Giovane escursionista romano muore durante arrampicata in Abruzzo


Ha perso la presa ed è volato giù per 50 metri. Il tragico incidente sul Corno Piccolo
 L’Aquila 26 giu. (Adnkronos)   – Tragico incidente in montagna: un giovane romano è morto durante un’arrampicata in Abruzzo. Insieme a un altro escursionista, entrambi 30enni, avevano deciso di arrampicarsi sul Corno Piccolo. Avevano scelto di percorrere slegati la cresta nord est, seguendo la via che parte dalla Madonnina e prosegue per la cima del Corno Piccolo, ma uno dei due, il secondo di cordata, al secondo tiro, ha perso la presa ed è volato giù per 50 metri sul versante nord, morendo sul colpo.
Il compagno, primo di cordata, proprio perché era slegato non è finito giù ed è rimasto illeso, ma è in stato di shock per aver assistito al volo e al decesso del compagno. Sono giunti sul luogo dell’incidente i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico ed è decollato da L’Aquila l’elisoccorso, con a bordo i tecnici del Soccorso Alpino e i sanitari, che purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane.
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, per sentire il superstite e cercare di ricostruire l’accaduto. Poco prima di questo incidente i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese erano intervenuti sul Gran Sasso, in prossimità del Rifugio Franchetti, per soccorrere un escursionista che si era rotto una caviglia.

(Adnkronos)