Cybersicurezza e reti globali, l’occidente spenderà 600 miliardi entro il 2007

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e i leader degli altri paesi occidentali riuniti per il G7 a Garmisch-Partenkirchen in Alta Baviera hanno lanciato la Partnership for global infrastructure, un’agenda sui temi tecnologici che include l’impegno per reti globali, 5G e 6G, cybersicurezza e transizione energetica. Entro il 2027 verranno spesi 600 miliardi di dollari in infrastrutture globali: a tale scopo gli USA spenderanno 200 miliardi di dollari a fondo perduto, e l’Europa 300 miliardi di euro tra fonti pubbliche e private. La PGII, sebbene nessuno al G7 abbia menzionato la Cina, nasce con il chiaro intento di contrapporsi alla Belt and road initiative cinese: “Il mondo vedrà il vantaggio della collaborazione tra democrazie: batteremo la concorrenza”, ha commentato Biden.