tradizionali dolci meridionali, pastiere napoletane, panettoni di Natale, uova di Pasqua e colombe, riscoprendo anche le antiche tradizioni locali. Altro aspetto fondamentale riguarda la volontà di sviluppare il settore della convegnistica. Entro il mese di novembre saranno avviati i lavori per la realizzazione di un’area di co-working, dotata di pannelli antirumore e attrezzata con scrivanie e collegamenti internet.  Uno spazio sarà dedicato anche a eventi musicali, culturali, convegni, manifestazioni e banchetti per piccole cerimonie, meeting aziendali, spettacoli teatrali.    Sarà realizzato un intervento che prevede una sala convegni con capienza di almeno 150 persone e una sala esposizioni con una superficie di 250 metri quadri. Il progetto prevede la sistemazione delle facciate e copertura, degli spazi verdi esterni, degli impianti elettrici audio e luci per la realizzazione di conferenze, concerti, rappresentazioni teatrali, servizi connessi e l’eliminazione delle barriere architettoniche. 
Il capodanno 2023 potrebbe essere già il primo grande evento di riapertura ufficiale. L’investimento totale previsto da Quick Light Food per la realizzazione dei lavori è di 3milioni di euro dilazionati in base alle diverse fasi di realizzazione.
L’intenzione è quella di collaborare con tutte le strutture del territorio, facendo anche qualche convenzione con le strutture alberghiere di Abano e Montegrotto per uno sviluppo economico e turistico di tutto il territorio.

(Provincia di Padova)